fbpx

Guida alle squadre di Euro 2022 femminile Danimarca

Date:

Dopo essere arrivato secondo agli Europei del 2017, ha fatto male non vedere la Danimarca ai Mondiali del 2019. Una disputa salariale con la FA danese (DBU) ha portato la squadra a rinunciare a una partita contro la Svezia, finendo seconda nel girone dietro ai vicini prima di perdere i playoff contro l’Olanda. La mancanza del Mondiale sembra aver acceso un fuoco collettivo nella rosa, tuttavia, e nelle qualificazioni per gli Europei di questa estate e il Mondiale del prossimo anno sono stati spietati. Per gli Europei hanno camminato nel Gruppo B davanti all’Italia. I danesi hanno impressionato con una difesa particolarmente forte, subendo un solo gol, mentre dall’altra parte hanno segnato 48 gol in 10 partite. La star del Chelsea Pernille Harder ha spiegato: “[L’allenatore] Lars Søndergaard ci ha dato un modo di giocare distintivo e attraente ed è importante per noi giocare un bel calcio”.

Euro 2022 Danimarca: come sta la squadra

Sødergaard si è anche spostato dal più tradizionale 4-3-3 o 4-4-2 a un 3-4-3 con terzini, consentendo a giocatori come Sofie Svava, Sara Thrige e Janni Thomsen di prosperare sulle fasce. Poiché il cross è una specialità particolare di questa squadra, la Danimarca riempie l’area di rigore con giocatori offensivi – così come il terzino opposto – per portare più giocatori in posizioni di punteggio. Il ritardo di un anno dell’Euro potrebbe dare un vantaggio alla Danimarca. Si sono appena qualificati per la loro prima Coppa del Mondo dal 2007 e la fiducia è alta. La Danimarca ha anche, come molti altri paesi, una miriade di giovani giocatori in arrivo. Søndergaard ha anche detto al momento in cui il torneo è stato posticipato: “Questa squadra ha un ottimo mix di esperienza e non ha ancora raggiunto il suo apice. Ci sono molti giocatori che possono solo migliorare”. E, in effetti, gli ultimi 12 mesi hanno visto giocatori come Svava, Signe Bruun, Kathrine Møller Kühl e il portiere Lene Christensen svilupparsi ulteriormente e diventare una risorsa ancora più grande per la squadra.

L’allenatore

Il 63enne Lars Søndergaard è alla guida della nazionale da dicembre 2017. Dopo aver allenato squadre danesi come AaB, Viborg FF e SønderjyskE, oltre a un paio di club austriaci, dal 1996, questo è stato il suo primo tempo allenando le donne. Ha ammesso subito che non vedeva grandi differenze tra allenare una squadra femminile e una maschile, a parte forse una. “Le giocatrici fanno molte più domande e vogliono parlare di tutto però”, ha detto. “È molto positivo, ma era qualcosa a cui dovevo abituarmi”. È benvoluto dai giocatori e dallo staff e non è stata una sorpresa che abbia firmato un nuovo contratto per partecipare ai Mondiali del 2023.

Giocatore stellare

Pernille Harder ha così tanti premi individuali che quelli non in mostra a casa dei suoi genitori vengono conservati sotto il suo letto a Londra. La stella del Chelsea dalla mentalità offensiva ha vinto il campionato in tutte le stagioni in cui ha giocato dal 2016 (con Linköping, Wolfsburg e Chelsea). È la miglior marcatrice di tutti i tempi della nazionale danese, maschile e femminile, con 67 gol (al 7 giugno). È il capitano della squadra ed è un piacere guardarla in un ruolo libero. Sembra trovare spazi e passaggi come nessun altro. Harder non è solo un modello in campo, ma anche fuori: è un membro di Common Goal ed è nota per la sua campagna sui diritti LGBTQ+.

Carta jolly

Kathrine Kühl compirà 19 anni il giorno prima dell’inizio del torneo ed è il membro più giovane della rosa danese, ma questo super talento sa come migliorare il suo gioco quando è necessario. È una fabbro che può aprire le difese più strette con passaggi intelligenti e una tecnica affascinante. Avrà un impatto ogni volta che sarà in campo. Il centrocampista del Nordsjælland è una stella nascente in Kvindeligaen da un paio d’anni e sarà quello da tenere d’occhio quest’estate e per molti anni a venire.

Euro 2022 Danimarca: Eroe di tutti i tempi

Katrine Pedersen ha trascorso più di 25 anni con la nazionale danese, prima come giocatrice e poi come assistente allenatore. Attiva dal 1994 al 2013, ha vinto ben 210 presenze, più di qualsiasi altro danese. È, più di chiunque altro, sinonimo di “Kvindelandsholdet”, che controlla le partite dal suo ruolo di centrocampista difensivo. Ha guidato la Danimarca in cinque Euro e tre Mondiali da giocatrice ed è un modello per l’attuale gruppo essendo stata lì per la maggior parte dei suoi esordi, sia come giocatrice che come assistente allenatore. Ora è l’allenatore capo dell’AGF, squadra femminile danese.

Storia

La Danimarca non è estranea a questa competizione, la seconda classificata del 2017 ha partecipato al primo torneo in assoluto, nel 1984. Si è qualificata a tutti i tornei dal 1991. I biancorossi non hanno mai vinto l’Euro ma hanno quattro medaglie di bronzo (1991 , 1993, 2001 e 2013) e ha raggiunto la prima finale cinque anni fa, perdendo 4-2 contro l’Olanda. Nel 2013 hanno quasi raggiunto la finale senza vincere una sola partita nei tempi regolamentari. Due pareggi nella fase a gironi significavano che erano una delle due migliori terze classificate prima che un pareggio e una vittoria ai calci di rigore contro la Francia li portassero in semifinale. Lì, tuttavia, la loro fortuna si è esaurita e hanno perso contro la Norvegia ai tiri dal dischetto.

Obiettivo realistico quest’estate

Semifinalista nel 2013 e finalista battuta nel 2017, questa volta la Danimarca spera di arrivare fino in fondo, ma il Gruppo B è incredibilmente duro – hanno pareggiato con Germania, Spagna e Finlandia – ed è probabile che la loro avventura finisca dopo tre Giochi.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share post:

Subscribe

spot_imgspot_img

Popular

More like this
Related

Nainggolan tentato dal ritorno in Serie A, il Monza lo cerca

Il calcio italiano potrebbe presto riabbracciare una sua vecchia...

Odermatt vince il primo super-G maschile della stagione a Lake Louise

Lo sciatore svizzero Odermatt ha conquistato il primo super-G...

Ottava giornata Basket Serie A 2022/2023: il punto

La Virtus Bologna sembra non conoscere avversari e coglie...

14esima giornata Serie B 2022/2023: il punto

Dopo gli anticipi del sabato, che hanno visto...