Top portieri over 25: Sirigu, Salvatore di nome e di fatto

Salvatore Sirigu per rendimento è uno dei migliori portieri del nostro campionato. L’estremo difensore è parecchio sottovalutato, anche in ambito Nazionale. E’ un portiere costante durante tutto l’arco della stagione, compie parecchi miracoli e commette difficilmente errori. Sirigu in questa stagione ha disputato 33 partite, subendo 28 gol, mantenendo la porta inviolata in 15 partite. Le sue ottime prestazione stanno portando il Torino a lottare per un obbiettivo all’inizio dell’anno impensabile, l’accesso alla Champions League. Insieme ai compagni di reparto N’Koulou, Izzo e Moretti hanno stabilito il record di 599 minuti senza subire gol.

Sirigu dagli inizi ad oggi

Salvatore Sirigu portiere classe 1987 ha iniziato a giocare nelle giovanili del Posada da attaccante, poi con il tempo è stato spostato nel suo ruolo attuale. Nel 2002 all’età di 15 anni è stato scartato dal Cagliari. Successivamente è passato nelle giovanili del Venezia, rimanendoci fino al 2005 senza esordire con la squadra lagunare. Nel 2006 il Palermo ha deciso di acquistarlo a parametro zero. Sirigu ha esordito con i professionisti in Coppa Italia l’8 novembre 2006 contro la Sampdoria, in quella partita l’estremo difensore ha subito la sua prima rete con i professionisti. Un mese dopo ha fatto il suo esordio in Coppa Uefa contro il Fenerbahçe, partita persa 3-0.

Mondonico ai tempi della Cremonese

L’anno successivo è stato mandato in prestito alla Cremonese in serie C, per acquisire esperienza. In questa stagione l’estremo difensore è stato allenato dal mai dimenticato Emiliano Mondonico, che del portiere ha subito apprezzato le qualità dichiarando” Sirigu sarà il portiere dei prossimi dieci-quindici anni.” Terminata la stagione a Cremona, è ritornato al Palermo. Dopo appena due settimane è stato ceduto nuovamente in prestito, questa volta all’Ancona in serie B. il portiere italiano ha giocato 15 partite subendo 24 gol.

Ritorno al Palermo

Sirigu con la maglia del Palermo

il portiere nella stagione 2009/2010 è ritornato in rosanero, inizialmente gli è stato attribuito il ruolo di secondo portiere alle spalle di Rubinho. Considerate le scarse prestazioni dell’ex Genoa, Sirigu è diventato il portiere titolare. Ha esordito alla sesta giornata contro la Lazio, compiendo vari miracoli. Nella sua prima stagione in serie A, ha disputato 32 partite, subendo 39 gol, mantenendo la porta inviolata in 10 partite. Il Palermo grazie alle ottime parate di Sirigu ha raggiunto il 5 posto in classifica.

La stagione 2010/2011 è stata la sua ultima annata nel capoluogo siciliano. Nel complesso nella sua esperienza palermitana ha giocato 80 partite, subendo 119 gol. Ha mantenuto la porta imbattuta in 19 partite. Alla fine della stagione è stato ceduto al Paris Saint Germain per circa 4 milioni di euro, una cifra irrisoria, tenendo conto del suo valore.

Passaggio al Psg

Sirigu, compie un intervento strepitoso con la maglia del PSg

Il portiere italiano è stato uno dei capostipite del progetto francese, essendo uno dei primi acquisti. Nella sua prima stagione in Francia è arrivato secondo, a 3 punti dal Montpellier, nonostante il mercato faraonico che è stato fatto dal PSG. Nella stagione 2012/2013 ha trovato come allenatore un suo connazionale, Carlo Ancelotti. In questa stagione il Psg ha vinto il campionato. Sirigu ha giocato con regolarità fino alla stagione 2014/2015, poi i dirigenti del Psg hanno deciso di affidare il ruolo da titolare della porta a Trapp. Una decisione molto discutibile, viste le successive prestazioni del portiere tedesco. In Francia Sirigu ha disputato 190 match, subendo 149, mantenendo la porta inviolata in 84 partite, vincendo 12 titoli. Negli anni seguenti per il portiere italiano sono iniziati anni di prestito in giro per l’Europa, prima al Siviglia e poi all’Osasuna.

Sirigu, parata miracolosa contro la Juventus

Dopo aver risolto il contratto con il Psg nella stagione 2017/2018 è stato acquistato dal Torino. La sua stagione è iniziata agli ordini di Mihajlović, poi con l’esonero dell’allenatore serbo gli è susseguito Walter Mazzarri. Nella sua prima stagione in Piemonte, ha giocato 37 partite, subendo 45 gol, mantenendo la porta imbattuta in 10 partite, compiendo moltissime parate importanti. In Nazionale da quando ha esordito nel 2010 ha giocato 20 partite.

Caratteristiche tecniche Sirigu

Tuffo plastico di Sirigu

Sirugu è alto 1.92: E’ un portiere agile, compie spesso parate decisive. E’ molto affidabile. E’ bravo nelle uscite sia alte che basse. E’ un portiere dal rendimento costante. Ha degli ottimi riflessi .

Retroscena

Prima di acquistare Meret, Il Napoli era molto interessato al giocatore, ma Sirigu ha preferito rimanere al Torino, come da parole del Ds del Torino Petrachi “Sirigu ha scelto di restare e poi ha rinnovato”

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.