Sintesi di Pescara-Ascoli

PRIMO TEMPO

Nella prima frazione di Pescara-Ascoli, partita valida per la Serie B, sono i padroni di casa a fare la partita. La squadra di Nicola Legrottaglie, conduce i ritmi, conservando bene il possesso della sfera. Nonostante le buone azioni offensive dei “delfini”, l’Ascoli riesce a tenere salda la difesa, pur non rinunciando ad attaccare. Gli ospiti riescono a prendere respiro, dall’assalto nemico grazie a delle veloci ripartenze, però troppo spesso innocue. La partita è molto “maschia” in un episodio, nato da un pallone alto, Maniero viene colpito duramente all’occhio ed è costretto ad uscire. Passata la mezz’ora di gioco, il match diventa più elettrizzante e Bussellato sfiora il gol. L’ex Juventus però si redime al 42′ con la rete del vantaggio, su un invitante assist fornito da Galano. Il vantaggio dei “delfini” non resiste molto, dopo appena due minuti di gioco, con un destro al limite dell’area di Morosini, che si insacca nell’angolino basso. Quindi al termine del primo tempo il risultato di Pescara-Ascoli è fermo sul 1-1.

SECONDO TEMPO

Nella ripresa di Pescara-Ascoli, i padroni di casa agguantano la partita, entrando subito con grinta. Il secondo tempo del match si fa più vivo, ed entrambe le squadre giocano con il “dente avvelenato” sentendo forse la pressione, di un match importante per la zona playoff. I ragazzi di Legrottaglie però dopo 10 minuti di intenso calcio, sembrano avere più benzina e chiudono gli avversarie nella propria metà campo. In questa circostanza, i padroni di casa danno vita alle occasioni più importanti della partita, dove Bussellato sfiora il raddoppio. L’assedio dura per 15 minuti, dopo di che l’Ascoli riesce ad uscirne. La squadra di Stellone presa dalla foga cerca di restituire lo stesso trattamento agli avversari, che sembrano essersi presi un “break”. La palla decisiva però, nasce in casa Pescara, dove Memushaj, segna al 30’ST. L’albanese cerca il cross dal lato corto di destra dell’area dell’Ascoli, ma la traiettoria del pallone inganna Leali. Negli ultimi minuti l’Ascoli si riversa in attacco ma senza idee. Il match si conclude dunque 2-1 per il Pescara.

Tabellino

Pescara (4-3-2-1): Fiorillo, Zappa, Bettella, Scognamiglio, Masciangelo; Busellato, Palmiero, Memushaj; Galano, Clemenza; Maniero.
Allenatore: Legrottaglie.

Ascoli (4-4-2): Leali, Pucino, Gravillon, Brosco, Padoin; Cavion, Petrucci, Eramo, Morosini; Scamacca, Trotta.
Allenatore: Stellone.

Commenti
Please follow and like us:
Tweet 20
fb-share-icon20