Otto tappe attraverso la Francia, dalla capitale alla costa azzurra. Presente il detentore Marc Soler. Ultimo italiano a vincerla Davide Rebellin nel 2008

Il percorso

PARIGI-NIZZA 2019: PERCORSO

Tappa 1: Saint Germain en Laye-Saint Germain en Laye (138,5 km)

Prologo nell’Ile de France, a pochi chilometri da Parigi. Tappa mossa ma arrivo adatto ai velocisti, sopratutto quelli più completi

Favoriti: Arnaud Dèmare, Edvald Boasson Hagen, Sam Bennett

Tappa 2: Les Bréviaires – Bellegarde (163,5 km)

Altro arrivo in volata, ma questa volta il percorso è assai più semplice, quasi privo di insidie

Favoriti: Caleb Ewan, Marc Cavendish, Alexander Kristoff

Tappa 3: Cepoy – Moulines/Yzeure (200 km)

Una delle tappe più lunghe della corsa, ma nessuna difficoltà altimetrica. Quasi scontato l’arrivo a gruppo compatto

Favoriti: Caleb Ewan, Marc Cavendish, Alexander Kristoff

Tappa 4: Vichy – Pélussin (210,5 km)

Primo vero banco di prova per gli uomini di classifica, ma frazione (la più lunga della corsa) perfetta per una fuga da lontano

Favoriti: Thomas De Gendt, Jarlinson Pantano, Alessandro De Marchi

Tappa 5: Barbentane – Barbentane (25,5 km)

Prima e unica crono della Parigi Nizza 2019. Al termine si vedranno i primi distacchi importanti nel gruppo

Favoriti: Richie Porte, Teejay Van Garderen, Romain Bardet

Tappa 6: Peynier – Brignoles (176,5 km)

Altra tappa adatta alle fughe, ma è molto probabile un arrivo a ranghi ridotti, o un’azione nel finale, sfruttando magari la Cote di Santa Filomena

Favoriti: Ramunas Navardauskas, Niki Terpstra, Michael Valgren

Tappa 7: Nizza-Col du Turini (181,5 km)

Primo dei due giorni decisivi per decretare il vincitore della corsa. Poco più di 181 km da Nizza al Col du Turini, 15 km al 7,3% di media.

Favoriti: Romain Bardet, Simon Yates, Richie Porte

Tappa 8: Nizza – Nizza (110 km)

Finale al cardiopalma. 110 km da Nizza a Nizza, percorso farcito con ben 5 gpm, l’ultimo dei quali, il Col des Quatre Chemins, termina a meno di 10 km dall’arrivo

Favoriti: Marc Soler, Romain Bardet, Ilnur Zakarin

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20