Binotto sul copygate:

Mattia Binotto ha tuonato parole forti sulla questione copygate che ha visto la Racing Point essere penalizzata di soli 15 punti con un ammenda di appena 400.000 euro. Il team principale della scuderia di Maranello però ha puntato il dito anche contro la Mercedes capitanata da Toto Wolff, rea di aver deliberatamente passato i disegni della W10, andando ad infrangere quindi il regolamento.

“Credo che come Scuderia abbiamo già parlato venerdì dicendo quello che pensiamo, ci son state le proteste e c’è stato un verdetto, il primo verdetto è che quanto fatto è illegale. Questo è un punto di partenza, si può essere furiosi o meno ma c’è una irregolarità e una violazione del regolamento“, ha spiegato Binotto.

La violazione è come copiare un compito, c’è chi lo copia e chi lo passa. Per noi i fatti sono evidenti e non credo ci sia nulla da aggiungere, non si tratta di essere arrabbiati o furiosi, siamo rivali tra di noi, ognuno guarda al proprio interesse, da parte nostra guardiamo a quello che è l’esito di un giudizio da parte dai commissari. Riteniamo che la penalità non sia adeguata e abbiamo quattro giorni per confermare la nostra intenzione di presentare appello”.

La questione copygate è solo all’inizio dunque, con Ferrari, McLaren e Renault che hanno deciso di fare appello alla sentenza FIA, ritenuto troppo leggera e con diversi lati oscuri rimasti senza risposta.

Binotto ha poi elogiato il grande lavoro di Charles Leclerc:

“Al momento la Mercedes e Verstappen sono più veloce di noi. Il nostro target al momento è il quarto posto, che oggi abbiamo conquistato con una grande prova di Charles. Non dimentichiamo che partiva decimo, non era facile risalire. Oggi abbiamo ritrovato ritmo in gara, non ce lo aspettavamo soprattutto dopo la qualifica. Ieri non siamo riusciti ad usare al 100% le gomme morbide sul giro secco”.

Sul difficile momento di Sebastian Vettel:

“Sebastian non ha perso fiducia nel gruppo. E’ innegabile che non sta trovando i risultati e non si trova a suo agio con la macchina. La sua gara è stata in salita per il testacoda iniziale, non penso che la strategia lo abbia penalizzato. Al contrario è stato anche importante per la rimonta di Charles”.

“Da parte nostra valuteremo tutto il possibile per cercare di aiutare Sebastian. Stiamo pensando anche al cambio di telaio che potrebbe garantirgli più confidenza con la vetturea. Barcellona è una pista differente rispetto a Silverstone, dove lui è sempre andato veloce e dove serve tanto carico aerodinamico”.

Binotto ha poi concluso con un accenno alle caratteristiche della SF1000:

“Perdiamo molto nelle curve veloci come si è potuto vedere in queste due settimane. E’ un discorso di bilanciamento della monoposto. Oggi con le condizioni ambientali e il tipo di gomma usato abbiamo trovato un bilancio giusto. In questo momento non abbiamo punti di forza”.

Leggi anche: Gran Premio 70° anniversario: Trionfa Verstappen

Immagine di copertina presa dal sito della Formula 1. Credits FIA

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20