Le prime esperienze di Gabriele Graziani

Gabriele Fabiano Graziani nacque il 10 aprile del 1975 a Torino, figlio di Francesco Graziani (campione del mondo nel 1982). Nel 1993 all’età di 17 anni entrò nelle giovanili del Torino, nello stesso anno venne aggregato alla prima squadra. In quella stagione però non scese in campo nemmeno una volta. Nel novembre 1994 venne ceduto al Nola, in C1. Gabriele Graziani con i campani scese in campo 16 volte mettendo a segno una rete. Nell’annata successiva passò all’Hertha Berlino che militava nella seconda lega tedesca. L’esperienza tedesca si concluse con sole sette presenze e mettendo a segno quattro reti.

Il ritorno in Italia

Una volta tornato tornato Italia venne ingaggiato dall’Arezzo. Gabriele Graziani con la squadra toscana disputa 17 gare con 4 reti fino a gennaio del 1997. Nel mercato invernale accettò l’offerta di prestito della Pistoiese, che militava in C1. Con la maglia arancione dei pistoiesi collezionò 13 presenze e 2 marcature. Nella stagione successiva iniziò a Siena, in Serie C1, scendendo in campo 16 volte e segnando 2 gol. Nel aprile 1998 ritornò all’Arezzo, conquistando la promozione in Serie C1. Da aprile a giugno giocò sei gare segnando una sola rete. L’anno dopo iniziò con l’Arezzo ma scese in campo solo cinque volte. Nel novembre del 1998 passa al Mestre, in Serie C2. Gabriele Graziani scese in campo 21 volte e segna 7 goal in campionato. Nella stagione successiva si trasferì alla Maceratese. Il giocatore italiano segnò 4 goal in 16 apparizioni nel campionato di Serie C2.

Gabriele Graziani e l’amore per il Mantova

Nel febbraio 2000 passò al Mantova. Una volta arrivato entrò subito negli schemi di gioco e la sua media gol iniziò ad alzarsi. Nel periodo fra Febbraio e Giugno giocò solo 10 partite, nelle quali segnò 5 reti. Nella stagione successiva segnò 11 reti in 31 partite, record personale fino ad allora. L’annata successiva mantenne la media con 9 gol in 30 presenze. Nelle due stagioni successive si scatenò segnando 31 gol in 60 partite giocate. Gabriele Graziani diede un contributo fondamentale alla squadra che centra la promozione in Serie C1. Nella stagione successiva vincono la Serie C1, promuovendosi in Serie B. Il giocatore segnò 9 reti in 31 partite. La stagione successiva sfiorarono la promozione Serie A e Graziani fece il suo debutto (con gol) in Serie B. Nel suo periodo a Mantova mise a segno 79 reti in 223 presenze.

Mantova, Gabriele Graziani
Mantova, Gabriele Graziani

Gli ultimi anni di carriera

Nell’estate del 2007 passò alla Cremonese, nella stagione 2007-2008 scese in campo 28 volte e segnò 12 reti. Storica fu la sua tripletta contro tre delle quali in Cremonese-Foggia 3-3 del 23 marzo 2008. Nell’estate del 2009 passò per una breve parentesi al Bassano per passare poi. Il 29 gennaio 2010, fece un’altra piccola esperienza, alla Sambonifacese. Nell’estate seguente tornò al Mantova, dove avrebbe voluto chiudere la sua carriera. Diede un contributo alla promozione della squadra vincendo la Serie D. Nell’estate del 2013 decise di appendere gli scarpini al chiodo per intraprendere la carriera da dirigente.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20