Premier League: gli stadi potrebbero riaprire a inizio 2021.

La pandemia di Covid-19 sta ancora imperversando nel mondo con numeri alti tra contagi e vittime, ma sembra che si possa cominciare a vedere uno spiraglio di luce in fondo al tunnel. In questi giorni, infatti, le aziende farmaceutiche Pfizer e BioNTech hanno dato buone notizie sulla produzione del vaccino anti-coronovirus, affermando che sarebbe in grado di garantire circa il 90% dell’efficacia, e sottolineando che presto potrebbe anche partire la distribuzione. Qualora ciò dovesse realmente avvenire, anche il mondo dello sport tirerebbe un sospiro di sollievo. In Premier League starebbero addirittura pianificando una riapertura degli stadi con una strategia che punterebbe non solo sul vaccino ma anche sull’introduzione del passaporto sanitario digitale.

Solskjaer ha criticato duramente la Premier League

Le gare a porte chiuse stanno causando ingenti danni economici ai vari club di calcio. In Inghilterra si starebbero attivando per varare un progetto che già nei primi mesi del 2021 dovrebbe riportare il pubblico sugli spalti. Inoltre anche all’interno delle varie squadre britanniche c’è una certa attesa per l’eventuale arrivo di circa 40 milioni di dosi del farmaco contro il Covid-19 entro le prossime settimane. Stando agli accordi che sarebbero stati stilati, il Regno Unito dovrebbe avere 10 milioni di vaccini per la fine di quest’anno, potendo così somministrarli ad almeno 5 milioni di persone.

Premier League: il piano per riaccogliere i tifosi allo stadio.

La commercializzazione del vaccino potrebbe rappresentare un beneficio anche economico (oltre che sanitario) per i club della Premier League che andrebbero a risparmiare sulle spese che stanno attualmente affrontando per assicurare tamponi settimanali ai propri tesserati. Su tutti, però, il via libera al farmaco potrebbe permettere la tanto attesa riapertura degli stadi. Su questo punto i vertici del calcio britannico starebbero lavorando già da tempo, e secondo il Daily Mail per l’immediato si potrebbe optare per dei test rapidi da effettuare ai tifosi ai tornelli prima di accedere all’impianto sportivo.

Premier League: ipotesi vaccino e passaporto sanitario per entrare allo stadio

La soluzione dei tamponi rapidi per i tifosi dovrebbe essere temporanea. In Premier League, infatti, sarebbero pronti a varare un regolamento che permetterebbe agli spettatori di tornare a seguire le gare di campionato dallo stadio dopo aver effettuato il vaccino e presentando un passaporto sanitario digitale che consentirebbe alle autorità preposte di operare dei tracciamenti in pochissimo tempo. Questo piano d’intervento è caldeggiato soprattutto dal ministro della Cultura, del Digitale, dei Media e dello Sport Oliver Dowden, e da Richard Masters, il patron della Premier League.

Premier League: vaccino e passaporto sanitario per tornare allo stadio.

Il Daily Telegraph ha contattato l’epidemiologo Gabriel Scally per chiedere il suo parere scientifico sull’eventuale rientro delle tifoserie negli stadi del campionato inglese a partire dai primi mesi del 2021. Lo specialista ha spento un pochino gli entusiasmi, dicendo che secondo lui il ritorno dei supporter in curva dipenderà dalle modalità con cui verrà distribuito il vaccino contro il coronavirus. Infatti, se le operazioni non dovessero procedere in maniera spedita, la piena disponibilità del farmaco potrebbe essere assicurata solo quando la stagione calcistica si sarà ormai conclusa.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20