L’Europa League entra nel vivo e da lunedì 10 agosto si fa sul serio con l’inizio dei quarti di finale. Tra questi, spicca quello tra il Manchester United e il Copenhagen. Una sfida fra la rivelazione della competizione, i danesi, e una delle favorite alla vittoria finale, gli inglesi. Il Copenaghen arriva all’appuntamento dopo aver eliminato nei sedicesimi gli ostici scozzesi del Celtic Glasgow e negli ottavi i quotati turchi del Basaksehir. Il Manchester United invece vuole continuare la marcia verso la finale del 21 agosto dopo aver eliminato Brugge e Lask nei turni precedenti.

Le scelte del Manchester

Solskjaer deve fare i conti con gli infortuni di Jones, Shaw e Tuanzebe. Tuttavia, dopo il largo turnover effettuato nella sfida di ritorno col Lask (forte del 5-0 dell’andata), si prospetta il ritorno della formazione tipo. In porta vige il ballottaggio tra Romero e De Gea, col secondo nettamente favorito. Davanti al numero uno spagnolo il modulo dovrebbe essere il classico 4-2-3-1, con la coppia Lindelof-Maguire in mezzo alla difesa, con Wan- Bissaka a destra e Williams a sinistra. Solskjaer ripropone davanti alla difesa la granitica coppia Pogba-Matic, col francese completamente ristabilito dopo l’infortunio occorsogli durante la stagione. L’unica punta sarà infine Martial, supportato dal terzetto Grenwood, Bruno Fernandes e Rashford. Il format della competizione, modificato quest’anno a causa del covid e basato su gare secche, rende ancora più insidiosa la sfida. Conteranno i dettagli, per questo Solskjaer si affida all’artiglieria pesante. Martial, in goal anche col Lask, è pronto a ripetersi.

Le scelte del Copenaghen

Per quanto riguarda i danesi, Solbakken non può contare sugli infortunati Sigurdsson e Fischer. Per il resto, il modulo è lo stesso: 4-2-3-1. Davanti al portiere Johnsson la difesa a quattro sarà formata da Varela a destra, Boilesen a sinistra e la coppia di centrali formata da Nelsson e Bjelland. I 2 centrocampisti saranno Zeca e Mudrazija col tridente alle spalle di Santos- insediato da Sorensen nel ruolo di punta- composto dal trio Biel, Falk e Wind, quest’ultimo in ballottaggio con Older. Gara ai limiti del proibitivo per Solbakken e i suoi che però scenderanno in campo con la spensieratezza di non avere nulla da perdere e con la possibilità di scrivere la storia. La semifinale di Europa League sarebbe un risultato clamoroso per i danesi che a quel punto non avrebbero preclusioni per l’eventuale vittoria finale. A Solbakken restano un paio di giorni per cercare di scrivere la storia.

La partita andrà in onda lunedì 10 agosto alle 21:00 sul canale 202 di Sky Sport (472 del digitale terrestre).

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20