Supercoppa alla Juve!Decide Cristiano

Ottavo sigillo per i bianconeri, decide CR7 col 16esimo gol stagionale

La Supercoppa Italiana 2019 va di scena per la prima volta in Arabia Saudita, allo Stadio Città dello Sport Re Abd Allah, entrambe le squadre si presentano all’appuntamento con 7 vittorie a testa. La vincente stabilirà il nuovo record della competizione. Massimiliano Allegri e Gennaro Gattuso optano ambedue per il 4-3-3. Assente Mandzukic per i bianconeri, in panchina Higuaìn per i rossoneri a causa di un attacco febbrile. 

La partita – Il Milan che inizia la gara con cattiveria ed agonismo, cercando subito un pressing molto alto. Ma la prima occasione della partita capita sui piedi di Douglas Costa che dopo uno scambio con Cancelo, prova un tiro a giro che sfiora il palo e va sul fondo. Poco dopo prima occasione anche per il Milan con Calhanoglu che al limite dell’area riceve palla e lascia partire il tiro che però va ben lontano dallo specchio della porta. La Juve comanda ritmo e gioco della partita in modo abbastanza semplice, ed è ancora dall’asse Cancelo-Costa che arrivano i pericoli maggiori per i rossoneri con il terzino Portoghese che entra in area e lascia partire un diagonale sul secondo palo che sfiora la rete. Al minuto 35’ Matuidi va in gol ma il guardalinee alza giustamente la bandierina per la posizione di offside del Francese. Al 43’ Sandro fa partire il cross che trova ben coordinato Cristiano Ronaldo che in semi rovesciata sfiora ancora il gol del vantaggio bianconero. Poco dopo però è anche il Milan ad andare vicinissimo al vantaggio con Calhanoglu che dopo una mischia in area Juventina lascia partire un rasoterra violento che viene parato in due tempi da Szczesny.

Nel secondo tempo la Juve sembra calare i ritmi ed il Milan sale in cattedra, prima con un tentativo ancora del solito Calhanoglu, poi con una sinistro meraviglioso per coordinazione e potenza di Cutrone che però vede negarsi la gioia del gol dalla traversa. Gli uomini di Gattuso prendono coraggio e tentano di tenere testa ai Campioni d’Italia alzando il ritmo ed il pressing. Ma al minuto 61’ Pjanic, dalla zona centrale, con un tocco sotto a scavalcare la difesa trova Ronaldo che con un grande movimento evita la trappola del fuorigioco rossonero e di testa insacca per il gol del vantaggio juventino. Il var convalida il gol, Rodriguez tiene di poco in gioco Cristiano. Al 68’ Dybala scambia con Matuidi in area e mette in rete, ma interviene il Var ad annullare per la seconda volta il gol alla squadra di Allegri. La Juventus ora è in totale controllo del match. Gattuso si gioca la carta Higuaìn, ma al 73’ Kessie interviene in ritardo col piede a martello su Emre Can. L’arbitro Banti, che non aveva visto l’episodio, viene richiamato al VAR, e non può far altro che espellere il giocatore rossonero che lascia i compagni in dieci uomini in un momento delicato della partita. La Juve in contropiede avrebbe altre occasioni per chiudere definitivamente il match, tra queste ancora con Dybala che va in gol ma viene fermato per la seconda volta in offside.

Al 90’ però l’episodio che scatenerà polemiche: dal versante di destra milanista arriva un cross sul quale si avventa Conti, che viene però travolto da Emre Can. Il rigore pare netto, ma arbitro e VAR decidono per la regolarità dell’intervento. Molte le proteste di Gattuso e giocatori. La partita finisce dopo 5’ minuti di recupero.

E’ il primo titolo stagionale della Juventus, il primo per Ronaldo in bianconero. Ottava Supercoppa per i campioni d’Italia che staccano il Milan fermo a 7, e nel fine settimana riparte il campionato.

TABELLINO

JUVENTUS – MILAN 1-0

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Bentancur (86′ Bernardeschi), Pjanic (64′ Emre Can), Matuidi; Douglas Costa (89′ Khedira), Dybala, Ronaldo

Allenatore: Allegri

MILAN (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Zapata, Romagnoli, Rodriguez; Kessié, Bakayoko, Paquetà (70′ Borini); Castillejo (70′ Higuain), Cutrone (79′ Conti), Calhanoglu

Allenatore: Gattuso

Marcatori: 61′ Ronaldo

Arbitro: Banti

Ammoniti: Calhanoglu, Alex Sandro, Pjanic, Castillejo, Calabria, Rodriguez, Dybala

Espulsi: 74′ Kessiè


Please follow and like us:

Vincenzo Luongo

Amante di Calcio, F1 e MotoGP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *