GP Silverstone 2020, analisi prove libere e passo gara

GP Silverstone 2020 – Si chiude la prima giornata di prove libere del weekend inglese, che ci dice ancora una volta della supremazia Mercedes insieme alla Racing Point. Bene sul giro secco la Red Bull ma molto nervosa sul passo gara. La Ferrari si è presentata con ali molto scarichi per sopperire alle carenze di motore.

Prove Libere 1

Max Verstappen ha registrato il primo tempo nella simulazione di qualifica al mattino in 1:27.422. Il giovane olandese ha preceduto Lewis Hamilton di circa quattro decimi e Lance Stroll, che ha chiuso a circa sei decimi di distacco. Charles Leclerc ha chiuso in quinta posizione a otto decimi dalla vetta davanti a Valtteri Bottas tardato di circa 1 secondo.

Quarto tempo per la Red Bull di Albon a sette decimi dal compagno di squadra. Racing e Mercedes si sono mostrate le più veloci con la gomma media. Lewis Hamilton ha, però, segnalato un elevato degrado delle gomme. Charles Leclerc, a parità di mescola con i primi classificati, non è andato oltre al minuto trentadue alto.

Sessione finita dopo pochi minuti per Sebastian Vettel a causa di un problema all’intercooler. La Ferrari ha deciso di non mandare in pista il tedesco per smontare la monoposto e controllare gli elementi.

Prove Libere 2

Nelle seconde libere Lance Stroll si è piazzato davanti a tutti nella simulazione di qualifica in 1:27.274. Il pilota canadese ha preceduto Alexander Albon di 90 millesimi e Valtteri Bottas, che ha chiuso ad un decimo e mezzo. Quarta piazzola per Charles Leclerc a due decimi davanti a Lewis Hamilton.

Sesto e settimo Sainz e Hulkenberg a mezzo secondo dalla vetta.

Ancora sfortunato Sebastian Vettel che è stato alle prese con ulteriori problemi, questa volta a causa della pedaliera. Il tedesco non è poi andato oltre il diciottesimo tempo ad oltre un secondo e mezzo dalla vetta

Analisi passo gara

La Red Bull con Verstappen sul passo gara ha impressionato con la gomma media, girando più veloce di Bottas. Hamilton invece ha girato con la gomma dura dopo che al pari del finlandese aveva iniziato la simulazione di long run con le soft.

Le gomme a banda rossa hanno un degrado altissimo, sarà dunque importante accedere al Q2 con la gomma gialla. La Ferrari ha mostrato, purtroppo, un degrado significativo sia con gomme rosse sia gialle. Situazione preoccupante per la scuderia di Maranello che soffre sia di degrado sia di bassa velocità.

Impressiona Nico Hulkenberg che ha mostrato un buon passo con le hard al suo ritorno in pista.

Problemi di affidabilità sulla Mercedes di Lewis Hamilton dove è stata montata la seconda MGU-K. L’inglese usufruisce dunque di un nuovo componente, in seguito ad alcuni problemi di affidabilità riscontrati in Ungheria e poi confermati al banco. Tutti gli altri motorizzati Mercedes monteranno invece la nuova unità di recupero dell’energia tra una settimana.

Grafica dal sito ufficiale della Formula 1

Continua sul nostro sito!

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20