F1 Anteprima GP Canada

Domenica si disputa il cinquantesimo Gran Premio del Canada.

Anteprima – Il circus della F1 arriva in Canada per il primo round nordamericano della stagione. La Mercedes infatti è stata assoluta protagonista di questo inizio di stagione, con ben 6 successi nelle prime 6 gare condite da 5 doppiette. A Monaco Vettel è riuscito a rompere l’egemonia dei Tedeschi con il secondo posto. Sul gradino più basso del podio Valtteri Bottas, complice la penalizzazione avuta da Max Verstappen, come conseguenza del contatto ai box con il Finlandese. A dire il vero l’Olandese avrebbe meritato il podio.

Nel 2018 vinse Sebastian Vettel che conquistò anche la pole al Sabato. In seconda posizione Valtteri Bottas con Max Verstappen a chiudere il podio. Particolarmente opaca fu la prestazione di Lewis Hamilton che chiuse in quinta posizione.

Mercedes

Mercedes F1

La scuderia Tedesca si presenta con 6 vittorie nelle prime 6 gare con 5 doppiette, d’altra parte Hamilton e Bottas hanno letteralmente dominato questo inizio di stagione e difatti saranno i contendenti per la vittoria finale del Mondiale. Il team porterà anche la seconda unità della Power Unit con un aumento di potenza stimato di 8 cv. In Mercedes sono convinti di essere migliorati anche sul piano dell’efficienza, al fine di permettere ai piloti di poter spingere a fondo in gara o di partire con un quantitativo di benzina minore rispetto a tutti gli altri.

Ferrari

Ferrari F1

In Canada la Ferrari è chiamata ad una vittoria. Il circuito si sposa con le caratteristiche della rosa: medio carico aerodinamico, curve medio veloci, e lunghi rettilinei. La scuderia di Maranello a Barcellona aveva portato la seconda unità del motore endotermico, mentre in Canada verrà portata la seconda unità del turbocompressore al fine di migliorare erogazione potenza e soprattutto i consumi di carburante.

I segreti del circuito

 Il tracciato si divide tra le isole di Notre-Dame (un’isola artificiale) e di Sainte-Hélène. Vi sono state alcune modifiche del layout nel corso degli anni, la più importante ha riguardato la zona attuale del lungo rettilineo tra Hairpin e ultima chicane. Circuito da alte velocità con vari rettilinei e frenate molto intense. Una delle zone più conosciute è quella del famoso Wall of Champions, situato all’uscita della chicane finale che immette sul rettilineo del traguardo ove vari piloti hanno concluso la gara, tra cui campioni del mondo come Damon Hill, Jacques Villeneuve e Michael Schumacher.

Montréal è un circuito semi-permanente, caratterizzato da un asfalto liscio: le strade del Parc Jean Drapeau, sulle quali si snoda il tracciato, sono aperte al pubblico durante il resto dell’anno. Ciò significa che l’asfalto, soprattutto nelle prime prove libere, è particolarmente “sporco” e scivoloso. Tuttavia l’evoluzione della pista è elevata, man mano che inizia a gommarsi ed evolve significativamente durante la gara rendendo le strategie ancora più importanti richiedendo reattività d’intervento immediato.

Essendo un circuito “stop-and-go”, è molto severo per i freni e richiede un carico aerodinamico di medio livello. E’ particolarmente importante scaldare correttamente i pneumatici anteriori. Molto importante quindi la stabilità in frenata, l’aderenza meccanica e la trazione in uscita dalle curve.

Il tracciato è dotato di due tratti consecutivi dove si può utilizzare l’ala mobile, lungo il Droit du Casino e il rettifilo dei box, in tal modo dovrebbero esserci molti sorpassi.. La probabilità d’ingresso della Safety Car che neutralizza la gara è elevata, perché ci sono poche vie di fuga e la rimozione delle vetture accidentate non è agevole. 

 A livello aerodinamico le vetture utilizzeranno degli assetti da medio, medio-basso carico in quanto le velocità massime sul tracciato di Montreal sono molto importanti. Il motore sarà molto sollecitato in quanto verrà sfruttato per il 68% del giro a massimo carico

Gli pneumatici portati da Pirelli

La Pirelli sul tracciato del Canada porterà in pista le tre mescole di pneumatici più soffici in quanto del basso degrado previsto. Differente scelta strategica tra Mercedes e Ferrari in quanto la scuderia di Brackley ha scelto una Soft in più della scuderia di Maranello, che ha preferito un treno in più di Medie.

