Doppia doppia del greco nel successo dei Bucks a Minneapolis

Milwaukee espugna il Target Center. Golden State batte Portland grazie a Paschall. Houston batte Memphis. Successi ad est per Brooklyn e Washington

Eastern Conference

GIANNIS ANTETOKOUNMPO

I Milwaukee Bucks espugnano il Target Center di Minneapolis battendo i Minnesota Timberwolves (106-134). Già nel primo tempo la franchigia del Wisconsin gioca meglio, andando al riposo sul +7

Ma lo strappo decisivo arriva nel terzo periodo, quando trascinati da Giannis Antetokounmpo (11 punti) e Khris Middleton (10 punti), i Bucks chiudono un parziale da 38-25, che di fatto mette fine alla gara con un quarto d’anticipo, con Milwaukee che dilaga nel quarto finale (32-24)

Giannis Antetokounmpo è autore di una doppia doppia da 34 punti e 15 rimbalzi, mentre Khris Middleton (26 punti) e Eric Bledsoe (22 punti) salgono sopra quota 20 punti. Ancora privi dello squalificato Towns, i Wolves si affidano invece ad Andrew Wiggins (25 punti)

Primo ko stagionale per i Philadelphia 76ers. Sconfitta che arriva per mano dei finora sorprendenti Phoenix Suns (114-109), che con il successo sui Sixers salgono a quota cinque vittorie su sette partite giocate

Primo tempo combattuto, con Philadelphia che va all’intervallo sopra di 2 punti. Phoenix recupera nel terzo quarto, rimettendo la testa avanti (26-21), ma è nel quarto che, grazie ai 12 punti di Ricky Rubio, e agli 11 di Devin Booker, i Suns chiudono un parziale da 33-27, portandosi a casa la vittoria

Doppia doppia per Ricky Rubio (21 punti e 10 assist), ma l’MVP del match è Devin Booker, che mette a referto 40 punti. Sixers che si affidano al trio Harris-Horford-Korkmaz. L’ex Celtics segna 32 punti. L’ex Clippers va in doppia doppia (24 punti e 10 rimbalzi), mentre Furkan Korkmaz realizza 20 punti

Prosegue il buon momento dei Brooklyn Nets. Al Barclays Center i ragazzi di coach Atkinson battono non senza qualche intoppo i New Orleans Pelicans. Partono bene i Nets, che già nel secondo quarto allungano sui Pelicans (34-23)

Al rientro dagli spogliatoi è però New Orleans a comandare il gioco, e grazie ai 12 punti di Josh Hart, e ai 10 di Brandon Ingram, i Pelicans si aggiudicano il terzo quarto 48-37. Serve quindi il quarto periodo per decidere la contesa, e negli ultimi 12 minuti a prevalere sono i padroni di casa, che trascinati dai 10 punti di Caris Levert vincono la partita

Kyrie Irving segna 39 punti nel successo dei Nets sui Pelicans. Buona prova per Caris (23 punti) mentre Jarrett Allen (18 punti e 10 rimbalzi) realizza una doppia doppia. L’ex Lakers Brandon Ingram è autore di una prestazione sontuosa (40 punti), mentre ben cinque giocatori dei Pelicans vanno in doppia cifra

Western Conference

ERIC PASCHALL

Successo a sorpresa per i Golden State Warriors, che nonostante la moria di giocatori riescono ad ottenere una preziosa vittoria sui più quotati Portland Trail Blazers (127-118). Ma nel primo tempo a giocare meglio sono i Blazers, che chiudono i primi 24 minuti sopra di 3 punti

Il secondo tempo però, è tutto di marca Warriors. Nel terzo quarto i padroni di casa allungano grazie ad un parziale da 27-20, nonostante Lillard metta a referto 14 punti. Mentre nei 12 minuti finali entra in scena Jordan Poole, che con i suoi 11 punti permette ai Warriors di prendersi il quarto periodo (40-35) e la vittoria

MVP è però Eric Paschall, rookie dei Warriors autore di una spettacolare doppia doppia da 34 punti e 13 rimbalzi. Lillard realizza 39 punti, mentre il compagno Hassan Whiteside chiude con una doppia doppia (22 punti e 11 rimbalzi)

Gli Houston Rockets espugnano il FedExForum di Memphis, battendo i Grizzlies (100-107). Texani subito avanti nel primo quarto, ma nel secondo i padroni di casa chiudono il gap dai Rockets. Decisivo è il terzo quarto, quando al rientro dagli spogliatoi Houston chiude un parziale da 22-16. Nel finale manca la reazione dei Grizzlies, con Houston che conserva il vantaggio e porta a casa la vittoria numero quattro in stagione

Le altre partite

TROY BROWN

Successo tra le mura amiche della Capital One Arena per i Washington Wizards. A farne le spese sono i Detroit Pistons (115-99). Dopo un primo tempo giocato alla pari dalle due franchigie (con i Wizards che vanno al riposo sul +2), nel terzo quarto i padroni di casa dilagano

Con un parziale di 30-17, Washington chiude di fatto il match, che nel finale non offre altre emozioni (22-21 per i Wizards il periodo finale). Se da una parte Andre Drummond risulta sempre il più efficace dei suoi (15 punti e 24 rimbalzi), dall’altra a prendersi la scena è Troy Brown, che vista la serata “normale” di Bradley Beal (22 punti), è l’MVP grazie ad una doppia doppia da 14 punti e 10 rimbalzi

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.