fbpx
Dicembre4 , 2021

Gianmarco Tamberi stabilisce un nuovo record

Related

GP Qatar: Pirelli svela il mistero delle gomme

Vi ricordate del caos delle gomme Pirelli al GP...

Il clamoroso addio di Krummenacher a CM Racing

Un fulmine a ciel sereno colpisce il mondiale Supersport,...

13esima giornata Eurolega 2021/22: Milano non si rialza, quarto ko consecutivo

Non si arresta l'emorragia di sconfitte per l'Olimpia Milano....

Marsiglia vs Brest: pronostico e possibili formazioni

Un paio di squadre di Ligue 1 in forma...

Siviglia vs Villareal: pronostico e possibili formazioni

Dopo le rispettive sconfitte contro i giganti tradizionali della...

Share

2.35 metri. È questo il nuovo record del campione di salto in alto Gianmarco Tamberi. L’atleta azzurro ha saltato un centimetro in più rispetto a ciò che aveva realizzato a Tortu in Polonia, alcuni giorni fa. Il giovane altista ha dimostrato di essere tornato più in forma che mai e di essere pronto a prendersi i podi più importanti.


Larissa Iapichino come mamma Fiona: Oro europeo nel lungo


Gianmarco Tamberi, l’atleta azzurro è tornato?

Sembra proprio di sì. L’ultima prestazione lo conferma. 2.35 m di salto non sono mica niente e questo Gianmarco Tamberi lo sa bene. Il salto realizzato ad Ancona, dove si stanno tenendo i campionati italiani Indoor 2021 di atletica leggera, è frutto di ore, giorni e mesi di allenamento. Nonostante l’emergenza sanitaria abbia costretto anche gli atleti a rivedere il proprio modo di allenarsi, Gimbo non si è scoraggiato. Durante questo periodo di “clausura”, Tamberi si è migliorato e il suo salto in alto è risultato la migliore misura mondiale 2021. Ora è importante mantenere questo primato e magari se possibile, anche superarlo. Le stelle azzurre dell’atletica hanno infatti spesso dimostrato di essere un’eccellenza dello sport nel nostro Paese. Basti pensare a Larissa Iapichino che ha effettuato un salto in lungo da record: 6.91 m. Una misura degna della madre Fiona May.

Nonostante la giovane età Gianmarco ha già dovuto fare i conti con un infortunio importante che l’ha costretto allo stop per molto tempo. Nel 2016 ottenne il record italiano di salto in alto a Montecarlo, 2.39 m, ma si fratturò la caviglia e dovette rinunciare alle Olimpiadi di Rio de Janeiro. Sicuramente una “botta” non indifferente per Gimbo che ora però è pronto a riprendersi tutto ciò che gli spetta. La motivazione c’è ed è tanta: “Questo 2.35 rappresenta la chiusura di un periodo di quasi cinque anni, aperto la sera dell’infortunio di Montecarlo che mi ha negato i Giochi di Rio. Avevo in corpo tanto da smaltire, dovevo sfogarmi: nelle scorse notti ho avuto gli incubi. A parlarne mi viene da piangere, ora devo solo pensare a me stesso”.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20
spot_img
Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20