XFL – Week 2 – Il resoconto, 2 su 2 per Houston Roughnecks e DC Defenders

0
246

La seconda settimana, o Week 2 se preferite, della XFL regala spettacolo a tutti gli appassionati di football, in assenza della NFL.

Nella partite del sabato, vittoria netta per i DC Defenders contro i New York Guardians, mentre l’altra partita è stata vinta dai Seattle Dragons sui Tamba Bay Vipers per 17-9.

La domenica XFL non ha deluso le aspettative, con due rocambolesche e combattute partite.

La prima partita ha visto i Dallas Renegades ottenere la prima vittoria stagionale, per 15-25 in casa dei Los Angeles Wildcats. I primi 3 quarti sono stati ingannevoli, i quali si sono conclusi 3-6, grazie ai calci piazzati realizzati da Novak per i Wildcats e da MacGinnis per i Renegades. Dopodiché si è scatenato l’inferno, con l’ultimo quarto terminato 15-19 per la squadra texana. La squadra di Los Angeles ha visto due touchdown di Spruce, ben servito da Johnson in entrambe le occasioni, ottima l’asse quarterback-wide receiver. Dall’altra parte, sponda Renegades, ottima la prestazione del running-back Artis-Payne, autore di due touchdown.

L’ultima partita del Week 2 della XFL ha visto il favoloso scontro tra Houston Roughnecks e St Louis Battlehawks, conclusosi 28-24 per la squadra texana. La differenza è stata fatta nel secondo quarto, terminato col risultato parziale di 12-0, grazie ai due touchdown di Butler e Philips, con quest’ultimo ben servito dal proprio quarterback, P.J.Walker. Nel terzo quarto, Jordan Ta’Amu, quarterback dei Battlehawks, prova a riaprire la partita, conducendo la propria squadra a -3. Nell’ultimo quarto la partita viene chiusa dal QB texano che serve nuovamente Philips per un altro touchdodwn, dicendo così “fine” alla partita. A nulla è servito l’ennesimo touchdown ospite, ispirato dal solito Ta’Amu, del wide receiver Washington.

LA SITUAZIONE

L’Eastern Conference viene guidata dai DC Defenders che hanno fatto due su due, così come Houston ad Ovest. Restano a secco, Los Angeles Wildcats e Tampa Bay Vipers.

Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.