Hamilton domina al Paul Ricard! Bottas completa la doppietta Mercedes

Paul Ricard – E’ il miglior Lewis Hamilton di sempre? Probabilmente sì. L’Inglese nel Gp di Francia ha dato vita ad una prova di forza netta, quasi imbarazzante nei confronti dei rivali. Guida pulitissima, senza sbavature, e giri record in ogni passaggio. Il compagno di squadra, Valtteri Bottas, è uscito letteralmente distrutto dal confronto col 5 volte campione del mondo.

Il Finlandese, infatti, ha chiuso a ben 18 secondi dal compagno e solo per una questione di millesimi è riuscito a tenere dietro Charles Leclerc. Giornata da “dimenticare” per il secondo pilota Mercedes che ha avuto un ritmo troppo lento nel secondo stint di gara.

La Mercedes è apparsa anche in questa gara letteralmente dominante. La vettura riesce a generare un enorme quantità di carico aerodinamico laterale. Infatti, la W10 non è la più veloce sui rettilinei, ma in centro curva riesce a fare una differenze enorme.

Terza posizione per un solido Charles Leclerc, autore di una buonissima gara per quel che la macchina permetteva. Nel finale il monegasco è riuscito a mettere pressione a Bottas sfiorando un secondo posto che, con un giro in più, sarebbe potuto arrivare.

La gara è stata soporifera, come dimostrano i piazzamenti di Verstappen e Vettel. Il primo ha chiuso a 15 secondi da Leclerc, e a 34 da Hamilton. Ma non è mai stato in lotta per un piazzamento sul podio. Seb invece, dopo i sorpassi alle due McLaren ha tenuto un buon ritmo, ma era già troppo lontano da Verstappen e Leclerc. Il Tedesco è riuscito però a strappare il punto addizionale del giro veloce, con il pit stop a due giri dalla fine. Preoccupante però che sia stato solo pochi millesimi più veloce del giro di Hamilton, arrivato all’ultimo giro con gomme ormai finite.

Sesta posizione per Sainz, arrivato ad oltre un minuto. La McLaren ha sicuramente recuperato il gap al centro gruppo, ma manca ancora tanto per stare con i primi, o quantomeno con la RedBull.

Grande bagarre per la settima posizione nei giri finali. Norris, sino a quel momento in gran spolvero, ha dovuto cedere il passo per problemi meccani e idraulici. Raikkonen, Ricciardo ed Hulkenberg lo hanno superato all’ultimo giro con una bagarre stile anni 80’, in cui ha avuto la meglio Ricciardo. A fine gara però i commissari, lo hanno penalizzato con 10’ secondi sul tempo. Una scelta folle, dopo la penalità avuta da Vettel in Canada.

Questa non è più Formula 1. I piloti devono essere liberi di battagliare tra di loro. Le regole di oggi appaiono troppo severe.

Ordine d’arrivo dunque modificato con Raikkonen settimo, Hulkenberg ottavo, Norris nono e Gasly decimo. Il pilota RedBull è ormai nell’occhio del ciclone per i risultati scadenti in questo 2019, soprattutto vedendo quelli di Verstappen.

Ordine d’arrivo

Classifiche piloti e costruttori

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20