È stata la sfida di NFC East tra Giants e Eagles ad aprire la settima settimana di NFL, con Phliladelphia che ha ribaltato il risultato all’ultimo quarto. Nell’altra sfida della conference, è stato il Football Team ad avere la meglio su Dallas. A Nashville, gli Steelers hanno mantenuto la loro imbattibilità, battendo i Titans. I Bills sono ritornati alla vittoria, così come Packers e Browns, che in uno scontro apertissimo contro i cugini di Cincinnati, hanno vinto per soli tre punti di distacco.

Settima settimana; Dallas avrà ritrovato il suo attacco?

Cowboys-Football Team 3-25. La seconda vittoria stagionale di Washington coincide con un’altra disfatta di Dallas e un’altra prova ingloriosa dell’attacco. I Cowboys, dopo aver realizzato appena dieci punti contro i Cardinals, riescono a piazzare soltanto un field goal a Washington. Lo spunto migliore lo da Pollard, su un ritorno di calcio, dando il via all’unica azione in cui Dallas va a punti. Per il resto, ne Dalton, ne il subentrato DiNucci riescono a scalfire la difesa avversaria, complici i troppi di errori di Elliott, Lamb e gli altri. Il Football Team è in pieno controllo e, a fine primo tempo, conduce già per 3-22. La seconda metà di gara è una pura formalità, per la squadra allenata da Rivera, che piazza un altro field gol e tiene a bada l’attacco dei Cowboys.

Pittsburgh resta imbattuta

Steelers-Titans 27-24. Termina l’imbattibilità di Tennessee e continua quella di Pittsburgh. Le provano tutte i Titans, ma nel primo tempo l’attacco degli Steelers sembra inarrestabile. Poi, la difesa di Tennessee inizia a prendere le misure su Big Ben. Due intercettazioni fanno recuperare palla ai padroni di casa e portano ai touchdown di Brown e Henry, che fissano il tabellone sul 27-24. La gara si riaccende, con i Titans che sono sotto solo di tre punti. Roethlisberger fa avanzare il cronometro, ma sul suo ultimo passaggio in end zone, la difesa di Tennessee intercetta. L’ultimo drive è per i ragazzi di Vrabel, che devono fronteggiare una difesa aggressiva e molto chiusa. Tannehill porta i suoi in zona field gol, lasciando a Gostkowski il compito di pareggiare. Il kicker, però, sbaglia il piazzato del pareggio. Pittsburgh rimane imbattuta.

Settima settimana; tornano a vincere Bills e Packers

Bills-Jets 18-10. Buffalo, dopo due sconfitte consecutive, ritrova la vittoria e una buona prestazione della difesa, che è apparsa un po’ traballante nelle ultime due partite. Ha faticato molto, invece, l’attacco. Tra imprecisioni, sack e penalità, Allen non è riuscito a trovare nessun touchdown pass. Ci ha pensato Tyler Bass, con sei field goal, a completare la rimonta e a far tornare a vincere i Bills.

Packers-Texans 35-20. Green Bay ritrova tutta la potenza del suo attacco, nella vittoria contro Houston. Adams, con due touchdown e 13 ricezioni per 196 yards, è un’autentica spina nel fianco per la difesa dei Texans. Il contributo del numero 17 è fondamentale per spianare la strada agli altri tre touchdown, con cui i Packers chiudono i conti.

Fino all’ultimo respiro

Browns-Bengals 37-34. I Browns, dopo aver sbattuto contro il muro di Pittsburgh, tornano a mettere in mostra il loro potenziale offensivo. Di fronte ci sono dei Bengals agguerriti e decisi a non ripetere il risultato del primo match contro i cugini. Le due squadre rispondono colpo su colpo e, a 66 secondi dalla fine, è Cincinnati a essere in vantaggio per 31-34. All’ultimo drive utile, però, Cleveland riesce a ribaltare il punteggio. Mayfield trova il passaggio giusto per mandare in end zone il rookie People-Jones, che riceve e segna il touchdown della vittoria per i Browns.

