empoli-lazio

Il terzo anticipo della XXV giornata di Serie A ha visto confrontarsi al Carlo Castellani Empoli e Lazio.

La squadra toscana, allenata da Giovanni Martusciello, si presenta con una difesa ricompattata con i rientri di Bellusci, Costa e Pasqual,mentre Laurini torna sulla fascia destra. Il laziale Simone Inzaghi recupera Milinkovic e al posto di de Vrij (affaticamento muscolare per lui) c’è Wallace. Gli empolani si presentano con El Kaddouri dietro a Pucciarelli e Maccarone, mentre il tridente biancoceleste è formato da Anderson, Lulic e Immobile.

Cronaca della partita Empoli-Lazio

Nel primo tempo la partita è decisamente poco appassionante, mentre nella ripresa diviene più frizzante grazie a dei cambi azzeccati e a qualche errore di troppo delle difese.

Al 2’ viene ammonito Costa per un fallo su Milikovic. La Lazio protesta perché Anderson si stava dirigendo tutto solo verso la porta azzurra.

Nonostante la partenza propositiva della Lazio, è la squadra toscana al 7’ad avere la prima chance della partita con una semirovesciata di Pucciarelli, servito da Pasqual dalla sinistra, che va a finire fuori dallo spettro della porta.

Al 9’ prova a rispondere Ciro Immobile con un destro di punta, troppo debole e centrale, facilmente parato da Skorupski.  Al 17’ sempre il napoletano controlla un cross lungo di Basta e scarica sul primo palo un tiro fortissimo nuovamente respinto dal portiere polacco.

Nessuna delle due squadre riesce ad avere il netto predominio del gioco: la Lazio fatica a superare l’ordine tattico dell’Empoli e ad andare oltre alle troppe imprecisioni al tiro. Conduce ben 24 azioni d’attacco senza mai riuscire a trovare il gol del vantaggio. La sua manovra è continua, ma senza sbocchi risolutivi.

Al 36’ Skorupski si oppone nuovamente a Ciro Immobile, che prova a segnare con un destro rasoterra dal limite. Al 43’ altra occasione per la Lazio con un destro secco di Parolo dai 25 metri, sempre parato dal portiere che respinge lateralmente. Allo scadere del primo tempo altra opportunità  per la Lazio con un cross basso dal fondo, intercettato da Skorupski e allontanato da Laurini prima che Felipe Anderson possa approfittarne.

Cronaca del secondo tempo Empoli-Lazio

Il secondo tempo si apre con un Empoli maggiormente offensivo. Al 49’ El Kaddouri colpisce male di destro da ottima posizione e favorisce l’intervento di Strakosha. Al 56’ occasione per la Lazio con Milinkovic che, su cross di Parolo, prova a sbloccare la partita con un colpo di testa. Skorupski non trattiene, ma il calabrese Bellusci anticipa Lulic.

Al 57’ la sostituzione che cambia le sorti della partita: entra Keita al posto di uno stanco Milinkovic. La mossa è sicuramente pensata da Inzaghi per dare una svolta e una sterzata in attacco.

Al 67’ gol bellissimo del bosniaco Krunic, classe 1993, che con un bolide imparabile dai 25 metri beffa il portiere Strakosha. Il secondo gol del centrocampista in serie A consente ai toscani di portarsi avanti dopo aver rischiato tantissimo.

Passano solamente pochi secondi e c’è l’immediata reazione della Lazio: Anderson scodella in area e Immobile segna il suo tredicesimo gol in campionato, dopo una deviazione di Krunic. È il primo gol dell’attaccante all’Empoli in serie A, ma soprattutto 66 secondi è il tempo più basso mai trascorso tra le reti di due squadre diverse in questo campionato.

Doppia sostituzione per l’Empoli: escono Maccarone e Croce (problemi muscolari per lui) ed entrano Thiam e Mauri. Al 78’ ultimo cambio per la squadra di Martusciello con Veseli al posto di Laurini, mentre Inzaghi si gioca la carta Djordjevic al posto di Radu.

All’80’ Lazio in vantaggio grazie ad una lunga azione manovrata: Felipe Anderson, lanciato da Immobile sulla destra, la mette in mezzo, Costa rinvia corto e devia con il corpo il successivo tiro di Keita, beffando Skorupski. 2-1 per i biancocelesti che grazie al senegalese, appena entrato, conquistano la sesta vittoria esterna.

All’84’ viene ammonito Dioussè per un intervento duro su Biglia, mentre all’ 87’ Rizzoli grazia Costa che atterra Djordjevic al limite. L’intervento è da giallo.

I 4 minuti concessi di recupero vedono Keita provare da fuori area e Skorupski parare in due tempi .

Grande capacità di reazione della squadra biancoceleste che espugna così il Castellani. La Lazio e il suo allenatore devono però riflettere sullo scarso cinismo avuto nel corso del match e ripensare anche alla fortuità dei gol segnati: quello di Immobile dopo un rimpallo, mentre il gol vittoria di Keita  frutto di una deviazione che ha letteralmente spiazzato il portiere azzurro. La squadra di Inzaghi resta però così sulla scia dell’Europa e sale a quota 47 punti, a -1 dall’Atalanta.

TABELLINO EMPOLI-LAZIO

MARCATORI: 22’ Krunic (E),  68’ Immobile (L), 80’ Keita (L)

AMMONITI:  2’ Costa (E), 60’ Biglia (L), 84’ Dioussè (E), 90’ Veseli (E)

ARBITRO: Rizzoli

EMPOLI (4-3-1-2): Skorupski; Laurini (78’ Veseli), Bellusci, Costa, Pasqual; Krunic, Dioussè, Croce (73’ Mauri); El Kaddouri, Pucciarelli, Maccarone (71’ Thiam). In panchina: Pelagotti; Zambelli, Dimarco, Barba, Cosic, Zajc, Buchel, Tello, Marilungo.

Allenatore: Martusciello

LAZIO (4-3-3): Strakosha; Basta (80’ Bastos), Wallace, Hoedt, Radu (78’ Djordjevic), Parolo, Biglia, Milinkovic (57’ Keita); Felipe Anderson, Immobile, Lulic. In panchina: Borrelli, Vargic, de Vrij, Patric, Lukaku, Crecco, Tounkara, Murgia, Mohamed.

Allenatore: Inzaghi

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.