Il colombiano della Education First trionfa dopo una giornata in fuga, battendo Miguel Angel Lopez. Egan Bernal nuova maglia gialla

Tappa 7: Nizza-Col du Turini (181,5 km)

E’ Daniel Martinez, 22enne colombiano di Bogotà a vincere la settima tappa della Parigi-Nizza 2019, da Nizza a Col du Turini, dopo aver preso parte sin dalle prime battute ad una fuga di più di venti corridori

Sul Cole de Gourdon (seconda difficoltà altimetrica di giornata) prende il largo la fuga, composta da ben 35 corridori: Cyril Gautier, Quentin Pacher (Vital Concept-B&B Hotels), Mikaël Chérel, Mathias Frank (Ag2r La Mondiale), Arnaud Démare (Groupama-FDJ), Iván García, Kristijan Koren (Bahrain-Merida), Mike Teunissen, Pascal Eenkhoorn (Jumbo-Visma), Daniel Martínez (Education First), Giulio Ciccone, Jarlinson Pantano (Trek-Segafredo), Julien El Farès, Romain Combaud, Evaldas Šiškevicius (Delko-Marseille), Pawel Poljanski (Bora-hansgrohe), Sergio Henao, Rory Sutherland (UAE Emirates), Miguel Ángel López, Magnus Cort Nielsen (Astana), Alessandro De Marchi, Victor De La Parte (CCC Team), Thomas De Gendt (Lotto Soudal), Simon Yates, Mikel Nieve (Mitchelton-Scott), Mathias Le Turnier (Cofidis), Elie Gesbert, Laurent Pichon (Arkéa-Samsic), Héctor Carretero (Movistar), Nicolas Edet (Cofidis) e Jonathan Hivert (Direct Energie), Nils Politt, Simon Spilak (Katusha-Alpecin), Philippe Gilbert, Tim Declercq (Deceuninck-Quick Step), Scott Davies (Dimension Data), Maxime Monfort (Lotto Soudal), Amael Moinard (Arkéa-Samsic) e Julien Bernard (Trek-Segafredo)

De Gendt si aggiudica il GPM di Cole de Gourdon, quello della Cote de la Coursegoules e quello della Cote de Gillette mentre Philippe Gilbert passa per primo al traguardo volante di Coursegoules. Anche l’ultima asperità di giornata, la Cote de Pelasque, viene vinta da De Gendt, ma serve sopratutto come trampolino di lancio

Il gruppo infatti si spezza, e davanti rimangono in 22, che mantengono un margine sul plotone di quasi 6′. Lungo la salita del Col du Turini, la selezione si fa sempre maggiore, e molto dei battistrada perdono terreno. Restano in testa solo Yates, Lopez, Cherel, Hanao, Ciccone, Gilbert, Declercq, Gesbert, Martinez, Edet, De Marchi, De la Parte, Hivert, Gautier ed El Fares, almeno fin quando l’inglese della Mitchelton Scott non decide di rompere gli indugi, portandosi dietro Lopez, Edet e Martinez

Il quartetto collabora, e riesce a mantenere quasi 5′ sul gruppo in costante rimonta. Ma la stanchezza coglie Simon Yates e Nicolas Edet, che sono costretti a cedere il passo ai due colombiani, Daniel Martinez e Miguel Angel Lopez, che vanno così a giocarsi la vittoria di tappa. In volata però non c’è storia, con il 22enne della EF che ne ha decisamente di più, e che va a vincere in solitaria sul Col du Turini. Nel gruppo intanto crolla la maglia gialla Kwiatkowski, e ad approfittarne c’è il compagno Egan Bernal, che diventa la nuova maglia gialla

Ordine d’arrivo

ORDINE D’ARRIVO

Classifica generale

CLASSIFICA GENERALE
Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20