Philipsen vince una tappa ricca di attachi, cadute e polemiche. Questo il riassunto della 5° frazione del Tour Down Under 2019, che vede pure la caduta del leader della corsa, Patrick Bevin

La Tappa

5° TAPPA

149 Km da Glenelg a Strathalbyn, su un percorso mosso e perfetto per le fughe. Un GPM, due traguardi volanti, e tante insidie. Il gruppo non lascia troppo spazio alla fuga, anche perché ad una tappa dal termine, ogni punto e ogni secondo di abbuono possono risultare decisivi per la classifica generale. Sono quindi in tre a tentare la sorte: Jason Lea e Ayden Toovey (UniSA) e Clemente Chevrier (Ag2R). Ma dopo il GPM di Sellicks Hill (vinto da Lea), il gruppo riassorbe i 3, e al km 47, sul traguardo volante di Myponga, è uno dei favoriti, Daryl Impey, ad aggiudicarsi i punti, battendo il leader della corsa Patrick Bevin. Situazione che si ripete al km 73, quando allo sprint parziale di Inman Valley, è ancora il ciclista della Education First a precedere quello della CCC

MATTHIEU LADAGNOUS

Ma a 70 km dal traguardo, un nuovo gruppo di coraggiosi tenta l’attacco: sono Matthieu Ladagnous (FDJ) e ancora Ayden Toovey ad allungare, e il loro sembra il tentativo definitivo, la prima fuga vincente del Tour Down Under 2019. Ma il gruppo non è di questo avviso: dopo aver lasciato ai fuggitivi quasi 3 minuti di vantaggio, il plotone, tirato dalla Lotto Soudal di Caleb Ewan, riacciuffa la coppia in testa a 34 km dall’arrivo

PHILIPSEN, EWAN E SAGAN

Il finale è caotico: a 10 km dal traguardo cade il leader della corsa, Patrick Bevin, aspettato sportivamente dal resto del gruppo (portato in ospedale per accertamenti e a rischio ritiro). Poi in volata la Lotto Soudal prende il controllo delle operazioni, ma il capitano, Caleb Ewan, si fa sorprendere da Philipsen, ventenne della UAE. La reazione di Ewan (una testata) gli costa il declassamento in classifica. Vince Philipsen, davanti a Peter Sagan e Danny Van Poppel

La Classifica Generale

  • 1° Patrick Bevin (CCC) 17h00’25”
  • 2° Daryl Impey (Team EF) +07”
  • 3° Luis Leon Sanchez (Astana) +16”
  • 4° Ryan Gibbons (Dimension Data) +26”
  • 5° Jan Polanc (UAE) +26”
  • 6° Ruben Guerreiro (Katusha) +26”
  • 7° George Bennett (Jumbo) +26”
  • 8° Chris Hamilton (UniSA) +26”
  • 9° Wout Poels (SKY) +26”
  • 10° Michael Woods (Team EF) +26”
Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20