Wimbledon
Wimbledon Fab3: Credit on Twitter @Wimbledon
Djokovic e Nadal piegano agevolmente Goffin e Querrey. Qualche problema in più per Roger, che batte Nishikori in 4 set. Prima semifinale Slam in carriera per Bautista-Agut

Passano gli anni, ma nel mondo del tennis sono sempre i Fab3 a dettare legge: a Wimbledon Djokovic, Federer e Nadal agguantano le semifinali. A fare loro compagnia nel penultimo atto dello Slam londinese ci sarà Roberto Bautista-Agut, alla prima semifinale di un major in carriera.

Goffin dura solo mezz’ora –

Non che fosse un impegno proibitivo per il n.1 Djokovic, ma la prova Goffin doveva almeno allettare dal punto di vista psico-fisico il forte tennista serbo. E invece no, perché il belga – autore fin qui di una buona stagione sull’erba – dura solo una mezz’oretta abbondante.

Infatti Goffin inizialmente tiene benissimo testa a Djokovic, il quale soffre molto al servizio. Il break è nell’aria e arriva al settimo game, 3-4 per Goffin che però si scioglie sul più bello.

Nel momento in cui l’ex Top 10 doveva dare un’accelerata al match, piomba in una serie interminabile di gratuiti. In più Nole inizia a giocare a tennis e il gioco è fatto.

Wimbledon - Djokovic
Novak Djokovic raggiunge la nona semifinale a Wimbledon

In quel momento finisce la partita: Novak vince tre giochi consecutivi e porta a casa il set per 6-4. Ci si aspetta la reazione di Goffin, il quale invece è già proiettato ai saluti di fine partita. Bagel nel secondo set e comodo 6-2 nel terzo. Un parziale impressionante di 15 giochi a 2 che porta Djokovic in semifinale, la nona in carriera a Wimbledon.

Può comunque ritenersi soddisfatto Goffin, che raggiunge il suo miglior risultato a Church Road.

Per Djokovic 70esima vittoria a Wimbledon e 16esimo Slam nel mirino. Venerdì in semifinale troverà Roberto Bautista-Agut, che ha eliminato l’argentino Guido Pella in un vero e proprio derby terraiolo.

Wimbledon - Bautista Agut
Roberto Bautista-Agut, alla prima semifinale Slam in carriera. In precedenza aveva raggiunto i quarti a Melbourne a Gennaio

Troppo più forte lo spagnolo, che conduce con autorità dall’inizio alla fine e resiste anche al ritorno di Pella, il quale aveva conquistato il terzo set.

Per Bautista prima semifinale Slam in assoluto: sulla carta per Nole un impegno non ‘nobile’, ma guai a dar per vinto l’iberico, che sta calando dal cilindro giocate incredibili su una superficie a lui non congeniale.

‘Fedal’, capitolo 40 –

Al sorteggio dei tabelloni tutti sognavano l’accoppiamento Federer-Nadal in finale, e molti sono rimasti delusi dall’esito. Infatti i due Goat del tennis potevano incontrarsi solo in semifinale. Il pronostico è stato tuttavia rispettato: venerdì assisteremo al 40esimo capitolo di una interminabile disfida tra questi due maestri.

I quarti odierni erano solo da contorno, infatti doveva accadere un cataclisma per far sì che questi due campioni non si incontrassero due giorni dopo sul Centre Court.

Querrey e Nishikori dovevano vestire i panni di Superman ma così non è stato: i livello di quei due lì è a dir poco inarrivabile.

Nonostante ciò Roger con il pimpante nipponico qualche problemino l’ha pure avuto: forse il buon Kei oggi avrebbe vinto contro chiunque, ma con i Fab3 c’è veramente poco da fare.

La partenza del n.8 del seeding è stata molto arrembante, il che ha causato qualche problema al servizio per Federer. 6-4 Nishikori nel primo set con merito, ma da lì in avanti la musica è cambiata decisamente.

