Il Carpi riesce ad agguantare il secondo turno dei playoff di Serie C senza però non soffrire contro la sorpresa Alessandria. La squadra di Riolfi ha dimostrato tenacia e voglia, nonostante i piemontesi abbiano mostrato tante qualità, che evidentemente non sono bastate per proseguire il sogno promozione.

Ora testa al sorteggio, il Carpi pescherà una tra Reggiana, Juventus U23, Potenza, Novara e Ternana, a cui si aggiungono le tre seconde classificate dei gironi della Serie C, ossia Bari, Reggiana e Carrarese. La partita si svolgerà al Capassi il prossimo lunedì e sarà dunque fondamentale per vedere quale squadra proseguirà il suo cammino.

La partita

Prestazione subito poco fluida per gli uomini di Riolfi, che nei primi minuti non riescono ad infliggere pericoli agli undici di Gregucci. Al 18’ il Carpi dimostra la sua pericolosità, senza però affondare con Vano. Dopo circa dieci minuti l’Alessandria risponde con un’azioen creata da Pellegrini e Varga.

La partita si sblocca agli sgoccioli del primo tempo: Jelenic confeziona un assist a Biasci, che batte con un destro potente il portiere avversario. Ma al 4’ della ripresa il Carpi sciupa malamente il vantaggio, procurando un tiro dagli 11 metri: Eusepi trasforma in rete e alimenta la gioia ai piemontesi.

Biasci mattatore assoluto del match contro l’Alessandria

Ma le emozioni non finiscono qui: arriva un altro rigore per i grigi, questa volta procurato da Suljic. Eusepi trasforma un altro tiro dal dischetto, distribuendo gioia alla panchina piemontese. Il Carpi non è entrato benissimo nella ripresa, tanto da soffrire nuove incursioni da parte degli alessandrini che ci credono.

Il Carpi però agguanta il pareggio, che vuol dire qualificazione, con Biasci. L’azione che porta al goal non si può non definire fortuita. Sta di fatto che l’attaccante dei padroni di casa è freddo e la mette dentro senza fin troppi problemi. Inutili sono gli assalti finali, l’Alessandria è costretta a dire addio al sogno playoff. Il Carpi invece festeggia e attenderà il prossimo avversario.

Leggi anche: Inter – Torino: le probabili formazioni e dove vederla

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20