Il Renato Curi di Perugia

Scontro in chiave promozione al Renato Curi di Perugia col Verona ospite del Grifo. I padroni di casa nel 2019 non stanno offrendo le prestazioni attese davanti al loro pubblico. Infatti nel nuovo anno sono arrivate 3 sconfitte consecutive tra le mura amiche. La striscia negativa si è finalmente interrotta il 3 marzo con l’importante successo per 3-1 contro la Salernitana.

Nell’ultimo turno invece il Verona aveva battuto 1-0 il Venezia causando l’esonero di Walter Zenga, sostituito alla guida dei lagunari da Serse Cosmi.

LA PARTITA

Nel primo tempo la partita è piuttosto soporifera. Il primo tempo si conclude infatti solamente con 2 conclusioni nello specchio della porta, entrambe di marca ospite. Il Perugia invece non è mai riuscito ad andare al tiro nella prima frazione di gioco.

Il secondo tempo invece è tutta un’altra partita con le squadre che si danno battaglia e spingono dall’inizio alla fine alla ricerca del goal.

Sicuramente più intraprendente e desideroso di vincere è però il Verona. I gialloblù attaccano con decisione e al 54° passano con Bianchetti. Calcio d’angolo di Laribi, Dawidowicz la sfiora ma alle sue spalle il capitano del Verona con uno stacco imperioso insacca alle spalle di Gabriel!

Il corner dal quale è scaturito il vantaggio degli ospiti

Passano pochi minuti e il Verona sfonda ancora, al 60° è 0-2! Azione degli Scaligeri sulla destra, Faraoni crossa rasoterra un pallone molto teso, doppio velo di Di Carmine e Lee e pallone che arriva a Henderson. Lo Scozzese calcia dal limite dell’area e non lascia scampo a Gabriel, non perfetto nell’occasione.

Liam Henderson intervistato a fine gara

Il Perugia è colpito e rischia di andare al tappeto. Ad essere colpito è però Lee del Verona che subisce due minuti dopo il raddoppio dei suoi una gomitata da Rosi, che rischia il rosso ma si salva con un’ammonizione.

Nesta prova allora a cambiare qualcosa perché così il Perugia non riesce a creare ed è in balia dell’avversario. In sequenza entrato il Coreano Han e Falasco.

Il Perugia si sveglia e cerca una rimonta che avrebbe del clamoroso. All’85° Silvestri è superlativo! Il portiere del Verona compie un super intervento che nega a Carraro il gol da due passi. Un minuto dopo però il numero 1 gialloblù deve capitolare. Grande azione di Verre, che riceve palla in area, salta due avversari con un gran dribbling e tira facendo passare il pallone tra le gambe di Dawidowicz: Silvestri battuto e Grifo nuovamente in partita.

L’esultanza rabbiosa di Valerio Verre che riapre la partita

Assedio finale del Perugia con anche Gabriel in area per l’ultimo calcio d’angolo, ma il Verona resiste e torna a casa con 3 punti fondamentali!

I ragazzi di Grosso salgono momentaneamente al terzo posto aspettando le partite di oggi, sabato 9 marzo. Per il Perugia quarta sconfitta in 5 gare casalinghe nel 2019 e settimo posto in classifica che non garantisce la sicurezza di arrivare ai play off, perché da dietro, soprattutto Cittadella e Cosenza, non mollano e daranno battaglia fino alla fine.

I padroni di casa inspiegabilmente durante la prima ora di gioco non sono riusciti a creare nulla di pericoloso e hanno sofferto un bel Verona, che però non si è dimostrato imbattibile nel finale rischiando di farsi rimontare e di buttare via i 3 punti che erano già praticamente in saccoccia.

TABELLINO

Risultato: Perugia-Verona 1-2.

Marcatori: 55′ Bianchetti (V), 60′ Henderson (V), 86′ Verre (P).

Formazioni: PERUGIA (4-3-1-2): Gabriel; Rosi (70′ Falasco), Sgarbi, Gyomber, Mazzocchi, Falzerano, Carraro, Dragomir, Verre, Kingsley (68′ Han), Melchiorri (83′ Vido).

VERONA (4-3-3): Silvestre, Bianchetti, Dawidowicz, Empereur, Balkovec, Faraoni, Gustafson, Henderson (90′ Tupta), Lee, Di Carmine (78′ Pazzini), Laribi (68′ Danzi).

Ammoniti: Dawidowicz (V), Balkovec (V), Kingsley (P), Rosi (P), Gustafson (V), Gabriel (P)

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.