Nel match del Thursday Night, di Week 11, Seattle ritrova la vittoria, dopo le due sconfitte consecutive, contro Bills e Rams. Al Century Link field, i Cardinals escono sconfitti, contro i Seahawks, per 21-28. La squadra di Pete Carroll si risolleva, dagli ultimi due insuccessi, giocando una partita molto ordinata e tenuta sotto controllo fino alla fine. Arizona non riesce, dunque, a ripetere il risultato della Week 7, in cui ha ottenuto la vittoria grazie a un field gol nell’over time.

Cardinals-Seahawks, la difesa di Seattle è più ordinata?

Due settimane dopo la pesante sconfitta contro Buffalo, i Seahawks tornano a vincere e lo fanno senza correre grossi rischi. Il successo contro i Cardinals arriva anche per merito di una difesa aggressiva e solida, che, soprattutto nel secondo, tempo, lascia meno spazio alle iniziative di Murray. Già contro i Rams, la retroguardia dei Seahawks ha dato dei segnali di maggiore compattezza, per poi confermarsi nella partita contro Arizona. Dopo l’ottima prestazione, nell’ultimo match, la difesa di Seattle dovrà dare conferme nelle ultime sei settimane di regular season.

Cardinals-Seahawks, la partita

I Cardinals di coach Kingsbury, dopo la risalita in NFC West, arrivata grazie alla rocambolesca vittoria contro Buffalo, cercano un altro successo, per mantenersi in posizione privilegiata. Seattle, reduce da due sconfitte consecutive, vuole risalire al comando della divisione.

Seattle prende subito il controllo

In seguito a due partite, in cui prima attacco e poi difesa non hanno brillato particolarmente, i Seahawks disputano un match molto ordinato. I ragazzi di coach Carroll indirizzano subito la gara a loro favore, restando in controllo fino allo scadere.

Con un deep pass, dalle 25 yard di Arizona, Wilson pesca Metcalf in end zone, sbloccando il punteggio per Seattle. I Seahawks restano in vantaggio fino al secondo quarto, quando i Cardinals trovano il pareggio, grazie a Drake. Il touchdown del running back di Arizona, in un primo momento giudicato come fumble, è poi rivisto dagli arbitri e considerato valido.

Seattle non si perde d’animo e torna in vantaggio poco dopo. Questa volta è Tyler Lockett a ricevere la palla in end zone, per i sei punti. Myers fallisce il calcio di trasformazione, ma, appena prima dell’intervallo, segna il field gol, che fa chiudere il primo tempo sul 7-16.

Arizona sbatte contro la difesa dei Seahawks

Sono gli uomini di Kingsbury ad aprire le marcature, nel secondo tempo. Murray, con uno short pass, trova Arnold in end zone, per il touchdown che riapre la gara. I Seahawks rispondono immediatamente e riportano il distacco a +9, grazie al rushing touchdown di Hyde.

Nei primi minuti dell’ultimo quarto, Arizona è ancora viva e mette a segno il touchdown del 21-23. È in questa fase di gara, che la difesa dei Seahawks inizia a farsi ancora più aggressiva. I Cardinals perdono terreno, fino a dover cominciare il gioco dalla propria red zone. La retroguardia di Seattle ne approfitta e, per merito di un holding dell’attacco avversario in end zone, conquista il safety che vale altri due punti. I padroni di casa, a poco più di due minuti dalla fine, segnano un altro field gol, portandosi sul 21-28.

Con due minuti a disposizione, i Cardinals hanno ancora tempo per provare, almeno, a pareggiare. Murray fa conquistare terreno all’attacco, ma, arrivato sulle 30 yard di Seattle, sbatte contro la difesa dei rivali. Sul 2&10, Wagner devia il lancio diretto verso Fitzgerald, in end zone, mentre sul 3&10 ci pensa Reed a impedire la ricezione a Isabella. Murray, memore di quanto successo la settimana precedente, prova un ultimo lancio sul 4&10. Questa volta, però, Dunlap non lascia all’avversario il tempo di lanciare e compie il sack decisivo, che chiude la partita.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20