Come gli altri sport anche la Moto GP si sta interrogando su quando sia opportuno e possibile partire con la stagione. A tal proposito è stato intervistato Maverick Vinales, compagno di squadra di Valentino Rossi in Yamaha, che afferma che l’importante è partire, chiaramente se ci saranno le condizioni di sicurezza necessarie per far sì che la stagione cominci.

CHI E’ VINALES:

Il pubblico della Moto GP e tutti gli appassionati di questo magnifico sport sicuramente conoscono il giovane spagnolo classe ‘95, che nel corso degli anni sta diventando un pilota sempre più concreto e di livello. In carriera ha ottenuto il titolo di campione del Mondo nella categoria Moto 3, nel 2013.

Vinales: l'importante è partire.

Nella passata stagione invece è arrivato un ottimo terzo posto in Moto GP, la classe regina del motociclismo, con due magnifiche vittorie in Olanda e Malesia, un secondo posto in Germania e ben quattro terzi posti, in Spagna, Gran Bretagna, San Marino e Thailandia.

Per quanto riguarda le pole position ne ha ottenute tre durante la stagione, in Qatar, a San Marino e in Australia. Alla fine dell’anno come detto è arrivato terzo, dietro all’imprendibile connazionale Marquez e al nostro Andrea Dovizioso, con 211 punti conquistati nell’arco del motomondiale.

LA STAGIONE 2020:

Per quando riguarda la stagione 2020 di Moto GP ci sono tanti dubbi vista l’attuale situazione causata dal Covid-19, che tiene per il momento tutti con le spalle al muro. Le difficoltà sono tante, ma in ogni caso bisogna cominciare la stagione prima o poi. Vinales, intervistato riguardo a questo aspetto dalla rivista spagnola AS infatti ha detto che l’importante è partire, affermando che: “Non sono favorevole alle corse a porte chiuse. Dobbiamo tutto ai fan, corriamo per loro. Ma se dobbiamo correre a porte chiuse, va bene, l’importante è gareggiare”. Inoltre il pilota della Yamaha è d’accordo con la decisione di bloccare lo sviluppo delle moto per ridurre i costi a carico delle scuderie in questo momento così complicato, dicendo: “Mi sembra una decisione molto appropriata. Mentre in Italia tutto è chiuso, in Giappone possono continuare a lavorare allo sviluppo e questo non mi sembra giusto”.

LE PAROLE SUL COMPAGNO DI TEAM VALENTINO ROSSI:

Nel prosieguo dell’intervista Maverick ha anche parlato del suo compagno di squadra, Valentino Rossi, suo grande esempio. Lo spagnolo infatti ha raccontato: “Rossi è il mio idolo da quando avevo tre anni. Per me è una motivazione in più essere in pista con lui. È una bella sensazione. Spero che continuerà con Yamaha. È un pilota importante, che ci dà molte informazioni. Cosa ho imparato da Rossi? Molte cose, ciò che sicuramente rimarrà con me è la sua capacità di avere sempre un sorriso, non importa se arriva primo o settimo”. Parole di stima e rispetto dunque per lo spagnolo, che si ritiene molto fortunato ad avere come compagno di squadra non uno a caso, ma un 9 volte campione del Mondo!

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20