Inter-Parma 2-2
Ivan Perisic in azione durante Inter-Parma. Credit by [email protected]_info

Inter-Parma 2-2

Stenta a decollare ancora l’Inter: nel secondo anticipo della settima giornata di Serie A, i nerazzurri vengono fermati sul 2-2 dal Parma. I padroni di casa, orfani di Lukaku, vanno addirittura sotto di due reti a causa della doppietta di Gervinho (46′ e 62′), ma riescono a riacciuffare il pari con Brozovic (64′) e Perisic (92′). All’ultimo secondo Vidal sfiora un’incredibile rimonta, ma il suo colpo di testa finisce fuori di poco. L’Inter trova così il secondo pari consecutivo dopo quello di Champions contro lo Shaktar e sale a 11 punti in classifica. Sono invece 5 quelli del Parma.

Inter-Parma 2-2 | Cosa è successo?

L’Inter deve rinunciare a Romelu Lukaku, out per un problema all’adduttore: al suo posto spazio a Perisic accanto a Lautaro nel solito 3-4-1-2 nerazzurro. Chance dal 1′ per Eriksen, così come per Ranocchia ed il rientrante Gagliardini. Emergenza totale invece per il Parma, con Liverani che deve improvvisare un 3-5-2 con Grassi esterno a tutta fascia. In avanti si rivede Cornelius accanto a Gervinho.

Il primo tempo è tutto di marca nerazzurra, con Perisic che manca da due passi l’1-0 dopo neanche 1′ di gioco. I padroni di casa prevalgono nel palleggio, asserragliando il Parma nella propria area di rigore. I ducali quasi disdegnano le ripartenze, ma sono bravi a bloccare gli attacchi degli avversari sugli esterni con puntuali raddoppi di marcatura. Hakimi a destra fatica ad accendersi, ma sul finire di parziale ha sulla testa la rete del vantaggio, ma manda alto.

Il secondo tempo parte subito con uno scossone: dopo neanche 30 secondi il Parma colpisce con Gervinho. L’ivoriano è bravo a capitalizzare con il sinistro al volo l’ottimo assist di Hernani. L’Inter non si aspettava di inseguire, quindi prova ad accelerare i ritmi, anche se la manovra del biscione risulta essere molto avventata e frettolosa. Le occasioni arrivano, ma Lautaro e compagni sono poco precisi dinanzi alla porta. Perisic reclama un calcio di rigore per presunto fallo di Balogh, ma l’arbitro Piccinini, che ha sostituito l’infortunato Pairetto, sorvola. Conte toglie Eriksen e Gagliardini inserendo Vidal e Brozovic, ma è il Parma a raddoppiare. Infatti su un’azione all’apparenza innocua sulla destra, Inglese inventa un rasoterra a tagliare il campo che premia ancora Gervinho per lo 0-2.

L’Inter reagisce prontamente e dimezza lo svantaggio con un’ azione personale di Brozovic, che rientra sul sinistro e dal limite dell’area fa 1-2. Entrano anche Nainggolan, Pinamonti e Young, con i milanesi ora a trazione anteriore. Ranocchia ha sulla testa la palla del 2-2 sugli sviluppi di un corner, ma Sepe si supera con una grande parata. Lautaro è in una delle sue peggiori giornate, mentre Hakimi ancora di testa fallisce l’appuntamento con il pari.

Non fallisce invece Perisic in pieno recupero (fino a quel momento la sua partita è stata da dimenticare): in posizione regolare il croato infila in porta il calcio di punizione battuto da Kolarov. Con 3′ ancora da giocare i nerazzurri si gettano a capofitto in avanti, ma un altro colpo di testa, questa volta di Vidal, finisce fuori di nulla. Inter-Parma 2-2 è cosi il risultato finale dell’incontro. Nessuna Pazza Inter questa volta, con la rimonta che si ferma solo a metà. Martedì c’è il Real Madrid in Champions League e lì servirà un pò di quella pazzia che ha sempre contraddistinto i nerazzurri.


Interviste post partita di Inter-Parma

Il tabellino

INTER (3-4-1-2): Handanovic; De Vrij, Ranocchia, Kolarov; Hakimi (78′ Young), Gagliardini (59′ Brozovic), Barella (78′ Nainggolan), Darmian (68′ Pinamonti); Eriksen (58′ Vidal); Perisic, Lautaro. A disposizione: Padelli, Radu,  D’Ambrosio, Moretti, Carboni, Satriano, Bastoni. Allenatore: Conte.

PARMA (4-3-1-2): Sepe; Grassi (84′ Brugman), Iacoponi, Gagliolo, Pezzella; Hernani, Balogh, Kurtic (74′ Sohm); Kucka; Cornelius (46′ Inglese), Gervinho (74′ Cyprien). A disposizione: Turk, Rinaldi, Karamoh, Valenti, Inglese, Sprocati, Adorante. Allenatore: Liverani.

ARBITRO: Pairetto*.

MARCATORI: 46′ e 62′ Gervinho (P),  64′ Brozovic (I), 92′ Perisic (I)

NOTE: *infortunio durante il riscaldamento per l’arbitro Pairetto: dirige il Quarto Uomo Piccinini. Ammoniti: Hernani (P); Ranocchia (I). Recupero: 2′ – 4′.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20