Giunge all’edizione numero 5 la corsa dedicata all’ex campione Cadel Evans, che si svolge annualmente in Australia all’inizio della stagione ciclistica

Il percorso

CADEL EVANS RACE 2019

164 kilometri da percorrere a Geelong, città portuale nello stato di Vittoria, nel sud dell’Australia. Prima parte di gara senza grosse difficoltà altimetriche, passando prima per Barrow Heads, e poi per lo sprint di Torquay e per l’unico GPM del percorso, quello di Bellis Beach, poco più di 1 Km al 3,6% di pendenza media. Una volta superato Mount Moriac, i ciclisti entreranno nel percorso finale, che dovranno percorrere per tre volte, affrontando nel frattempo l’unica difficoltà altimetrica proposta dal percorso di Geelong, la Challambra Crescent, salita di 1,2 Km con pendenza media del 8,6%

CADEL EVANS RACE 2019 PERCORSO

La corsa dedicata a Cadel Evans, grande campione di ciclismo e mountain bike, vede come grandi favoriti i velocisti, sopratutto quelli in grado di reggere i piccoli strappi disseminati qua e la lungo il percorso di Geelong. Ma proprio uno di questi, il Challambra Crescent, può rappresentare la rampa di lancio per qualche azione da lontano in grado di sorprendere le squadre dei velocisti. Molto probabile comunque un arrivo a gruppo compatto.

I favoriti

JAY MCCARTHY

Il 26enne della Bora ha già vinto lo scorso anno alla Cade Evans Race, e torna sul luogo del delitto nuovamente con i gradi di capitano. Riuscirà a bissare il successo del 2018?

CALEB EWAN

Reduce da un Tour Down Under corso bene ma non benissimo, il 24enne di Sidney ha tutta la voglia di prendersi la rivincita. Bisognerà vedere quanto sarà in grado di reggere alle difficoltà della Challambra Crescent

DARYL IMPEY

Dopo aver bissato il successo del 2018 al Tour Down Under di quest’anno, il sudafricano sembra voler far sua anche la seconda corsa australiana dell’anno, che gli sfuggì la scorsa stagione, quando sul traguardo di Geelong fu preceduto da Elia Viviani e da Jay McCarthy. Ha qualcosa in meno dei rivali per quanto riguarda la velocità pura, ma regge meglio le salite brevi ed esplosive come la Challambra Crescent

ELIA VIVIANI

Giunto solo (si fa per dire) secondo lo scorso anno dietro al vincitore McCarthy, il veronese della Quick Step ha tutta l’intenzione di lavare l’onta della sconfitta dal suo palmares. Ha le carte in regola per farlo, ma anche per lui vale il discorso fatto per Ewan: prima di lanciarsi verso Geelong, bisognerà superare senza troppe scorie la Challambra Crescent

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20