La domenica della decima settimana di NFL ha visto ribaltarsi completamente la classifica in NFC West. Seattle esce sconfitta, dal match contro i rivali dei Rams, e scivola al terzo posto. Al comando, ci sono ora i Cardinals, in virtù dei due scontri di conference vinti. In AFC East, Miami vince ancora e ora può seriamente puntare a insidiare il primo posto. Nel Monday Night, i Ravens perdono contro i Patriots. La striscia di punteggi record di Baltimora si interrompe, mentre si riapre la lotta al secondo posto in AFC North.

Decima settimana di NFL; i Buccaneers hanno riscattato l’ultima sconfitta?

Buccaneers-Panthers 46-23. Tampa riscatta i soli tre punti, segnati contro i Saints e, a Charlotte, vince con un netto 46-23. I Panthers resistono solo un tempo, chiudendo la prima metà di gara sul 17-17. Nel secondo tempo, la difesa dei Buccaneers aumenta la pressione sulla linea e lascia pochissimo tempo per lanciare a Bridgewater. In difesa, Carolina fatica ancora di più a fermare le incursioni di Brady e compagni, che segnano a ripetizione.

Vincono ancora Giants e Packers

Eagles-Giants 17-27. Philadelphia non riesce a ripetere il risultato della Week 7. Questa volta, sono i Giants a vincere lo scontro con i rivali. New York gioca una buona gara, mettendo in mostra un buon attacco e una buona difesa. Gli Eagles provano a restare in corsa, ma, nell’ultimo quarto, sbattono contro la difesa avversaria e non riescono ad andare a punti.

Jaguars-Packers 20-24. Green Bay fatica più del previsto, contro dei Jaguars decisi a fare il colpaccio. La partita rimane in equilibrio fino all’ultimo quarto, quando, sul 20-17, i Packers trovano il touchdown he ribalta il punteggio. Jacksonville ha ancora tempo per rimontare, ma la retroguardia di Matt LaFleur non concede spazi all’attacco avversario e difende il risultato.

Vittoria all’ultimo field gol

Football Team-Lions 27-30. Detroit vince la partita proprio allo scadere, evitando il disastro, in seguito alla rimonta subita. Washington, sotto per 3-24 nel terzo quarto, riesce a ristabilire la parità a due minuti dalla fine della partita. I Lions si riportano in vantaggio con il field gol del 24-27, a cui il Football Team replica poco dopo. Con ancora 16 secondi a disposizione, l’attacco di Detroit riesce ad arrivare nel field gol range. Prater non sbaglia il calcio da 59 yards e i Lions escono vincitori.

Touchdown solo nell’ultimo quarto

Texans-Browns 7-10. Quella tra Texans e Browns è una partita equilibratissima, dove gli attacchi di entrambe le squadre non riescono a farsi valere. È Cleveland a sbloccare il risultato, con un field gol, nel primo quarto. Dopo due quarti, in cui le due squadre restano a secco, ci pensa Chubb a sbloccare la partita, con un touchdown, all’inizio dell’ultimo quarto. Houston fatica ad attaccare, ma riesce a realizzare un touchdown a cinque minuti dalla fine. Sul 7-10, l’attacco di Cleveland non rischia e fa avanzare il cronometro, fino allo scadere.

Decima settimana di NFL; Dolphins e Raiders ok, altra sconfitta per i 49ers

Chargers-Dolphins 21-29. Miami centra la sesta vittoria stagionale e rimane stabilmente al secondo posto in AFC East. Inizio devastante dei Dolphins, che chiudono il primo quarto in vantaggio per 14-0. Da lì, la partita si fa tutta in discesa per la squadra di Flores, che tiene a bada i Chargers e resta in vantaggio fino alla fine.

Broncos-Raiders 12-37. Las Vegas è padrona del campo e batte Denver con un secco 12-37. Le corse dei due running back dei Raiders, Jacobs e Booker, sono letali per la difesa dei Broncos, che subisce quattro touchdown su corsa. Dall’altra parte, il reparto difensivo di Las Vegas è compatto e puntuale negli interventi, come dimostrano i 4 intercetti messi a segno su Lock.

49ers-Saints 13-27. I 49ers si arrendono anche ai Saints e incassano la terza sconfitta consecutiva. San Francisco, dopo un buon primo quarto, non riesce più a restare in partita. New Orleans difende bene e, in attacco, può contare, ancora una volta, su un Alvin Kamara in splendida forma. Con tre touchdown del loro running back e due field gol di Lutz, i Saints battono i Niners e volano a 7-2.

NFC West: cambiano gli equilibri

In appena una giornata di gare, la situazione in NFC West si ribalta completamente. Mentre San Francisco continua a faticare, la battaglia per il primo posto, tra Cardinals, Seahawks e Rams, entra nel vivo. I Rams vincono il match contro Seattle, che, dal primo posto, scende al terzo e Arizona sale al comando, grazie alla vittoria contro Buffalo.

Seahawks-Rams 16-23. Nello scontro di conference, Los Angeles batte Seattle, che, dal primo, scivola al terzo posto della NFC West. Questa volta, è l’attacco dei Seahawks a non essere in giornata, soprattuto nel secondo tempo, in cui conquista solo tre punti con un field gol. La linea di difesa dei Rams mette molta pressione a Wilson, che fatica a trovare il tempo per lanciare e chiude la partita con due intercetti subiti.

Bills-Cardinals 30-32. All’ultimo secondo, Arizona ribalta le sorti di una partita molto complicata. I Bills, nel secondo tempo, trovano di fronte un devastante Kyler Murray, che riapre la gara, con due rushing touchdown. Buffalo non molla e ritrova il vantaggio, a pochi secondi dallo scadere. Sul 30-26, ai Cardinals restano poco meno di 30 secondi, per sperare di vincere. A questo, pensa ancora Murray, con l’ultimo lancio del match; un deep pass che pesca Hopkins, in end zone. L’ex Texans, circondato dai difensori dei Bills, riesce a ricevere, per la vittoria di Arizona.

Pittsburgh, ora sono 9 di fila

Bengals-Steelers 10-36. Pittsburgh archivia anche la pratica Cincinnati e prosegue la sua striscia di imbattibilità. I Bengals sbattono contro la formidabile difesa degli Steelers, che non fa sconti all’attacco guidato dal rookie Burrow. Al resto pensa l’attacco, guidato da un Roethlisberger in ottima condizione.

Decima settimana di NFL; i Patirots interrompono il record dei Ravens

Ravens-Patriots 17-23. Dopo 31 partite consecutive, in cui hanno messo a segno più di 20 punti, i Ravens sbattono contro la difesa dei Patriots e vedono terminare la loro striscia da record. L’attacco di Baltimora è parso parecchio sottotono e ha commesso molti errori, soprattuto sugli snap, che hanno fatto perdere molte yards a Jackson. A questo, va aggiunta l’ottima prestazione della retroguardia di Belichick. Sul 17-23, la difesa dei Pats è, infatti, riuscita a difendere il risultato fino alla fine, limitando le incursioni dell’attacco dei Ravens.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20