Whittingham
Peter Whittingham - Cardiff City - Credit by [email protected]

Quella che in un primo momento sembrava una banale caduta alla fine è stata fatale a Peter Whittingham. Il calcio inglese si risveglia sotto shock per la morte dell’attaccante ex Cardiff City.

Non sono bastati 11 giorni di ricovero a salvargli la vita: troppo gravi le ferite alla testa riportate dopo un’accidentale caduta in un pub nel sud del Galles la scorsa settimana.

Whittingham aveva 35 anni ed era attualmente svincolato dopo aver giocato anche in Premier League. L’esordio nella massima divisione inglese era avvenuto con la maglia dell’Aston Villa nel 2002, militando poi nei Villans per cinque stagioni.

Tuttavia il miglior momento della sua carriera l’ha passato con il Cardiff City, per il quale ha giocato dieci campionati consecutivi.

Indimenticabile l’annata 2009/2010, nella quale Whittingham mise a referto 22 reti nel ruolo di ala d’attacco. Anche con i gallesi riuscì a centrare la promozione in Premier League nella stagione 2012. Nel giro di questa decade in Galles divenne una vera e propria leggenda con i Bluebirds: 457 presenze condite da 96 gol e 91 assist.

A ciò si aggiungono anche le finali in FA Cup e Curling Cup.

Complice anche l’eta che avanzava, nel resto degli anni ha vissuto una parabola discendente. L’ultima stagione tra i professionisti l’ha fatta al Blackburn nel 2018.

Ora era in attesa di un’ultima chiamata, per chiudere in bellezza una comunque buona carriera.

Quella chiamata è sì arrivata, ma dal cielo. Buon viaggio Peter.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20