SeriaA: Doppietta di Suso rilancia il Milan

Mapei Stadium, Sassuolo – Milan 1 – 4

Sassuolo (4-3-3): Consigli; Lirola, Marlon, Ferrari, Rogerio; Sensi, Locatelli, Bourabia (57′ Djuricic); Berardi (75′ Babacar), Boateng, Di Francesco (58′ Boga). 

Milan (4-3-3): Donnarumma; Abate (90′ Calabria), Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Kessie, Biglia, Bonaventura; Suso, Castillejo (71′ Cutrone), Calhanoglu (77′ Laxalt). 

Marcatori: 39′ Kessié (M), 49′ Suso (M), 61′ Castillejo (M), 67′ Djuricic (S), 92′ Suso (M)

Doveva essere vittoria per scacciare i fantasmi di un avvio di stagione scarno in termini di risultati, e vittoria è stata per il Milan guidato da Gattuso, al termine di un match che ha visto i padroni di casa soccombere per 1-4 contro la formazione rossonera.

Milan in difficoltà nella zona d’attacco con le assenze di Higuain, ancora alle prese con alcuni acciacchi fisici, e Cutrone e Borini, costretti in panchina, reduci da alcune noie muscolari che costringono Gattuso a schierare il tridente offensivo composto da Suso, Castillejo e Calhanoglu.

Milan pericoloso da subito, con la prima occasione netta al minuto numero 4′, con Ricardo Rodriguez che crossa dalla fascia sinistra al centro dell’area a cercare Kessiè che sbaglia il controllo e serve involontariamente un assist a Suso che punta Rogerio, sposta la palla sul destro e calcia da posizione laterale una palla violenta che sbatte sulla traversa.

Partita che prosegue a ritmi molto tranquilli, con il Sassuolo che si fa vedere in attacco,  ma l’occasione buona è ancora nelle mani del Milan, al minuto 24′ con Calhanoglu che serve Kessiè, liberandolo solo davanti il portiere avversario, che nulla può sull’ottimo “cucchiaio” calciato dal milanista che non trova la rete complice un ottimo intervento di salvataggio sulla linea di porta da parte di Lirola.

Il Sassuolo non ci sta a fare da spettatore, ed al minuto 31′ ha l’opportunità giusta per fare male, con Di Francesco, servito magnificamente da Berardi che lo libera davanti a Donnarumma, bravissimo a respingere la palla con un buon intervento.

Ancora pericolo per il Milan pochi minuti dopo, salvato da un grandissimo intervento di Abate, che in scivolata toglie il pallone da sotto i piedi di Di Francesco impedendogli un tocco facile sotto rete.

Passato lo spavento, il Milan impiega qualche minuto a ritrovare la concentrazione ed al minuto 39′ passa in vantaggio con una rete straordinaria di Kessiè, che parte palla al piede da centrocampo, arriva al limite dell’area e con un sinistro rasoterra riesce ad insaccare la palla alle spalle di Consigli.

Inizia il secondo tempo e parte fortissimo il Milan che trova il raddoppio al 49′ con un goal fenomenale per impostazione e realizzazione.

Bonaventura dalla propria metà campo verticalizza con un cross cicatriziale che percorre il campo per cinquanta metri e trova Suso abile all’aggancio all’altezza dell’area di rigore avversaria, il quale resiste all’azione di disturbo operata da Ferrari e con il suo sinistro trova un interno a giro che si insacca sotto l’angolino.

Passano dieci minuti ed il Milan, trova ancora la rete, con Castillejo che trova una grandissima conclusione mancina dal limite dell’area sulla quale nulla può Consigli.

Chiede testa e calma Gattuso ai suoi, ma il Milan prende la rete del 1-3 al minuto 68′ con Djuricic che trova da appena dentro l’area un rasoterra angolassimo sul quale nulla può Donnarumma che non abbozza neanche l’intervento.

Milan che rimane in controllo del match, ma il Sassuolo davanti il pubblico di casa non resta a guardare e tenta ancora la rete, invano,con una palla pericolosa mandata a lato da Babacar.

Nel finale Suso, trova la doppietta personale e fissa il risultato finale sull’ 1-4, con la rete che necessita della convalida da parte della Var.

E’ l’ultima emozione dell’incontro che rilancia il Milan in classifica e stoppa la galoppata del Sassuolo verso la seconda posizione.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.