55esima edizione per la corsa dei due mari

La corsa dei due mari raggiunge la 55esima edizione. Ad imporsi lo scorso anno fu Primoz Roglic, che batté per un solo secondo Adam Yates

Tappa: 1 – 11 Marzo : Lido di Camaiore, 134.00 km

TAPPA 1: LIDO DI CAMAIORE-LIDO DI CAMAIORE

La Tirreno Adriatico 2020, 55esima edizione della “Corsa dei Due Mari”, prenderà il via da Lido di Camaiore l’11 Marzo. La prima tappa, lunga 133 km, sarà composta da una prima parte mossa, all’interno di un circuito di 16 km, da ripetere tre volte, che vede la salita di Pitoro come punto chiave

Terminata la terza ascesa del Pitoro, inizia la seconda parte di gara, lunga circa 60 km, totalmente pianeggiante, su un secondo circuito intorno a Lido di Camaiore, sede di partenza e d’arrivo

Tappa: 2 – 12 Marzo : Camaiore – Follonica, 198.00 km

TAPPA 2: CAMAIORE-FOLLONICA

La seconda frazione, lunga 198 km, parte in salita, sulle rampe del Pitoro. Superata la prima ascesa, la tappa non presenta in realtà altre asperità, se non quella di Sassetta, primo GPM dell’edizione 2020, posto al km 127. Finale adatto ai velocisti più atipici, con strappo di Scarlino, posto ai 2015 dall’arrivo, che potrebbe creare qualche problema agli sprinter più puri

Tappa: 3 – 13 Marzo : Follonica – Sacrofano, 233.00 km

TAPPA 3: FOLLONICA-SACROFANO

Si inizia a salire alla Tirreno Adriatico 2020. La terza tappa, lunga 233 km, presenta pochissima pianura, concentrata sopratutto nei primi 50 km. 4 le salite da affrontare, due delle quali, Scansano e Poggio Nibbio, classificate come GPM

Nel finale il Monte Caminetto decreterà il vincitore della tappa e la prima svolta della classifica generale, con un probabile cambio al vertice

Tappa: 4 – 14 Marzo : Terni – Sarnano-Sassotetto, 204.00 km

TAPPA 4: TERNI-SARNANO SASSOTETTO

Ma se l’arrivo a Sacrofano era l’antipasto, la quarta frazione è il piatto forte. Tappa che non presenta nemmeno un metro di pianura. Inizio subito in salita, con la scalata al Valico della Somma. Termina la prima ascesa, e comincia subito la seconda, la Forca di Cerno

Al termine di una discesa di circa 10 km, la strada continua a salire costantemente verso la Forca di Ancarano, primo GPM di giornata, passando anche per lo strappo di Cerreto di Spoleto. A metà percorso, superato il tratto di rifornimento a Visso, ecco la quarta salita del giorno, l’ascesa al Santuario di Macereto, che vale sia come GPM che come sprint intermedio

Fase finale di gara composta da tre duri strappi (San Ginesio, Sant’Angelo in Pontano e Gualdo) e sopratutto dalla salita di Sarnano Sassotetto, al termine della quale si conoscerà probabilmente il nome del vincitore della Tirreno Adriatico 2020

Tappa: 5 – 15 Marzo : Pieve Torina – Loreto, 181.00 km

TAPPA 5: PIEVE TORINA-LORETO

La quinta tappa dell Tirreno 2020 presenta un percorso mosso e adatto alle fughe. Pirma parte di gara pianeggiante e in costante discesa. Finale più difficile, con un circuito di 30 km da affrontare tre volte, e con la salita di Loreto a fare da trampolino per qualche azione da lontano

Tappa: 6 – 16 Marzo : Castelfidardo – Senigallia, 179.00 km

TAPPA 6: CASTELFIDARDO-SENIGALLIA

Ultima frazione in linea per la Tirreno Adriatico 2020. Tappa lunga 175, divisa in due dal GPM di Ostra. Superato il tratto di rifornimento, inizierà il circuito finale di Senigallia, che presenta un traguardo intermedio al km 142. Quasi certo l’arrivo in volata

Tappa: 7 – 17 Marzo : San Benedetto del Tronto ITT, 10.05 km

TAPPA 7: SAN BENEDETTO DEL TRONTO

Gran finale a San Benedetto del Tronto per la Tirreno Adriatico 2020. Cronometro di 10 km adatta agli specialisti, ma che non dovrebbe sortire grossi effetti in ottica classifica generale

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20