Che show a Silverstone! Rins beffa Marquez all’ultima curva

Silverstone – La MotoGP ci ha regalato un altro finale da cardiopalma. Alex Rins riesce con un incrocio nell’ultimo curvane di beffare il campione del mondo, conquistando la seconda vittoria in stagione per soli 13 millesimi.

La gara era iniziata con un grosso spavento: dopo la prima curva Quartararo è protagonista di un brutto high-side. Purtroppo Andrea Dovizioso si è trovato in traiettoria M1 Petronas, prendendo letteralmente il volo, sbattendo a terra violentemente bacino e testa, mentre la sua Ducati prendeva irrimediabilmente fuoco. Per il Dovi perdita di memoria e controlli in ospedale a Coventry. Fortunatamente nulla di rotto e già in serata tornerà in Italia.

Dopo prime fasi di gara in cui Rossi sembrava poter lottare per la vittoria, Rins e Marquez hanno cominciato a fare il vuoto. Il pilota Suzuki è stato l’unico a mantenere nella prima metà di gara il ritmo di Marquez, ed addirittura nel finale sembrava averne di più. Nelle retrovie invece Vinles superava Rossi, girando costantemente sui tempi dei primi due, ma con troppo divario da colmare.

Nelle ultime fasi di gara Marquez si gioca le sue ultime carte, consapevole di essere probabilmente meno veloce: lo spagnolo comincia a giocare psicologicamente con Rins, rallentando in centro ed entrata curva, facendosi addirittura superare, per poi controbattere sul rettilineo dove la sua Honda ne aveva nettamente di più. Ciò ha favorito il recupero di Maverick Vinales, avvicinatosi a meno di un secondo.

L’ultimo giro è stato da cardiopalma: Rins sul rettilineo affianca Marquez all’esterno, ma finisce sull’erba sintetica perdendo alcuni decimi. Sembra fatta per Marquez, ma Rins con la sua agile Suzuki recupera terreno e nel T4 avviene il capolavoro: all’ultima curva Rins finta l’attacco all’esterno, ma poi incrocia, approfittando anche di un’esitazione di Marc, tagliando il traguardo per primo di soli 13 millesimi.

Sul podio Maverick Vinales, seguito da Valentino Rossi che ha accusato problemi di grip e degrado al posteriore. Ottima quinta posizione per Morbidelli davanti a Crutchlow. Male Petrucci in settima posizione.

Finisce in 14esima posizione Jorge Lorenzo al rientro dall’infortunio, ed ancora lontano da una forma fisica accettabile.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20