MILWAUKEE, WI - APRIL 20: Giannis Antetokounmpo #34 of the Milwaukee Bucks walks to the sideline prior to the opening tip against the Boston Celtics of game three of round one of the Eastern Conference playoffs at the Bradley Center on April 20, 2018 in Milwaukee, Wisconsin. NOTE TO USER: User expressly acknowledges and agrees that, by downloading and or using this photograph, User is consenting to the terms and conditions of the Getty Images License Agreement. (Photo by Stacy Revere/Getty Images) ORG XMIT: 775153267 ORIG FILE ID: 949288546

7 partite nella notte NBA: Giannis segna 43 punti e Milwaukee schianta i Wizards. Secondo ko di fila per Denver. Vittorie per Warriors, Rockets e Jazz

BROOKLYN NETS-DENVER NUGGETS 135-130

Momento difficile per i Denver Nuggets, che al Barclays Center perdono la seconda partita in pochi giorni (dopo il ko contro i Pistons) vedendosi superati dai Golden State Warriors in classifica ad ovest. Brooklyn sorprende Denver nei quarti a cavallo dell’intervallo (42-25 il 2° parziale, 36-27 il 3°), e a nulla serve, se non a contenere il distacco, la rimonta dei Nuggets nell’ultimo periodo (43-27). Altra grande prestazione di D’Angelo Russell, autore di una doppia doppia da 27 punti e 11 assist

MILWAUKEE BUCKS-WASHINGTON WIZARDS 148-129

Quinta vittoria consecutiva, e Milwaukee vola da sola in testa alla Eastern Conference. Contro i Wizards, la franchigia del Wisconsin ottiene la 40esima vittoria stagionale, e lo fa grazie ad un fenomenale Giannis Antetokounmpo (43 punti per il Greak Freak) che continua a sfornare prestazioni mostruose, trascinando i suoi Bucks sempre più in alto. Match in discesa dopo un 1° quarto da record (50-35 a favore di Milwaukee), e nonostante la (tardiva) reazione dei Wizards, sono Giannis e compagni a portare a casa la vittoria

CHICAGO BULLS-NEW ORLEANS PELICANS 120-125

Vittoria esterna dei New Orleans Pelicans nonostante l’assenza di Anthony Davis (causa mercato, anche se ormai è improbabile che Pelicans e Lakers riescano a imbastire una trade che porti AD a Los Angeles). Successo che matura nel 3° quarto, in cui i ragazzi della Louisana mettono 10 punti tra se e Chicago. E’ Jrue Holiday l’MVP del match: il play di Chatsworth realizza 18 punti e 11 assist in 33 minuti

DALLAS MAVERICKS-CHARLOTTE HORNETS 99-93

Vittoria numero 25 per i Dallas Mavericks, che con questo successo possono coltivare ancora il sogno playoff. A firmare il successo dei texani, è il solito Luka Doncic, autore di una tripla doppia da 19 punti, 11 assist e 10 rimbalzi. Hornets che pur avendo dalla loro un Kemba Walker da 30 punti e 11 rimbalzi, perdono la seconda partita di fila, ed ora si trovano in una precaria 7° posizione nella Eastern Conference, a poche lunghezze di vantaggio su Heat e Pistons

UTAH JAZZ-PHOENIX SUNS 116-88

https://www.youtube.com/watch?v=gkeusxiD6-4

Importante successo in chiave playoff per i Utah Jazz, che dopo un periodo di appannamento riprendono a vincere, e lo fanno in casa contro i Suns. Vittoria netta, con i padroni di casa protagonisti sin da subito con un 30-24 che si allarga grazie ad un secondo parziale da 26-22. I Suns non reagiscono, anzi nel 2° tempo se possibile fanno ancora peggio. Migliore del match è Donovan Mitchell (21 punti in 32 minuti)

SACRAMENTO KINGS-HOUSTON ROCKETS 101-127

Terza vittoria di fila per i Houston Rockets, che questa volta espugnano il Golden 1 Center di Sacramento, battendo i Kings grazie ad un super 1° tempo dei texani. All’intervallo (dopo un secondo quarto da 44-17 a favore dei Rockets) gli ospiti hanno già 29 punti di vantaggio. E’ ancora James Harden il migliore dei suoi: il Barba mette a referto 36 punti in 32 minuti, e trascina i suoi alla 32esima vittoria stagionale

GOLDEN STATE WARRIORS-SAN ANTONIO SPURS 141-102

Vittoria numero 38 e 1° posto nella Western Conference per i Golden State Warriors, che all’Oracle Arena distruggono i San Antonio Spurs, grazie ad un super terzo quarto da 49-31 che permette ai californiani di allungare in maniera definitiva. Protagonisti Kevin Durant e Klay Thompson: KD realizza 23 punti, mentre il secondo Splash Brother ne mette 26.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20