Il party mode verrà bandito dalla FIA

Il party mode, ossia la mappatura da qualifica delle PU dal 2014, verrà quasi sicuramente bandito dalla FIA, dal prossimo gran premio del Belgio.

La lettera inviata dal segretario della FIA, Peter Bayer informa le squadre della volontà di voler intervenire sulle differenze di settaggio dell’unità termica tra qualifiche e gara.L’obiettivo è quello di introdurre una regola che obblighi le squadre ad utilizzare la stessa configurazione software della ICE sia il sabato pomeriggio che la domenica.

Il riferimento su cui si basa la probabile direttiva FIA sono due articoli, il 2.7 del regolamento tecnico, e il 27.1 dello sportivo.Nel primo caso si fa riferimento alla complessità delle verifiche:


“La moltitudine e la complessità delle modalità utilizzate (mappature) rendono estremamente difficile per la FIA monitorare il rispetto di tutte le normative e disposizioni relative alle PU in determinati momenti critici dell’evento”.Il secondo articolo riportato nella lettera (27.1) fa riferimento agli aiuti forniti al pilota: 
“Il pilota deve guidare la monoposto in modo autonomo e senza alcun aiuto”.

Al momento non ci sono informazioni che entrano maggiormente nel dettaglio, ma c’è già chi ha visto in questa annunciata direttiva un attacco alla Mercedes, che oggi ha il gap maggiore tra la versione gara e qualifica della sua power unit.

Il fine settimana che scatterà domani a Montmelò potrebbe quindi essere l’ultimo in cui si vedranno in azione i motori in ‘party mode’.

Leggi anche > Sergio Perez negativo al tampone: correrà in Spagna

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20