Il forfait dell’ultimo minuto di Pavoletti costringe Maran ad un’insolita coppia d’attacco Sau-Cerri. Per il Parma tridente confermatissimo, e titolarità per l’eroe di San Siro Dimarco.

Si interrompe la striscia di risultati utili consecutivi del Cagliari, stoppati al Tradini dalla prima vittoria casalinga della stagione del Parma.

Gli emiliani tengono in pugno il match fin dal primo momento, nutriti dalle costanti accelerazioni di Gervinho. Al minuto 20, però, il vantaggio lo sigla ancora Roberto Inglese. Abilissimo l’attaccante ex Chievo ad arrivare su una palla grigia gettata in avanti da Dimarco. Fortunato poi nel battere, con un rimpallo, Cragno in uscita. I sardi appaiono sterili, inglobati dalla delusione per l’assenza dell’uomo più rappresentativo di questo inizio di stagione, Pavoletti, out all’ultimo minuto per problemi alla schiena.

Il secondo tempo ricalca la sagoma del primo, con la differenza che il Cagliari tenta di allungare la pressione e le distanze. Per contro, deve prestare il fianco a delle logiche ripartenze. Quando di fronte si ha Gervinho, ciò può essere fatale. L’ivoriano, al minuto 47, sale sulla moto all’altezza della propria trequarti, coast to coast per tutto il campo, resistendo ai tentativi di fallo di Lykogiannis e Barella. Entrato in area con un’altra accelerazione, fulmina Cragno sul primo palo. Con tutta probabilità chi ancora nutriva dei dubbi sulla tenuta tecnico-fisica di Gervinho, dopo la sua esperienza in Cina, si sarà definitivamente ricreduto.

Da questo momento in poi la partita scorre sui tentativi del Cagliari di rendersi pericoloso, senza particolare successo, se si eccettua un insidioso colpo di tacco di Sau su assist del solito Srna. Paradossalmente però, è proprio il Parma a portare alla porta sarda i pericoli maggiori, sempre in contropiede, trovando sempre sull’attenti Cragno.

Il 2-0 finale è un risultato legittimo sulla base di quanto ammirato in campo. Il Parma dimostra ancora una volta di poter essere una mina vagante per aree di classifica ben differenti dalla zona salvezza.

Il Cagliari dovrà dimenticare in fretta una trasferta amara, sperando di recuperare celermente Pavoletti, e di trovare una continuità, almeno di prestazioni, anche in trasferta, al fine di non dover battagliare fino all’ultima giornata per salvarsi.

Il tabellino

PARMA: Sepe, Iacoponi, Alves, Gagliolo, Dimarco, Rigoni, Stulac, Barillà, Gervinho (86′, Gobbi), Di Gaudio (65′, Deiola), Inglese (74′, Ceravolo). Allenatore: D’Aversa.

CAGLIARI: Cragno, Srna, Klavan, Romagna, Lykogiannis, Ionita (60′ Castro), Bradaric (78′, Cigarini), Braella, Joao Pedro, Cerri (60′, Farias), Sau. Allenatore: Maran.

Ammoniti: Gagliolo (Parma), Barillà (Parma), Sau (Cagliari).

Marcatori: Inglese (20′, Parma), Gervinho (47′, Parma).

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20