La pista che porta ad Alvaro Morata alla Juventus sembra essere sempre più sostanziosa. Secondo le ultime indiscrezione, portate avanti da Sportitalia, l’ex Chelsea è uno dei primi obiettivi di Andrea Pirlo. Il neo tecnico dei bianconeri conosce benissimo le qualità dello spagnolo, ha condiviso con lui la stagione 2014-15, e potrebbe inserirlo perfettamente nel suo futuro schema di gioco.
Gli altri calciatori presi di mira dalla dirigenza juventina sono Arakdiusz Milik, fuori dai progetti del Napoli, Raul Jimenez del Wolverhampton e Duvan Zapata, punta di riferimento dell’Atalanta dei miracoli targata Gasperini.

Rivoluzione Juve

Dopo l’addio di Blaise Matuidi, direzione Inter Miami, Pirlo ha deciso di svecchiare la rosa dai suoi componenti più “anziani”. Quasi certe sono le dipartite da Sami Khedira e da Gonzalo Higuain, che potrebbe lasciare il proprio posto ad Alvaro Morata. La nuova Juventus punterà su un mix di giovani ed esperti, senza mai perdere di vista l’obiettivo principale: riportare a Torino la Champions League.

Morata con la casacca dell'Atletico
Morata con la maglia dell’Ateltico Madrid

Morata vuole il riscatto


Dal suo addio alla Juventus, l’attaccante ha faticato molto a trovare una sua dimensione. Con il Chelsea ha abbastanza deluso, non adattandosi ai ritmi inglesi e trovando poco spazio. Con i londinesi il centravanti ha segnato 24 reti in 72 presenze, ma ha perso la brillantezza che lo caratterizzava proprio a Torino. Dopo l’esperienza in Premier l’aria di casa si è fatta sentire, così ha deciso di trasferirsi all’Atletico Madrid attirando non poche polemiche per il suo passato madridista.
La stagione 2020 per Morata ha viaggiato tra il sufficiente e il discreto, lo spagnolo ha segnato complessivamente 15 reti in 43 presenze.

Il possibile adattamento al gioco di Pirlo

Lo schema di Pirlo alla Juve è ancora un mistero. Morata è un centravanti poco dinamico ma letale in area di rigore, bravo a fare a sportellate contro i difensori avversari e a creare spazi in area. Sarebbe da utilizzare come partner per Cristiano Ronaldo e Paulo Dybala, magari entrando dalla panchina e stravolgendo le carte degli avversari. Un po’ come ha fatto Gonzalo Higuain durante la sua non facile convivenza con i due attaccanti di diamante della Juventus.

Leggi anche: De Light si opera alla spalla: fuori tre mesi

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20