GP Brasile | Verstappen in pole. Secondo Vettel

Max Verstappen conquista la pole position nel GP del Brasile davanti a Sebastian Vettel e Lewis Hamilton. Per l’olandese si tratta della seconda pole della carriera e partirà domani con i favori dei pronostici. I primi tre sono racchiusi in 191 millesimi con il tedesco a 123 millesimi, con un piccolo errore nel primo settore del primo tentativo.

In quarta posizione Charles Leclerc a 220 millesimi ma costretto domani a partire dalla 14esima posizione a causa della sostituzione in questo weekend della quarta unità del motore. Quinto Bottas che pagato quasi due decimi dal compagno di squadra.

Sesto Alexander Albon che paga 427 dal compagno di squadra. Troppi dato che Verstappen partirà anche dalla pole position. Il divario tra i top team ed il resto della griglia è apparso imbarazzante: infatti il primo degli altri è stato Gasly ad 1 secondo e 329 millesimi. Ottava la Haas di Grosjean davanti ad un ottimi Kimi Raikkonen che precede l’altra Haas di Magnussen.

Fuori dalla q3 la McLaren di Lando Norris che partirà davanti a Daniel Ricciardo. Tredicesimo Giovinazzi fresco di rinnovo fino al 2020. Seguono Hulkenberg, Perez, Kvjat, Stroll e Russel. In ultima fila Kubica e Sainz che non ha partecipato alla sessione a causa di un guasto alla PU.

Partenza fissata domani ale 19.10. Tutti partiranno con le gomme soft tranne Charles Leclerc che monterà le gomme medie cercando una strategia diversificata.

Le interviste nel post qualifiche

Max Verstappen: “Oggi la macchina era davvero ottima. Durante la sessione le temperature del tracciato sono cambiate e quindi ci siamo dovuti adeguare, ma sin dalla Q1 la vettura volava. E’ stata davvero piacevole da guidare e sono felicissimo di aver conquistato questa pole”.

Sebastian Vettel: “L’obiettivo è quello di fare una gara pulita, non come quella dell’anno scorso. Non è stato sorprendente vedere che siano andati così veloci, ma vedere che sono andati così veloci in rettilineo. E forse un po’ sospetto (ride ndr). Sono soddisfatto delle prestazioni della monoposto, ma non so dire se Ferrari e Mercedes siano allo stesso livello. Tutto dipende dai carichi aerodinamici. La prima curva è dalla mia, quindi se ho uno start buono le cose possono mettersi bene. L’importante era fare la prima fila“.

Lewis Hamilton: “Non ho commesso alcun errore, quindi senz’altro non avevo il passo per fare la pole. Sono senz’altro contento perché ad un certo punto ero quarto o quinto e sono contento di essermi spinto nella Top-3. Questo renderà la sfida molto più semplice per me domani, potrò lottare forse anche per la vittoria. Sarà dura comunque perchè le Red Bull sono molto veloci, ma sono contento della mia prestazione”.

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.