gp austria stiria dichiarazioni prove
Dal canale Youtube ufficiale MotoGP

Siamo al termine di un intenso venerdì al Red Bull Ring, fatto di due sessioni di prove che hanno chiarito le idee (si spera) a team e piloti per la messa a punto. In attesa che i motori si riaccendano ancora, vi proponiamo una carrellata di dichiarazioni dei protagonisti di queste prove libere del GP d’Austria.


GP Austria FP1 MotoGP: Espargaro comincia bene

GP Austria, le dichiarazioni dei piloti dopo le prove libere

Andiamo ad ascoltare le dichiarazioni dei piloti protagonisti delle prove libere del Gp d’Austria.

Pol Espargaro: “Abbiamo tenuto solo le FP1, le FP2 non sono servite a nulla. I test aiutano un po’ se partiamo con un set-up che funziona abbastanza bene. Ma quello che conta nelle ultime gare sono le gomme e quando abbiamo fatto i test qua erano differenti. Avevamo problemi che oggi non abbiamo avuto. La moto si muoveva tantissimo sul rettilineo e non potevamo aprire tutto il gas.

Dovizioso è molto veloce, guida la Ducati in una maniera unica e oggi era molto veloce. Domani sarà difficile, Dovi andrà molto forte“. (intervista SKY).

Andrea Dovizioso: “Siamo partiti bene, questa mattina riuscivo a frenare meglio rispetto ai GP precedenti, sicuramente ci aiutato un po’ la pista ma in generale mi sono sentito meglio, ho ritrovato il feeling con la moto, abbiamo ottenuto quello che volevamo. La mia performance è in linea con quella del 2019, anche se c’è un po’ di differenza con l’angolo delle gomme. In questo GP, considerato estremo per il consumo, portano la stessa carcassa con piccole modifiche, mentre le dure hanno carcassa e mescole del 2019, ma nessuno le ha utilizzate e non credo che le utilizzi nei prossimi giorni. Il miglioramento è legato al fatto che siamo riusciti ad approcciare diversamente la pista ed è migliorata la facilità con cui io guido la moto, in frenata mi sono sentito molto bene”. “È bello staccare così, ero abbastanza brutto nelle prime gare…” (intervista SKY)

Maverick Vinales: “Il feeling qui è piuttosto simile a quello di Brno: abbiamo gli stesso problemi. Comunque, sono solo le FP1, e abbiamo ancora molti giri da fare in pista. Ora tocca a noi migliorare. Darò del mio meglio per raccogliere i dati migliori, poi vedremo. Comunque, in pista mi sento molto forte. Riguardo il mio stile di guida, sento che siamo a punto, e questa è la cosa più importante. Quando troveremo il giusto setting, saremo a lottare lì davanti“. (intervista Crash.net)

Valentino Rossi: “E’ difficile, perché non siamo riusciti a stare nei dieci questa mattina. Come sempre, ci sono molte moto e molti piloti diversi che vanno molto forte. Siamo vicini, non così lontani, ma dobbiamo lavorare e migliorare su diversi punti. Vedremo, e speriamo di avere un altro turno asciutto oggi pomeriggio“. (intervista Crash.net)

Le dichiarazioni dei manager

Oltre ai piloti, vi riportiamo le dichiarazioni dei manager e dei direttori sportivi, su alcuni temi riguardanti il Gp d’Austria.

Piero Taramasso, responsbile Michelin (sulle accuse di favoritismo alla KTM): “Sono dichiarazioni senza senso viste le regole vigenti e noi rispettiamo le regole. KTM ha fatto i test, ha provato delle gomme che avevamo già scelto ad inizio anno, quando dichiariamo le gomme per tutte le corse, e tutti erano al corrente delle mescole scelte. Fare dei test prima della gara non ti fa partire da zero il venerdì“.

(Sulla situazione gomme per il weekend): “Le gomme posteriori soft e media sono derivate dalla costruzione 2020 e sono quelle usate stamattinaSolo la costruzione dura deriva da quella del 2019 e nessuno l’ha usata oggi. Le gomme qui hanno una piccola modifica per tenere più basse le temperature, la stessa cosa che facciamo in Thailandia. Il segreto per tenere le temperature più basse non lo diciamo neanche ai team, però funziona bene“. (Intervista SKY)

Davide Tardozzi, Team manager Ducati (su Andrea Dovizioso): “Abbiamo ridato un po’ di feeling sull’anteriore, quello che è mancato a Brno dove non avevano feeling in frenata. Andrea è consapevole di quanto successo, ha fatto autocritica, abbiamo parlato insieme di come fare la moto qui, il suo ingegnere gli ha dato le motivazioni giuste. Contratti? Sempre difficile scegliere. A fine mese prenderemo una decisione” (Intervista SKY)

Lo stesso Tardozzi ha annunciato su DAZN che decideranno del rinnovo di Dovizioso dopo il GP di Stiria.

Maio Maregalli, Team Manager Yamaha (sul venerdì di Rossi e Vinales): “Questa pista non è favorevole alle nostre moto, non pensavo comunque ad un inizio così difficile. Siamo partiti da un set-up più o meno simile all’anno scorso. Poi la pista non è ancora gommata a sufficienza, speriamo che il tempo regga anche nelle FP2. A Brno Vinales ha deciso di partire con una gomma già rodata e stavolta non ha pagato. Non aveva grip né in frenata né in accelerazione sin dall’inizio, provando a recuperare qualcosa in accelerazione è stato forse troppo brusco e le temperature delle gomme sono diventate troppo alte“. (intervista SKY)


Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20