coppa del mondo di sciabola ungheria
Il ritorno della scherma con la Coppa del mondo di sciabola a Budapest.

È trascorso un anno da quando la scherma è stata costretta a fermarsi per l’epidemia di coronavirus. Finalmente è giunta l’ora di tornare in pedana. Si riparte dall’Ungheria, da Budapest, dove giovedì 11 marzo scatterà la Coppa del mondo di sciabola che vedrà impegnati sia gli uomini che le donne. Si tratta di un torneo che ha una certa valenza perché valido per le qualificazioni alle Olimpiadi di Tokyo 2021.

La nazionale italiana da questo punto di vista non ha nulla da temere poiché ha già ottenuto il pass per i Giochi olimpici. Dunque questa competizione potrà essere affrontata come test concreto in vista dei prossimi impegni. Giovanni Sirovich, commissario tecnico dell’Italia della sciabola, ha svelato che c’è una grande emozione in vista del ritorno in pedana dopo un anno di stop.

Ha spiegato che c’è tanta voglia di tornare a misurarsi con avversari di rilievo per capire qual è la condizione atletica attuale degli schermidori azzurri. Inoltre ha aggiunto che non manca un atteggiamento di prudenza giacché si torna a competere con la Coppa del mondo di sciabola in una situazione generale ancora precaria e legata alla pandemia di Covid-19.

Coppa del mondo di sciabola: la squadra azzurra

Giovanni Sirovich, parlando delle precauzioni adottate per la tutela della salute di atleti e addetti ai lavori, ha affermato che sia il team medico federale che quello dell’Istituto San Gallicano di Roma stanno seguendo con scrupolo la nazionale italiana di scherma impegnata alla Coppa del mondo di sciabola per attuare tutti i protocolli sanitari di prevenzione e contrasto al coronavirus.

Azzi nuovo presidente della scherma italiana

Inoltre la squadra ha ricevuto tutta una serie di indicazioni che verranno seguite scrupolosamente. Il CT azzurro ha concluso dicendo che il motto dell’Italia per il torneo in Ungheria è “non abbassare la guardia“, e ciò è riferito sia alle sfide che attendono gli schermidori che all’emergenza sanitaria.

Vediamo adesso com’è composta la nazionale italiana che dall’11 al 14 marzo sarà di scena alla Coppa del mondo di sciabola:

Sciabolatori: Luca Curatoli, Enrico Berrè, Luigi Samele, Aldo Montano, Francesco Bonsanto, Dario Cavaliere, Francesco D’Armiento, Gabriele Foschini, Luigi Miracco, Matteo Neri, Riccardo Nuccio, Giovanni Repetti, Luigi Samele.

Sciabolatrici: Irene Vecchi, Martina Criscio, Rossella Gregorio, Michela Battiston, Giulia Arpino, Benedetta Baldini, Sofia Ciaraglia, Rebecca Gargano, Lucia Lucarini, Chiara Mormile, Eloisa Passaro e Claudia Rotili.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20