La Serie A riparte questo weekend con il recupero delle quattro partite della 25º giornata. Sarà una ripresa densa. Il nuovo calendario prevede, infatti, ben 124 partite in soli 43 giorni,  distribuite tra weekend e infrasettimanali, in tre diverse fasce orarie. Il tutto tenendo conto della temperatura nella stagione estiva. Tra i match da recuperare, domenica alle 21,45 c’è Inter-Sampdoria. La partita doveva giocarsi il 23 febbraio scorso, ma è stata rinviata a causa dell’emergenza sanitaria in Lombardia.

L’Inter è determinata a vincere per lasciarsi alle spalle la sconfitta contro la Juventus, 2 a 0 l’otto marzo scorso, e riprendere la corsa per lo Scudetto. Tornerà a giocare al Meazza dopo quasi tre mesi dalla vittoria per 2 a 1 contro il Ludogorets del 27 febbraio. L’ultima partita di campionato giocata in casa, invece, risale al rocambolesco 4-2 nel derby vinto contro il Milan. 

Situazione completamente diversa in casa Sampdoria. La squadra di Ranieri frequenta le zone basse della classifica. Al 16º posto con un solo punto di vantaggio sulla zona retrocessione, I blucerchiati ripartono dalla doppietta di Quagliarella dell’otto marzo che ha permesso di battere 2 a 1 il Verona.

Gli ultimi 5 precedenti hanno visto solo vittorie neroazzurre. L’ultima blucerchiata risale al 4 aprile 2017, con le reti del solito Quagliarella e di Schick. 

Lo schieramento dell’Inter

Sembrava che gli uomini di Conte iniziassero a sentire la stanchezza nelle ultime partite di campionato. Venivano, infatti, da 3 sconfitte consecutive: Napoli in Coppa Italia, Lazio e Juventus. Sabato scorso, nonostante il pareggio con il Napoli, l’Inter ha dimostrato di essere tornata in forma. Ha giocato a ritmi elevati e trovato subito il gol. Anche in fase difensiva si è comportata molto bene. Solo una disattenzione ha portato al gol in contropiede dei partenopei. 

Si va quindi verso la conferma dei titolari di Napoli. Recuperato de Vrij, l’Inter schiererà la difesa a tre con il giocatore olandese affiancato da Bastoni e Skriniar a difendere la porta di Handanovic. A centrocampo pesante l’assenza di Vecino che non ha completamente recuperato dall’infortunio al ginocchio. Assenti anche Sensi e Brozovic. Barella e Gagliardini, favorito su Borja Valero, in fase di impostazione saranno supportati da Candreva e Young sulle fasce. Eriksen, subito entrato nella mentalità offensiva di Conte, giocherà dietro le due punte Lukaku e Lautaro Martinez.

Lo schieramento della Sampdoria

Ranieri deve cercare di portare a casa qualche punto dalla trasferta milanese per distanziarsi dalla zona salvezza e risollevare l’umore dei tifosi. La Sampdoria, infatti, ha tutte le intenzioni di confermare il buon momento di forma trovato appena prima della sosta. A differenza dell’Inter, però, i blucerchiati non hanno ancora testato sul campo la ripartenza dopo un così lungo stop.

L’allenatore romano schiererà il classico 4-4-2 con cui aveva battuto il Verona. Audero tra i pali guiderà la linea difensiva a 4 formata da Bereszynski, Yoshida, Tonelli e Murru. A centrocampo confermati Ekdal e Linetty in regia, affiancati da Depaoli e Jankto. In attacco Ramirez dietro all’unica punta Gabbiadini, vista l’esclusione di Fabio Quagliarella a causa di un problema al polpaccio.

Le probabili formazioni:

Inter (3-4-1-2): Handanovic, Skriniar, de Vrij, Bastoni, Candreva, Barella, Gagliardini, Young, Eriksen, Lukaku, Lautaro. All. Antonio Conte.

Sampdoria (4-4-2): Audero, Bereszynski, Yoshida, Tonelli, Murru, Depaoli, Ekdal, Linetty, Jankto, Ramirez, Gabbiadini. All. Claudio Ranieri.

Dove vedere il match

La partita Inter-Sampdoria si giocherà domenica 21 giugno alle ore 21:45 allo Stadio Giuseppe Meazza di Milano, naturalmente senza spettatori. Il match verrà trasmesso, in esclusiva per gli abbonati, su Sky Sport Serie A (canale 202) e su Sky Sport Calcio Uno (canale 251). Sarà visibile anche in streaming attraverso i servizi SkyGo e Now TV.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20