Giro di Svizzera 2019: Carthy fa l’impresa, Dennis attacca, Bernal resiste

Il britannico della Education First parte al km 0 e sta tutta la giornata in fuga, vincendo il tappone alpino. Dennis attacca, ma Bernal resiste e vince

Tappa 9: Ulrichen – Ulrichen (144km)

Hugh Carthy fa l’impresa. Il britannico della Education First realizza un numero d’altri tempo. Partito al km 0, il 24enne di Preston sta tutto il giorno in fuga, andando a vincere in solitaria ad Ulrichen, dopo aver domato 3 GPM di 1° categoria

Fuga di giornata corridori, tra i quali ci sono nomi importanti come quello di Fabio Aru e di Rui Costa. Ma è Hugh Carthy a rompere subito l’accordo, consapevole che il gruppo non lascerà partire una fuga così numerosa. Solo il sardo della UAE va all’inseguimento del britannico, mentre i primi inseguitori si trovano a 20” dalla coppia al comando

Ma Carthy non vuole portarsi dietro nessuno, e quando Aru e Kamna lo raggiungono, il britannico allunga ancora. Mentre il gruppo scollina sul primo GPM con 3′ di distacco, il corridore della EF è ormai riuscito a scrollarsi di dosso i suoi inseguitori. L’azione del britannico prosegue anche sulla seconda salita di giornata, il San Gottardo, mentre uno dopo l’altro i fuggitivi vengono ripresi dal gruppo tirato dal Team Ineos

Fabio Aru rimane vittima di un problema meccanico che gli fa perdere terreno dal gruppo inseguitori, mentre nel gruppo arrivano in testa gli Astana, che impongono un netto cambio di ritmo. Carthy intanto continua a guadagnare, e a metà tappa il suo vantaggio sui primi contrattaccanti è di 2′

Ai piedi dell’ultima salita di giornata la corsa esplode, e nel gruppo restano in 7 (Konrad, Bernal, Soler, Betancur, Dennis, Pozzovivo e Benoot), distanti 30” da Spilak e Frank, ultimi reduci del gruppetto inseguitore, e 2′ da un infinito Hugh Carthy, che si invola da solo verso il successo di tappa. Il britannico della EF scollina per primo anche sul terzo e ultimo GPM, conquistano i punti necessari per vincere la maglia a Pois

Nel gruppo c’è l’attacco di Rohan Dennis, rintuzzato però subito da un Egan Bernal sulla difensiva. In discesa le posizioni si cristallizzano, con Hugh Carthy che va a vincere in solitaria la nona e ultima tappa del Giro di Svizzera 2019. Dennis e Bernal arrivano insieme. Il colombiano vince quindi la corsa elvetica

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.