Sergio Pellissier e l’arrivo a Verona

Nel 2002 il Chievo Verona richiama dal prestito un giovane attaccante di 23 anni. Il suo nome è Sergio Pellissier. Il ragazzo nato ad Aosta approda a verona nel 2000, ma viene subito girato in prestito alla Spal. Il suo esordio con la maglia gialloblu è datato 22 settembre 2002, nel match contro il Brescia. Pochi giorni dopo esordisce anche in Coppa Uefa contro la Stella Rossa, perdendo anche quella partita. Alla fine della stagione 2002/2003 il Chievo Verona arriva settimo, non riuscendo a qualificarsi alle coppe europee, come fatto l’anno prima. Sergio Pellissier nella sua prima annata al Chievo, segna cinque gol in 25 presenze. Nelle stagioni successiva il rendimento del Chievo Verona inizia a calare, paradossalmente lasciando più spazio al giovane Sergio. Il ragazzo di Aosta quindi, anno dopo anno si ritrova ad aiutare sempre più la squadra, fino a diventarne un elemento fondamentale. Nella stagione 2004/2005 Sergio Pellissier diventa capocannoniere della squadra, segnando sette reti. La sua tenacia riesce a tenere viva la squadra facendo quasi guadagnare 1 punto in media a partita, permettendone la salvezza.

Alla conquista del Chievo Verona

Nella stagione successiva, trovato un rendimento costante e grande fiducia, riesce a segnare 13 reti. La doppia cifra permette ai veneti di approdare ai preliminari di Champions League. Nella stagione 2006/2007 vengono eliminati dalla Champions League e il Chievo Verona viene retrocesse. Alla squadra veneta non bastano i 9 gol e i quattro assist prodotti da Sergio Pellissier. L’anno successivo nonostante le numerose richieste sceglie di rimanere a Verona. Sergio così facendo conquista il cuore dei gialloblu, che lo premiano con la fascia da capitano. Il classe 1979 forte del nuovo incarico segna 22 reti e distribuisce un assist. Grazie a questo rendimento guida i veniti alla promozione in Serie A. Una volta tornati in Serie A, dopo un avvio leggermente al di sotto delle aspettative, si rende decisivo. Riesce a realizzare 13 reti e tre assist in 38 presenze. Una delle prestazioni più significative è la tripletta contro la Juventus, nel match finito per 3-3. Nelle successive stagioni riesce a trascinare il Chievo Verona a metà classifica con 22 gol e 10 assist in 70 presenze. Il 22 febbraio 2012 nella partita con il Novara mette a segno la centesima marcatura con la maglia gialloblù. Alla prima giornata del campionato 2012-13 festeggia le 300 presenze in A con un gol al Bologna. Sergio Pellissier però finisce l’annata prematuramente a causa di un grave infortunio.

Juventus-Chievo 3-3, tripletta di Sergio Pellissier

Sergio Pellissier e la scelta di cuore

Il giocatore originario di Aosta torna la stagione successiva dopo l’infortunio. Nel frattempo c’è stato un cambio in panchina, il quale vede come nuovo tecnico Eugenio Corini. L’ex compagno di Sergio Pellissier, non lo include nel progetto e lo rilega ad allenarsi con la primavera. Facendolo entrare occasionalmente negli ultimi minuti di qualche match. Nonostante ciò segna una rete decisiva poi per la salvezza contro l’Udinese. Al termine della stagione visto il rinnovo di Corini, il bomber decide di lasciare il Chievo Verona. Il richiamo dei tifosi e alcune decisioni personali spingono Sergio a rimanere. La fortuna lo assiste e Rolando Maran, subentra ad Eugenio Corini. Nel primo match del nuovo tecnico, Pellissier subentra a Ezequiel Schelotto e segna una doppietta importantissima. Grazie alle sue reti conquista tre punti importantissimi per la salvezza.

Chievo Verona, l'infortunio alla caviglia di Sergio Pellissier
Chievo Verona, l’infortunio alla caviglia di Sergio Pellissier

Record frantumati e il ritiro

Il giorno del suo 36º compleanno, segna contro il Cesena nel match salendo alla quota di 90 reti Serie in A eguagliando Van Basten e Zola. Oltretutto il gol garantisce la vittoria ai veneti che riescono a salvarsi nella stagione 2014/2015. Nell’aprile della stagione successiva segna una doppietta contro il Frosinone. Questi gol gli fanno conquistare il record di marcatore clivense più anziano in A (con 37 anni e 8 giorni).  L’11 dicembre successivo, grazie al centro nel 2-0 contro il Palermo, riesce tagliare il traguardo delle 100 reti in Serie A.

Chievo Verona, 100 gol in Serie A di Sergio Pellissier
Chievo Verona, 100 gol in Serie A di Sergio Pellissier

Nonostante l’età avanzata si tiene sulla media delle 10 reti. Oltretutto si rivela decisivo nel derby con l’Hellas Verona. In cui segna una rete che permette al Chievo di trionfare per 3 reti a 2. Nel 2017 in un derby di Coppa Italia segna ancora divenendo il capocannoniere dei derby di Verona con quattro gol. Nell’annata 2018/2019 conquista altri due record. Il primo è la presenza numero 500 con la maglia gialloblu. Il secondo è la diciassettesima stagione consecutiva in cui segna almeno un gol (festeggiano in occasione della partita con il Milan). In seguito a varie scelte tecniche gioca poco e la sua squadra retrocede. Il 10 maggio 2019 Pellissier annuncia il ritiro al termine della stagione, abbandonando il calcio giocato all’età di 40 anni. Il Chievo Verona dunque ritira la maglia numero 31 da lui usata e gli offre un posto in società

Chievo Verona, Il ritiro di Sergio Pellissier
Chievo Verona, Il ritiro di Sergio Pellissier

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20