Lions-Falcons 23-22. Detroit e Atlanta mettono in campo due ottime difese e si danno battaglia fino all’ultimo istante. I Falcons fanno punti e i Lions inseguono. A meno di un minuto dalla fine del match, è la squadra di Morris a essere in vantaggio, grazie al touchdown di Gurley. Sul 16-22, a Stafford restano pochi secondi per portare i suoi a punti. Proprio allo scadere, il quarterback dei Lions, dalle 15 yards, manda a touchdown Hockenson. Prater non sbaglia il piazzato della trasformazione e trova il punto della vittoria per Detroit.

I Saints la spuntano per un soffio

Panthers-Saints 24-27. La partita tra Saints e Panthers è apertissima. Carolina scende in campo con tutta la grinta mostrata nelle ultime partite, dando molto filo da torcere a New Orleans. Fino all’ultimo quarto il punteggio è in parità. I Saints, poi, spezzano l’equilibrio, con il field gol di Lutz, che fissa il tabellone sul 24-27. C’è ancora tempo per i Panthers, per riportarsi in vantaggio, ma la difesa dei Saints non fa sconti. Carolina è costretta al field gol, dalle 65 yards, per trovare i tre punti del pareggio. Il calcio è ben direzionato, ma manca la porta per un soffio. New Orleans può, dunque, tirare un sospiro di sollievo e far muovere l’orologio fino allo scadere, con il suo ultimo drive.

Chargers, prima vittoria in NFL per Herbert

Jaguars-Chargers 29-39. Los Angeles comincia molto bene, ma, dopo l’iniziale black out, Jacksonville entra in partita e rimonta lo svantaggio di 0-16. I Chargers reagiscono immediatamente e il secondo tempo si fa molto combattuto. Trascinata da un Herbert in ottima forma, Los Angeles riesce a trovare le giocate decisive per ribaltare nuovamente il risultato e portarsi sul 29-39. Sul finale di gara, la difesa di LA chiude molto ben le ultime iniziative dell’attacco dei Jax.

Settima settimana; continua il periodo no dei Patriots

49ers-Patriots 33-6. Due field gol consentono ai Patriots di non chiudere la gara a zero punti. Cam Newton, dopo un grande inizio di stagione, sembra non riuscire più a incidere alla guida dell’attacco di New England e, contro San Francisco, chiude la gara a secco di touchdown passes. Il tutto mentre Kittle, Wilson, Juszczyk, Samuel e Aiyuk fanno scempio di una difesa poco aggressiva e messa male in campo.

Tutto facile per Tampa Bay e Kansas City

Buccaneers-Raiders 45-20. Tampa Bay vince e consolida il proprio primato in NFC South. Las Vegas non gioca male, ma l’ultimo quarto è fatale per i Raiders. Sul 24-20, Tampa allunga, poi la difesa, con due ottime giocate, frena gli attacchi dei Raiders e concede a Brady di ripartire in ottima posizione, entrambe le volte. Il reparto offensivo dei Bucs non manca l’appuntamento con il touchdown e consolida la vittoria con un netto 45-20.

Chiefs-Broncos 43-16. A Denver, Kansas City sbriga senza particolari difficoltà la pratica Broncos. Sulla neve dell’Empower Field at Mile High, è tutto facile per i Chiefs, che mostrano sul campo tutta la loro superiorità in entrambi i reparti.

Settima settimana; Seattle perde l’imbattibilità nell’over time

Seahawks-Cardinals 34-37. Seattle conduce per tutta la partita, ma ha di fronte dei Cardinals che non mollano. Arizona recupera lo svantaggio e, allo scadere dell’ultimo quarto, sul 34-31, piazza il field gol decisivo per andare all’over time. Basta un calcio piazzato per la vittoria e la prima occasione buona capita ai Cardinals, ma Gonzalez manca il bersaglio. La palla passa ai Seahawks, che provano a puntare al touchdown della vittoria, trovandolo con Metcalf. L’azione, dopo essere rivista, viene però annullata per un holding in attacco e il touchdown viene annullato. Wilson ci riprova, ma il rookie Simmons si fa trovare nel posto giusto e mette a segno l’intercetto, che rida palla all’attacco dei Cardinals. Arizona torna nel field gol range e, questa volta, Gonzalez non sbaglia. Tre punti per la squadra di Kingsbury, che festeggia la quinta vittoria nel 2020 e mette un freno all’imbattibilità dei Seahawks.

Bears-Rams 10-24.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20