Il Roland Garros scopre Amanda Anisimova. Fuori Simona Halep!

La romena, detentrice del titolo, cede nettamente in due set alla diciassettenne americana. In semifinale troverà Ashleigh Barty

Dopo la cancellazione dell’intera giornata di mercoledì per pioggia, il Roland Garros torna ad aprire i battenti con i quarti di finale femminili.

In contemporanea vengono giocati i match Halep-Anisimova e Barty-Keys. E dopo una giornata avara di tennis, la ripresa della ostilità parte subito con il botto.

Infatti Amanda Anisimova elimina sul Philippe-Chatrier la numero tre al mondo Simona Halep.

La diciassette americana – di chiare origini russe – è una giocatrice che si sta facendo strada in questa stagione, in cui è arrivata a ridosso della Top 50.

Nell’intero soggiorno transalpino si era già visto come Anisimova fosse in uno stato di grazia e stesse giocando un gran bel tennis, ma nessuno fino a questa mattina pensava riuscisse a superare lo scoglio più duro.

Infatti battere Simona Halep – detentrice del titolo – sul rosso, è un impresa solo per predestinati. Oggi ci sentiamo di dire che Amanda Anisimova sta mettendo le basi per entrare nell’élite del tennis femminile.

Anche contro Halep, la tennista degli States ha messo in campo quella grinta e quei colpi deliziosi e pungenti che hanno caratterizzato fin qui il suo torneo.

Tuttavia che la romena non fosse in una delle sue migliori giornate c’è da dirlo: tanti doppi falli e gratuiti concessi alla sua avversaria.

L’ex numero uno al mondo è brava però ad aggrapparsi al match, mantenendo il punteggio di parità.

Il primo strappo all’incontro arriva al sesto game, con il break di Anisimova che sfrutta l’ennesimo doppio fallo della Halep.

I colpi anticipati della tennista di Freehold mandano in crisi Simona, che tuttavia riesce subito a procurarsi una palla per il contro-break.

Anisimova la annulla immediatamente salendo 5-2. Anzi, nel game successivo, strappa nuovamente il servizio alla sua avversaria vincendo il primo set 6-2.

La musica non cambia neanche nel secondo parziale: il gioco di Halep fatica a decollare e si ritrova subito sotto 3-0. Parziale di 7-0 per l’americana che pare mettere in cascina il match.

Ciò nonostante mai dare per battuta Simona Halep: la 28enne di Costanza ha un moto d’orgoglio e arriva fino al 4-4 sfruttando alcune prime troppo tenere di Anisimova.

Quest’ultima, nonostante qualche discutibile scelta del giudice di sedia, non si perde d’animo e torna a picchiare come nel finale di primo set.

Tuttavia la ghiotta occasione c’è l’ha la sua avversaria, che arriva a palla break per salire 5-4. Qui si vede la caparbietà di questa ragazza, che gioca una seconda rischiosa ma molto aggressiva e vince il game.

Halep sfoga su se stessa la rabbia per l’occasione mancata, e successivamente, gioca un altro pessimo turno di servizio della sua giornata.

Amanda Anisimova vince 6-2, 6-4 in poco più di un’ora e accede per la prima volta in carriera alle semifinali del Roland Garros.

A Parigi arriva così l’epifania di una tennista destinata – insieme alla ventenne Vondrousova, anch’essa in semifinale – a dominare nei prossimi lustri.

Anisimova diventa così la più giovane americana in semifinale all’Open di Francia dal 1990 – Jennifer Capriati – la più giovane in assoluto dopo Martina Hingis nel 1997.

L‘enfant prodige del tennis a stelle e strisce affronterà ora in semifinale Ashleigh Barty, che a questo punto è diventata la naturale favorita per il titolo.

L’australiana grazie al suo gioco variegato e incisivo si dimostra in un grandissimo momento di forma – solo 6 sconfitte in questa stagione -.

Battuta dopo un bel match sul Suzanne-Lenglen l’altra americana Madison Keys.

6-3, 7-5 il punteggio finale in favore della numero 8 al mondo, che qui a Parigi sta dimostrando di essere una tennista completa, nonostante la superficie non sia congeniale al suo gioco.

Risultati:

[8] A. Barty b. [14] M. Keys 6-3, 7-5

A. Anisimova b. [3] S. Halep 6-2, 6-4

Semifinali:

[8] A. Barty – A. Anisimova

[26] J. Konta – A. Vondrousova

CLICCA QUI per vedere il tabellone completo

Please follow and like us:

Michele di Vincenzo

Nato a Canosa di Puglia il 14 febbraio 1996. Aspirante giornalista e radiocronista sportivo. Lavoro per testate giornalistiche online e faccio lo speaker in una web radio. Su PeriodicoDaily mi occupo essenzialmente di sport - calcio e tennis in primis.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.