March 5, 2019; Oakland, CA, USA; Boston Celtics forward Gordon Hayward (20) shoots the basketball against Golden State Warriors guard Damion Lee (1) during the third quarter at Oracle Arena. Mandatory Credit: Kyle Terada-USA TODAY Sports

6 partite nella notte NBA: I Warriors vengono umiliati alla Oracle dai Celtics. Houston espugna Toronto. Minnesota ferma ancora i Thunder

TOBIAS HARRIS E JARRELL MARTIN

41esimo successo stagionale per i Philadelphia 76ers, che al Wells Fargo Center battono gli Orlando Magic (114-106) tenendosi ben stretto il 4° posto ad est. Orlando che invece viene scalzata dall’8° posto ad est. Vincono anche gli Indiana Pacers (105-96) che come da previsioni superano i Chicago Bulls, e mantengono il 3° posto della Eastern Conference

JAMES HARDEN

Cadono ad ovest sia gli Oklahoma City Thunder che i Portland Trail Blazers. I primi, battuti a Minnesota (131-120) sono alla sesta sconfitta nelle ultime dieci partite. I secondi, battuti dai Grizzlies a Memphis (120-111), sprofondano al 5° posto nella Western Conference. Infatti ad approfittarne ci sono gli Houston Rockets: i texani, trascinati dal solito James Harden (35 punti) espugnano l’Air Canada Centre, fermando i Raptors e salendo al 3° posto della conference, anche grazie ad un impressionante filotto di 6 vittorie consecutive. Perdono rovinosamente i Warriors, che tra le mura amiche dell’Oracle Arena vengono umiliati dai Boston Celtics, tornati al successo dopo un periodo nerissimo. E’ Gordon Hayward il protagonista del successo dei suoi, la peggior sconfitta interna per Golden Statae nell’era di coach Kerr (95-128). Celtics che a poche settimane dalla fine della stagione regolare, tornano in corsa per la parte alta del tabellone ad est

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.