Wimbledon - Federer
Roger Federer, vittoria n.100 a Wimbledon e 13esima semifinale raggiunta

Così come accaduto con Harris al primo turno, l’elvetico decide di concedersi una pennichella pomeridiana godendosi il ventilato e stranamente sempre presente sole di Londra.

Dopo di che la fame di vittoria prende il sopravvento su qualsiasi voglia di riposo a quasi 38 anni suonati. Nel secondo parziale il giapponese è spazzato via in una manciata di minuti con un comodo 6-1. Nel terzo set ritorna l’equilibrio, ma la difesa ad oltranza di Nishikori vacilla nel finale, 6-4 Federer che si difende egregiamente in un decimo game interminabile.

Sulla stessa falsa riga viaggia anche il quarto parziale: Kei fatica al servizio ma riesce comunque a restare a galla. Anche qui la stoica difesa crolla nel finale, fin quando Federer con un dritto in allungo va a prendersi il break sul 5-4.

Poco dopo chiuda la disputa con due ace consecutivi – sui 12 totali – che gli valgono la 100esima vittoria a Wimbledon su 21 partecipazioni. Diventa così il primo di sempre a raggiungere questa onorificenza. Numero che simboleggia purezza e perfezione, tutte doti proprie del tennista di Basilea, che nonostante l’eta inanella un record dopo l’altro.

Per quanto riguarda Nadal, la sua partita contro Sam Querrey regala spettacolo solo nel primo set, per poi scemare nei ritmi a favore dello spagnolo. L’americano al servizio è una corazzata – 14 ace solo nel primo parziale con l’81% di punti vinti con la prima – ma Nadal trova il break già al terzo game.

Querrey non capitalizza una palla break sul 4-3, anzi deve salvare 3 set point nel game successivo. Inaspettatamente il decimo game regala sorprese: Nadal spreca un altro set point e il buon Sam gli fa lo scherzetto portandosi sul 5-5.

Immediata la reazione del re della terra rossa, che ripaga subito il favore con il contro-break. L’americano ha addirittura tre palle per portare il set al tie-break, ma Rafa e bravo a resistere e capitalizza il quinto set point vincendo per 7-5.

Wimbledon - Nadal
Rafael Nadal insegue il terzo titolo a Church Road

Il tennista californiano finisce la benzina già nel primo parziale: infatti nonostante buone percentuali al servizio, tende ad accorciare troppo gli scambi e a cercare qualche inusuale soluzione.

Tutto ciò fa il gioco di Nadal, che alza il livello dei suoi turni di battuta e attacca incessantemente sulla seconda di Querrey. Il risultato è un eloquente 7-5, 6-2, 6-2 che porta l’iberico in semifinale.

Il 18 volte campione Slam si scioglie solo nel finale quando ad un ‘Vamos Rafa‘ arrivato dagli spalti, un tifoso risponde ‘Let’s go Roger‘ ! . Il maiorchino se la ride e aspetta venerdì per la 40esima sfida contro l’amico-rivale di sempre, che a Wimbledon mancava da 11 anni.

In precedenza i due si erano affrontati già in tre occasioni all’All England Club, sempre in finale tra il 2006 e il 2008. A Londra conduce Federer per 2-1.

Per quanto riguarda i precedenti all time, è invece Nadal ad essere avanti per 24-15.

I Fab3 invece si erano trovati in semifinale a Wimbledon solo nel 2007, e anche quest’anno sarà una questione riservata esclusivamente a loro, Bautista permettendo.

Wimbledon entra finalmente nel vivo.

Risultati –

[1] N. Djokovic b. [21] D. Goffin 6-4, 6-0, 6-2

[23] R. Bautista-Agut b. [26] G. Pella 7-5, 6-4, 3-6, 6-3

[3] R. Nadal b. S. Querrey 7-5, 6-2, 6-2

[2] R. Federer b. [8] K. Nishikori 4-6, 6-1, 6-4, 6-4

Il tabellone completo di Wimbledon

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.