Arjen Robben festeggia la Bundesliga 2019, ennesimo trofeo di una carriera strepitosa.
Arjen Robben festeggia la Bundesliga 2019, ennesimo trofeo di una carriera strepitosa

“Mi sono preso del tempo per ponderare la decisione sul mio futuro”, ha dichiarato l’olandese . “Ho deciso di mettere fine alla mia carriera da calciatore”. Con queste parole Arjen Robben saluta il calcio giocato a soli 35 anni. “La decisione più difficile della mia carriera”. Come al solito smettere di giocare a calcio non è facile per nessuno e non lo sarà sicuramente per Robben, che lascia però dopo una carriera strepitosa nella quale ha vinto moltissimo, regalandoci goal e numeri di altissima scuola, che non lo faranno mai dimenticare agli appassionati del Mondo del pallone.

PALMARES:

1 Campionato Olandese
1 Supercoppa Olanda
2 Premier League
2 Coppa Lega Inglese
1 Community Shield
1 Coppa d’Inghilterra
1 Liga
1 Supercoppa Spagna
8 Bundesliga
5 Coppa di Germania
5 Supercoppa Germania
1 Champions League
1 Supercoppa Europea
1 Mondiale per Club

CARRIERA:
2000-2002 Groningen46 (8)
2002-2004 PSV56 (17)
2004-2007 Chelsea67 (15)
2007-2009 Real Madrid50 (11)
2009-2019 Bayern Monaco201 (99)
GRONINGEN:

Arjen Robben, nato a Bedum il 23 gennaio 1984, inizio a giocare nella squadra della sua città, il VV Bedum. Poi viene acquistato dal Groningen che, dopo averlo fatto giocare in Primavera, lo fa esordire in prima squadra il 3 dicembre del 2000 contro l’RKC Waalwijk. Chiuderà al stagione 2000-2001 con ben 18 presenza e 2 reti.

L’ano successiva gioca maggiormente e chiude con 6 reti in 28 apparizioni, attirando su di sé molte squadre, tra le quali il PSV che lo acquista per 3.7 milioni di €.

PSV:

La prima stagione al PSV è favolosa e Arjen con le sue prestazioni porta gli olandesi a vincere il campionato, con 12 reti in 33 partite e il premio di miglior giovane della stagione.

Arjen Robben col premio per il miglior giovane della stagione in Eredivisie nel 2002-2003.
Arjen Robben col premio per il miglior giovane della stagione in Eredivisie nel 2002-2003

Nel 2004 viene acquistato dal Chelsea di Abramovich che con 18 milioni si porta a casa il talento olandese. Prima di lasciare il PSV però nella sua ultima stagione in Olanda si infortuna due volte al ginocchio, come purtroppo gli succederà troppe volte in carriera, saltando molte partite.

CHELSEA:

Anche la prima stagione in Inghilterra termina con il titolo; il Chelsea infatti vince la Premier League al termine di una stagione trionfale, ma ancora una volta Robben, nonostante dimostri di avere qualità pazzesche da vero campione, subisce diversi infortuni giovando solamente 18 partite, durante le quali riesce comunque a mettere a segno 7 reti.

Robben festeggia la sua prima Premier League nella stagione 2004-2005.
Robben festeggia la sua prima Premier League nella stagione 2004-2005

Anche durante la stagione successiva arriva la Premier League, la seconda consecutiva per il Chelsea, e Robben realizza altre 6 reti in campionato.

La stagione successiva è costellata di infortuni, e anche per questo il nuovo mister Mourinho lo fa giocare meno rispetto alle stagioni precedenti. Quando non è infortunato Robben dimostra però tutto il suo valore e alla fine della stagione arrivano comunque due titoli importantissimi in Inghilterra: FA Cup e League Cup.

REAL MADRID:

Durante l’estate 2007 Robben passa al Real Madrid per circa 36 milioni di €. A ottobre però si infortuna con la Nazionale e deve saltare molte partite. Il primo col Real deve quindi aspettare, ed arriva solamente in Copa del Rey nel 2-1 contro l’Alicante il 2 gennaio 2008. Alla fine della stagione arriva l’ennesimo titolo nazionale della sua fantastica carriera; infatti il Real Madrid vince la Liga e Robben ancora una volta dimostra di essere un vincente, nonostante la tanta sfortuna per i suoi numerosi infortuni.

Robben festeggia l'ennesimo titolo nazionale: la Liga 2007-2008.
Robben festeggia l’ennesimo titolo nazionale: la Liga 2007-2008

L’anno successivo realizza 7 reti in campionato, ma non è una stagione brillante per il Real che arriva secondo nella Liga e esce agli ottavi di Champions League.

Così quell’estate viene acquistato per circa 25 milioni di € dal Bayern Monaco.