Albo d’oro

1961 Mosport, Peter Ryan Lotus-Climax
1962 Mosport, Masten Gregory Lotus-Climax
1963 Mosport, Pedro Rodríguez Ferrari
1964 Mosport, Pedro Rodríguez Ferrari
1965 Mosport, Jim Hall Chaparral-Chevrolet
1966 Mosport, Mark Donohue Lola-Chevrolet
1967 Mosport, Jack Brabham Brabham-Repco
1968 Mont-Tremblant, Denny Hulme McLaren-Ford
1969 Mosport, Jacky Ickx Brabham-Ford


1970 Mont-Tremblant, Jacky Ickx Ferrari
1971 Mosport, Jackie Stewart Tyrrell-Ford
1972 Mosport, Jackie Stewart Tyrrell-Ford
1973 Mosport, Peter Revson McLaren-Ford
1974 Mosport, Emerson Fittipaldi McLaren-Ford
1975 Non disputata
1976 Mosport, James Hunt McLaren-Ford
1977 Mosport, Jody Scheckter  Wolf-Ford
1978 Montréal, Gilles Villeneuve Ferrari
1979 Montréal, Alan Jones Williams-Ford


1980 Montréal, Alan Jones Williams-Ford
1981 Montréal, Jacques Laffite Ligier-Matra
1982 Montréal, Nelson Piquet Brabham-BMW
1983 Montréal, René Arnoux  Ferrari
1984 Montréal, Nelson Piquet  Brabham-BMW
1985 Montréal, Michele Alboreto Ferrari
1986 Montréal, Nigel Mansell Williams-Honda
1987 Non disputata
1988 Montréal, Ayrton Senna McLaren-Honda
1989 Montréal, Thierry Boutsen Williams-Renault


1990 Montréal, Ayrton Senna McLaren-Honda
1991 Montréal, Nelson Piquet Benetton-Ford
1992 Montréal, Gerhard Berger McLaren-Honda
1993 Montréal, Alain Prost Williams-Renault
1994 Montréal, Michael Schumacher Benetton-Ford
1995 Montréal, Jean Alesi Ferrari
1996 Montréal, Damon Hill Williams-Renault
1997 Montréal, Michael Schumacher Ferrari
1998 Montréal, Michael Schumacher Ferrari
1999 Montréal, Mika Häkkinen McLaren-Mercedes


2000 Montréal, Michael Schumacher Ferrari
2001 Montréal, Ralf Schumacher Williams-BMW
2002 Montréal, Michael Schumacher Ferrari
2003 Montréal, Michael Schumacher Ferrari
2004 Montréal, Michael Schumacher Ferrari
2005 Montréal, Kimi Räikkönen McLaren-Mercedes
2006 Montréal, Fernando Alonso Renault
2007 Montréal, Lewis Hamilton McLaren-Mercedes
2008 Montréal, Robert Kubica BMW Sauber
2009 Non disputata


2010 Montréal, Lewis Hamilton McLaren-Mercedes
2011 Montréal, Jenson Button McLaren-Mercedes
2012 Montréal, Lewis Hamilton McLaren-Mercedes
2013 Montréal, Sebastian Vettel Red Bull Renault
2014 Montréal, Daniel Ricciardo Red Bull Renault
2015 Montréal, Lewis Hamilton Mercedes
2016 Montréal, Lewis Hamilton Mercedes
2017 Montréal, Lewis Hamilton Mercedes
2018 Montréal, Sebastian Vettel Ferrari

Recordman del GP del Canada è Michael Schumacher con 7 successi, seguito da Lewis Hamilton con 6 e Nelson Piquet con 3. Tra le scuderie la McLaren vanta 13 successi, seguita da Ferrari con 12 e Williams con 7.

La programmazione in TV

DIRETTA SKY SPORT Venerdì 7 giugno
Prove libere 1: 16.00 – 17.30
Prove libere 2: 20.00 – 21.30

Sabato 8 giugno
Prove libere 3: 17.00 – 18.00
Qualifiche: 20.00 – 21.00

Domenica 9 giugno
Gara: 20.10

DIFFERITA TV8
Qualifiche
: Sabato 8 giugno, ore 21.30
Gara: Domenica 9 giugno, ore 21.30

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.