Fiorentina's Federico Chiesa shows his dejection during the Italy Cup semifinal first leg soccer match ACF Fiorentina vs Atalanta BC at the Artemio Franchi stadium in Florence, Italy, 27 February 2019. ANSA/CLAUDIO GIOVANNINI

Semifinale d’andata spettacolare tra Fiorentina e Atalanta. Ben 6 gol, 3 per ciascuna, e tanto spettacolo al Franchi di Firenze, Una semifinale d’andata quasi insolita come punteggio, dove le due semifinaliste non si sono risparmiate ed hanno giocato a viso aperto, regalando una partita fantastica ai propri tifosi.

La partita vive una prima emozione al momento della coreografia da brividi dell’intero stadio per Davide Astori, a quasi un anno (4 Marzo) dalla sua scomparsa.

Fasi iniziali di tinte viola. La squadra di Pioli parte aggressiva, alzando subito il baricentro. Muriel, infatti, va subito al tiro, dopo uno scambio con Chiesa, dai 25 metri ma il suo tiro non trova la porta. Poco dopo, è ancora l’attaccante viola che cerca con una delle sue folate di scardinare la difesa di Gasperini, ma viene chiuso sul più bello egregiamente da Mancini. Il primo squillo dell’Atalanta è con Ilicic: lo Sloveno ci prova da fuori, il suo tiro viene deviato ma Lafont, con la mano di richiamo e con un gran riflesso, sventa il pericolo. Poco dopo però il portiere viola non può nulla quando Ilicic, dopo una cavalcata di 40 metri saltando Hugo, serve con un filtrante Gomez, il quale a tu per tu col numero 1 viola incrocia di destro e porta in vantaggio la dea. Passano due minuti ed Ilici inventa una pennellata clamorosa per l’inserimento di Pasalic che con un tocco morbido batte Lafont e sigla lo 0-2 bergamasco. Ilicic viene festeggiato dai suoi compagni per la seconda incredibile invenzione. Dall’altro lato però si sveglia Chiesa che con la solita foga agonistica, pressa Palomino a metà campo, recupera palla, e si invola verso Berisha battendolo e dimezzando lo svantaggio. Come per l’Atalanta, anche la viola trova il secondo gol nel giro di pochi minuti: Chiesa, decisivo come Ilicic, trova in mezzo Muriel che fa da sponda all’inserimento di Benassi che trafigge Berisha, e sigla il clamorosa pareggio. Ben 4 gol in 36 minuti del primo tempo. Semifinale assolutamente spettacolare. Nel finale di tempo Toloi e Hateboer si fanno ammonire. Erano in diffida e salteranno il ritorno.

La coreografia dell’intero stadio in memoria di Davide Astori


Il secondo tempo si preannuncia scoppiettante: Zapata dopo pochi minuti cerca il primo squillo della sua partita ma la mira non è quella delle giornate migliori. E’ Hugo per la Fiorentina che sfiora il 3-2 con uno stacco imperioso ma la sua traiettoria sfiora lo specchio della porta. La partita si gioca su ritmi altissimi, con pressing e capovolgimenti da una parte e dall’altra. Al 58′, dopo un calcio d’angolo respinto dall’uscita di Lafont, il pallone arriva sui piedi di De Roon che di prima intenzione calcia e trova un gol straordinario sotto la traversa. E’ il gol del 2-3 per l’Atalanta che ora ha in mano partita e qualificazione. Dopo il gol la partita cala d’intensità per qualche minuto, complice anche la botta psicologica accusata dagli uomini di Pioli. Tuttavia Palomino, dopo un altro errore in fase di impostazione, regala la possibilità a Muriel di pareggiare ma Berisha è attento stavolta ad uscire in modo tempestivo.

Il gol di Muriel

Nel momento in cui l’Atalanta sembra poter controllare la partita, ecco il gol del 3-3 viola: il solito Chiesa si lancia in profondità, affonda verso il centro, e trova Muriel al centro dell’area libero di siglare il pareggio. In modo rocambolesco la Fiorentina avrebbe l’occasione di andare in vantaggio, ma è Palomino che salva in scivolata una ribattuta a colpo sicuro di Simeone. Il difensore si riscatta dopo il grave errore sul gol di Chiesa. All’ultimo secondo è l’Atalanta che avrebbe l’occasione di chiudere match e qualificazione, ma Hateboer che con uno stacco di testa, stampa il pallone sulla traversa. E’ l’ultima emozione di una partita spettacolare, ricca di emozioni e gol. Il ritorno è in programma il 24 Marzo allo stadio Atleti Azzurri d’Italia.

Tabellino

Fiorentina – Atalanta 3-3 ; 16′ Gomez (A), 18′ Pasalic (A), 33′ Chiesa (F), 36′ Benassi (F), 58′ de Roon (A), 79′ Muriel (F)

Fiorentina (3-4-1-2): Lafont, Ceccherini (80′ Laurini), Milenkovic, Hugo; Dabo (76′ Simeone), Benassi, Veretout, Biraghi; Gerson (52′ Edimilson); Muriel, Chiesa. 

Allenatore: Stefano Pioli

Atalanta (3-4-1-2): Berisha; Toloi, Palomino, Mancini; Hateboer, de Roon, Pasalic, Castagne; Gomez (87′ Barrow); Ilicic, Zapata (84′ Reca). 

Allenatore: Gian Piero Gasperini

Ammoniti: Hugo (F), Mancini (A), Toloi (A), Hateboer (A), Biraghi (F), Laurini (F)

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.