benevento roma

Al Ciro Vigorito il Benevento, fanalino di coda della classifica, affronta nell’ anticipo della quinta giornata di serie A, la Roma.

Il Benevento ha il compito di rifarsi dopo la brutta partita contro il Napoli al San Paolo, dove ha incassato 6 gol, mentre la Roma deve cercare di vincere per centrare la terza vittoria in campionato e salire a quota 9 punti, in attesa della gara contro la Sampdoria ancora da recuperare.

Esordio per l’acquisto estivo giallorosso Gonalons.

Il match è stato sempre dominato dalla Roma, alla cui esuberanza il Benevento di Baroni è apparso impotente fin dai primi minuti. Già al 13’ gli ospiti hanno la possibilità di passare in vantaggio con Dzeko, servito da un bel cross di Bruno Peres sulla destra, ma il suo colpo di testa trova la parata in due tempi di Belec.

Al 16’ un errore di Bruno Peres, che perde palla dopo un contrasto sulla trequarti, innesca un pericoloso contropiede per la squadra di Di Francesco: Coda serve Cataldi che sfiora il palo con un tiro a giro. Dopo quest’episodio in campo ci sarà solo la Roma.

Al 22’ Kolarov entra in area e serve Dzeko, che tutto solo riesce a deviare in porta il pallone con un facile tap-in, che sigla il suo quarto gol in campionato. 0-1.

Al 26’ c’è un’altra occasione per i giallorossi con un colpo di testa di Dzeko sul secondo palo, su cui si avventa Venuti scongiurandone l’ingresso in porta. Quattro minuti dopo l’attaccante bosniaco centra il palo con un tiro a giro di destro da fuori area.

Bisogna aspettare solo 5 minuti e la Roma trova il raddoppio: al 35’ Lucioni, nel tentativo di anticipare Dzkeo, servito da un’ottima traccia in verticale di Gonalons dalla destra, spedisce in scivolata il pallone in rete. 0-2.

Il Benevento negli ultimi minuti del primo tempo prova a ripristinare la situazione, ma il colpo di testa di Chibsah al 42’ è facile preda di Alisson e Coda al 45’ sbaglia completamente la girata al limite dell’area.

La ripresa si apre con un cambio nelle file giallorosse: fuori Under, non molto incisivo, e dentro El Shaarawy. Passano pochi minuti e la Roma trova al 53’il terzo gol con Dzeko che, sfruttando un errore di Memushaj, infila il portiere avversario con un potente sinistro nell’angolino basso . 0-3.

Il Benevento appare ormai inerme, senza forze e senza idee. Al 62’ Pellegrini impegna Belec, che si oppone a un suo destro a piazzare dai 20 metri.

Al 66’ la squadra di casa ha un’occasione gigantesca con Coda, ma l’attaccante, innescato da Memushaj, solo davanti al portiere giallorosso, spara alto. Sono minuti in cui la Roma sta vivendo un breve momento di calo fisico e i campani non ne approfittano come potrebbero se si pensa che 3 minuti dopo Coda spreca malamente un’ulteriore chance calciando troppo centralmente un destro a giro e favorendo così la parata di Alisson.

Appena la Roma si riprende trova il poker, al 75’, con un altro autogol, molto simile a quello di Lucioni. L’autore questa volta è Venuti che, sempre nel tentativo di anticipare Dzeko, devia in rete un cross di Kolarov. 0-4.

All’83’ Dzeko sfiora la tripletta personale colpendo la traversa  con un sinistro di prima intenzione.

La partita termina 4-0 per la Roma che sale a quota 9 punti in classifica, con il match contro la Samp da recuperare, mentre il Benevento, fischiato incessantemente dal proprio pubblico negli ultimi minuti, rimane fermo a  0 punti. Per i giallorossi la vittoria, ottenuta con facilità, dopo una partita dominata nettamente dall’inizio alla fine, è la nona consecutiva in trasferta, un record assoluto nella storia del club.

BENEVENTO ROMA 0-4 (O-2)

MARCATORI: Dzeko 22′, 53′; aut. Lucioni 35′; aut. Venuti 75′

BENEVENTO (4-4-2): Belec; Letizia, Venuti, Lucioni, Di Chiara; Memushaj, Chibsah, Cataldi, Lazaar (64′ Parigini); Puscas, Coda (75′ Armenteros). A disposizione: Brignoli, Del Pinto, Viola, Gyamfi, Kanoute, Lombardi, Gravillon.

Allenatore: Baroni

ROMA (4-3-3): Alisson; Peres, Fazio, Juan Jesus, Kolarov; Pellegrini (68′ Gerson), Gonalons, Strootman; Under (46′ El Shaarawy), Dzeko, Perotti (75′ Florenzi). A disposizione: Skorupski, Lobont, Manolas, Moreno, Castan, De Rossi, Antonucci, Defrel.

Allenatore: Di Francesco

ARBITRO: Fabbri di Ravenna

AMMONITI: Di Chiara e Parigini per gioco scorretto

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.