BAYERN MONACO:

Arrivato da un giorno al Bayern Monaco Robben esordisce e realizza una doppietta nel 3-0 al Werder Brema, dimostrando immediatamente il suo grande talento. La stagione 2009-2010 è trionfale per Robben e compagni, col talento olandese che trascina letteralmente i suoi a vincere sia Bundesliga che Coppa di Germania, a suon di goal e prestazioni stellari, con l’unica neo della finale di Champions League persa per 2-0 contro l’Inter. Robben realizza ben 23 reti in stagione, 16 in Bundesliga, 3 in coppa di Germania e 4 in Champions, vincendo inoltre il titolo personale di: Miglior Giocatore della Bundesliga.

Il Bayern Monaco di Arjen Robben che ha vinto la Bundesliga 2009-2010.
Il Bayern Monaco di Arjen Robben che ha vinto la Bundesliga 2009-2010

Durante i Mondiali del 2010 si infortuna con la Nazionale e la stagione successiva inizia in salita per il talento di Bedum. Il Bayern vince comunque la supercoppa di Germania iniziando al meglio la stagione. Robben conclude l’anno con sole 18 partite giocate, durante le quali realizza però ben 13 reti. Il Bayern soffre le sue numerose assenze ed arriva solamente terzo in campionato.

La stagione 2011-2012 è molto sfortunata per Robben e il Bayern Monaco, che perdono sia la finale di Coppa di Germania contro il Borussia Dortmund che la finale di Champions League ai rigori contro il Chelsea, con Robben che ha sbagliato un rigore ai supplementari.

La stagione successiva, 2012-2013, è però un trionfo totale, il punto più alto della carriera di Arjen Robben. Arrivano infatti Supercoppa di Germania, Bundesliga, Coppa di Germania e Champions League, con il Bayern Monaco che in finale vince 2-1 contro i rivali del Borussia Dortmund proprio con una rete del suo numero 10 Robben al minuto 89. Il Bayern è padrone d’Europa!

La prima Champions League per Arjen Robben è la quinta per il Bayern Monaco.
La prima Champions League per Arjen Robben è la quinta per il Bayern Monaco

Anche la stagione successiva è ricca di trofei per il Bayern, che vince la Supercoppa UEFA contro il Chelsea, la Coppa del Mondo per Club e poi continua il suo dominio in Germania, vincendo campionato e coppa.

Nelle stagioni 2014-2015 e 2015-2016 arrivano poi altri due campionati e una coppa di Germania (2015-2016).

Le Bundesliga diventeranno ben 8 negli anni successivi, visto che il Bayern continua a vincere ininterrottamente il campionato fino al 2018-2019, essendo ancora attualmente campione in carica. A difendere il titolo nella prossima stagione non ci sarà però Robben, che appunto ha dato il suo addio al calcio.

Lascia il Bayern Monaco dopo aver giocato 309 partite condite da 144 reti e addirittura 21 trofei, un palmares davvero invidiabile.

NAZIONALE:

Con la maglia dell’Olanda Robben non ha la stessa fortuna che ha avuto invece con le maglie di club, dove ha vinto ovunque abbia giocato.

Robben debutta in amichevole col Portogallo a soli 19 anni, e realizza la sua prima rete in Nazionale alla terza presenza, contro la Moldavia l’11 novembre 2003.

Il punto più alto della sua carriera con la maglia dell’Olanda è sicuramente il Mondiale del 2010: salta le prime due partite per infortunio, una costante purtroppo della sua carriera, realizza il primo goal agli ottavi contro la Slovacchia, e poi segna ancora in semi finale nel 3-2 all’Uruguay. In finale purtroppo la sua Olanda perde 1-0 contro la Spagna, con il goal decisivo di Iniesta nei supplementari e in negativo per Robben una grande occasione fallita a tu per tu con Casillas che poteva regalare il Mondiale agli olandesi.

La disperazione di Robben dopo l'occasione mancata in finale contro la Spagna ai Mondiali del 2010.
La disperazione di Robben dopo l’occasione mancata in finale contro la Spagna ai Mondiali del 2010.

Il Mondiale brasiliano del 2014 si chiude con il 3° posto dopo aver battuto i padroni di casa nella finalina per il podio; Robben, strepitoso durante la competizione viene inserito nella top 11 del Mondiale.

L’Olanda non riuscirà a qualificarsi né a Euro 2016 né ai Mondiali del 2018 e Robben lascerà la sua Nazionale il 10 ottobre 2017, con una doppietta contro la Svezia.

Abbandona dunque il campo uno dei più grandi e forti calciatori di sempre, fermato purtroppo troppo spesso dai numerosi infortuni che ne hanno limitato la carriera, comunque costellata di successi e trofei, come merita uno dei più grandi interpreti del bellissimo sport qual è il calcio.

Robben si ritira al termine di una carriera fantastica condita di numerosi trofei.
Robben si ritira al termine di una carriera fantastica condita di numerosi trofei.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20