NBA Night: Reggie Jackson ne fa 32, e i Pistons vanno in zona playoff

9 partite nella notte NBA: Reggie Jackson trascina i Pistons in zona playoff. Denver vince a Dallas. Thunder a fatica sui Jazz. Vincono Toronto e Indiana

Charlotte Hornets-Washington Wizards 123-110

Sfida playoff quella tra Hornets e Wizards, e ad aggiudicarsela sono i padroni di casa. Nonostante Washington parta meglio (38-27) all’intervallo sono gli Hornets ad andare al riposo in vantaggio (+5). Partita più tattica nel secondo tempo, con i padroni di casa che limitano i Wizards e portano a casa il successo numero 28 e il 7° posto ad est, nonostante i 46 punti di Bradley Beal

Migliore in campo: Kemba Walker (Hornets) 27 punti e 11 assist

Toronto Raptors-San Antonio Spurs 120-117

Momento magico per i Raptors (7° successo consecutivo) che pur con qualche grattacapo di troppo battono i San Antonio Spurs, mettendo ulteriore pressione sulle spalle dei Milwaukee Bucks. Spurs che nonostante si trovino di fronte uno dei roster più competitivi della lega riescono a portare la partita fino all’ultimo quarto, dove però sono i canadesi ad allungare (32-26), aggiudicandosi la 44esima vittoria in stagione

Migliore in campo: Kawhi Leonard (Raptors) 25 punti

Orlando Magic-Chicago Bulls 109-110

Vittoria sofferta per i Chicago Bulls, che nonostante un 3° quarto da 38-29, rischiano di venir rimontati e beffati dai padroni di casa. Infatti dopo un primo tempo giocato alla pari dalle due squadre sono proprio i Bulls ad allungare all’inizio della seconda frazione, vedendosi però rimontati dai Magic (27-21) nell’ultimo periodo. Ma la reazione di Orlando non è sufficiente a strappare la vittoria numero 15 dalle mani di Chicago

Migliore in campo: Lauri Markkanen (Bulls) 25 punti e 11 rimbalzi

Indiana Pacers-New Orleans Pelicans 126-111

Vittoria numero 39 per i Pacers, che sembrano non sentire troppo la mancanza dell’infortunato Victor Oladipo. I padroni di casa partono male (35-24), e vanno al riposo sotto di 13 punti. Ma tornati in campo i Pacers sono come rinati: schiantano i Pelicans nel 3°quarto (39-23), e dominano pure l’ultimo periodo, sfruttando anche l’ennesima serata no di Anthony Davis (solo 15 punti per AD)

Migliore in campo: Wesley Matthews (Pacers) 24 punti

Atlanta Hawks-Detroit Pistons 122-125

Successo numero 27 e 8° posto ad est raggiunto per i Pistons. Grande equilibrio nel 1° tempo alla Philips Arena, con i padroni di casa che tengono bene il campo. Di rientro dagli spogliatoi però la musica cambia: I Pistons capitanati da un super Reggie Jackson dominano il terzo quarto e gestiscono il vantaggio nell’ultimo portando a casa la vittoria

Migliore in campo: Reggie Jackson (Pistons) 32 punti

New York Knicks-Minnesota Timberwolves 104-115

Partita senza storia quella del Madison Square Garden di New York. I Timberwolves cedono solo il primo quarto ai padroni di casa (33-29 a favore dei Knicks) salvo poi chiudere la pratica già a fine primo tempo (37-25 il 2° parziale). Nel secondo tempo i Knicks tentano la rimonta, senza però riuscirci

Migliore in campo: Derrick Rose (Timberwolves) 20 punti

Memphis Grizzlies-Los Angeles Clippers 106-112

Vittoria fondamentale per i Los Angeles Clippers che rimangono saldi all’8° posto della Western Conference. Partita che sembra già scritta dopo il primo quarto, in cui i Clippers mettono tra se e gli avversari ben 13 punti. Ma la reazione degli Orsi di Memphis è rabbiosa: parziale di 33-18 nel terzo quarto e partita riaperta a soli 12 minuti dal termine. L’ultimo periodo è molto combattuto ma alla fine ai Grizzlies non bastano le prestazioni di Joakhim Noah e Mike Conley per evitare la terza sconfitta consecutiva. Clippers che invece con la vittoria numero 33 si avviciniano al 7° posto ad ovest (occupato dagli Spurs)

Migliore in campo: Montrezl Harrel (Clippers) 30 punti

Dallas Maverick-Denver Nuggets 104-114

Non si fermano i Denver Nuggets che rimangono vicini al 1° posto occupato dai pluricampioni dei Golden State Warriors. Partita combattuta, con Denver che va al riposo sul +1. Nuggets che rientrano in campo meglio dei texani, dominando il 3° quarto (39-23) e chiudendo anzitempo la contesa

Migliore in campo: Nikola Jokic (Nuggets) 20 punti

Oklahoma City Thunder-Utah Jazz 148-147

Servono ben due overtime ai Thunder per superare gli Utah Jazz. I padroni di casa, grazie ad un buon 2° quarto (31-23) vanno all’intervallo lungo con 9 punti di vantaggio. Il secondo tempo è tutta un altra storia: Utah reagisce, rimonta i Thunder grazie ad un 3° parziale da 38-27, e porta la partita ai supplementari. Dopo due overtime incerti come il resto della partita, è una giocata di Paul George (45 punti, 17/31 dal campo, 5/13 da tre) a far pendere l’ago della bilancia verso Oklahoma

Migliore in campo: Russell Westbrook (Thunder) 43 punti (15/29 dal campo e 6/13 da tre) e 15 rimbalzi

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.