I giallorossi rimediano una sconfitta indolore per le sorti del girone, ma che potrebbe scaldare ancora di più l’ambiente. Di Francesco continua a rischiare la panchina.  La partita Primo tempo: il canovaccio della gara è evidente fin dai primi minuti. Sono i giallorossi a controllare il gioco, ma i padroni di casa sono ben posizionati in campo, impedendo alla Roma di affondare il colpo. Il primo evento degno di nota della partita accade al 22′, con l’ammonizione di Limbersky, reo di aver steso Under, mentre la prima azione importante della partita accade al  26′, con il Viktoria che va vicino al gol del vantaggio. Cross basso di Havel, sul primo palo Cermak devia verso Kovarik. Ha tutto il tempo per piazzarla, il numero 19 da pochi metri non centra neanche lo specchio. Di fatto è l’unico occasione del primo tempo, giocato su ritmi abbastanza blandi e concluso dopo un minuto di recupero. Secondo tempo: la seconda frazione di gioco si apre senza nessun cambio e con un occasione per i giallorossi al 47′,  Nzonzi crossa basso dalla destra, Kluivert calcia a botta sicura, ma è provvidenziale la deviazione di Havel. Al 57′ azione del Viktoria Plzen, Kovaric va al cross rasoterra per Cermak; piattone e palla che sfiora la traversa. Al 59′ Di Francesco manda in campo Zaniolo al posto di uno spentissimo Pastore. Tre minuti dopo il Viktoria trova il gol del vantaggio: Cermak lancia Kopic sulla fascia, il numero dieci serve l’accorrente Kovarik che sigla il sorpasso a porta vuota. Male Santon, colpevole di non aver marcato proprio l’autore del gol. La Roma si scuote e trova il pareggio al 68′ con u colpo da biliardo di Under su assist di Santon. Al 71′ arriva anche il primo cambio nelle file dei cechi, con Petrzela che prende il posto di Kopic. Il cambio si rivela azzeccato, perchè è proprio da una invenzione del neo entrato che i padroni di casa trovano il secondo vantaggio al 72′. Petrzela mette davanti a Mirante Kovarik, il portiere respinge, ma sulla ribattuta arriva Chory che sigla il gol del 2-1. Sempre lo stesso Petrzela va vicino al gol del 3-1 al 74′, ma chiude troppo il sinistro e la palla finisce sull’esterno. Di Francesco manda in campo Florenzi per Santon al 75′, ma sono nuovamente i cechi a sfiorare il gol con Hubnik. Il momento di difficoltà della Roma è testimoniato anche dal giallo per proteste rifilato a Kluivert al 79′. Un minuto dopo Nzonzi lascia il posto a Luca Pellegrini, nelle file del Viktoria Plzen entra Horava per Cermak. All’84 Kolarvo scarica per Cristante che calcia fuori. All’87 arriva l’ultimo cambio per i padroni di casa, con Chory che lascia il campo per Reznicek. Il finale di partita non regala più emozioni, l’unica cosa da segnalare è l’espulsione di Pellegrini per somma di ammonizione. Dopo quattro minuti di recupero si conclude la partita. Il Viktoria Plzen accede ai sedicesimi di Europa League, per la Roma una sconfitta indolore, ma che aggrava la posizione di Eusebio Di Francesco. Il tabellino  VIKTORIA PLZEN (4-4-1-1): Hruška; Havel, Hejda, Hubník, Limberský; Kopic (71′ Petrzela), Procházka, Hrošovský, Kovařík; Čermák (81′ Horava); Chorý (87′ Reznicek). All. Vrba ROMA (4-2-3-1): Mirante; Santon (75′ Florenzi), Manolas, Marcano, Kolarov; Nzonzi (81′ Lu. Pellegrini), Cristante; Under, Pastore (59′ Zaniolo), Kluivert; Schick. All. Di Francesco Ammoniti: Limberský (V), Kluivert (R), Lu. Pellegrini (R) Espulso Luca Pellegrini per doppia ammonizione al 92′ Marcatori: 62′ Kovarik (V), 68′ Under (R), 72′ Chory (V)
Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20