E’ un Gasperini raggiante quello che si presenta in conferenza stampa al termine di Midtjylland-Atalanta. Soddisfatto soprattutto della reazione dei suoi. Cancellare Napoli era l’obiettivo. Farlo in questo modo non era per nulla scontato.

Quale è stata la differenza?

“Oggi abbiamo fatto bene anche in fase difensiva, anche se qualche errore c’è sempre”. Eccola, la differenza. Una fase difensiva all’altezza della consueta efficacia in attacco. “Un’altra goleada? Dimostra la nostra capacità di fare gol. Noi quest’anno abbiamo la necessità di partire bene e questi tre punti sono fondamentali. Abbiamo visto dei bei gol, anche quello di Miranchuk”. E proprio sul russo si incentra la discussione. Spiega Gasperini:” Miranchuk è stato fuori un mese, ha ripreso da pochissimo, non aveva ancora fatto una partita su campo aperto con noi, se non con la Primavera; purtroppo si è presentato con un infortunio piuttosto lungo”. Il punto sugli infortunati, con un accenno anche al Papu, prosegue:”Ilicic è sulla via del recupero e adesso speriamo di recuperare anche Malinovskyi. Se guardo in prospettiva, in attacco siamo coperti. Gomez a centrocampo per mettere più attaccanti? Non so se potrà accadere in tutte le partite, questo è l’obiettivo, è quello che vogliamo fare. Ma noi stiamo giocando tanto, quando non giochiamo abbiamo 12 giocatori con le nazionali – l’ultima volta hanno giocato tutti e più partite – e questo ci mette nella condizione di dover ruotare. E non sempre potrò mettermi a spiegare le scelte. Ci saranno delle rotazioni inevitabili”. Infine, inevitabile tornare sulla pesante sconfitta di Napoli. Gasperini appare anche in questo caso molto convinto:” Lo dico non come scusa, perché il Napoli è forte, ma ci eravamo lasciati dopo il Cagliari e tre vittorie in tre partite e ci siamo ritrovati il giovedì con 10 giocatori, altri 5 li ho visti prima di partire. Un episodio può succedere, non credo ci sia tutta quella differenza che si è vista nel risultato, ma quando si giocano partite ogni tre giorni può capitare. Questa squadra ha sempre avuto buone reazioni. Oggi avevamo bisogno di vincere, non era facile come potrebbe far pensare il risultato. Non sarà semplice neanche per le altre squadre venire qui a giocare”.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20