Post GP Francia - Le interviste ai piloti

GP Francia – Post GP con le interviste ai piloti:

Lewis Hamilton: “E’ stato un weekend difficile. Io devo sempre portare al team la prestazione che si aspetta da me. Devo essere regolare ad ogni giro, devo spingere. Non mi piace quando la gente sminuisce il mio lavoro. E’ stata fisicamente dura là fuori, sto ancora sudando! E’ stata una gara difficile rispetto a quella del Canada dove mi sono trovato a spingere dietro Vettel. Quel GP è stato più divertente, mentre oggi sono stato in lotta con me stesso per migliorami giro dopo giro. Si dice che un pilota venga valutato in base all’ultima gara. Ogni gran premio è un’opportunità per dimostrare che sono ancora una forza contro la quale fare i conti. Sono ancora in forma nonostante stia invecchiando e so fare il mio lavoro molto bene”.

Valtteri Bottas: “Non è successo più di tanto. La partenza era l’occasione migliore per me per guadagnare una posizione. Io sono partito bene, ma anche Lewis ha fatto lo stesso. Alla fine lui era più veloce di me ed ha preso subito un buon vantaggio. Bisogna guardare alla prossima gara. Sono molto fiero del team e di me stesso. E’ importante però capire dove posso migliorare. Sicuramente Lewis è stato molto forte e costante sia oggi che in qualifica, ma non è imbattibile e ne sono consapevole. Devo soltanto lavorare di più”.

Charles Leclerc: “Ovviamente ho dato tutto. Il primo stint è stato abbastanza buono: mi sentivo bene con la mia macchina, anche se le Mercedes erano troppo veloci. Nel secondo invece abbiamo gestito le gomme ed abbiamo fatto un ottimo lavoro, che è stato fondamentale. Verso la fine vedevo che stavo riprendendo Bottas, che forse ha fatto un po’ fatica con le gomme dopo la Virtual Safety Car. Lo stavo riprendendo piuttosto velocemente. Anche se ero un po’ lontano volevo provarci fino alla fine e mostrare a Valtteri che ero molto vicino a lui, perché se magari avesse fatto un errore, avrei potuto approfittarne. Però credo che, vedendo la situazione in cui eravamo venerdì dopo le simulazioni di gara, la nostra sia stata una grande gara oggi”.

Max Verstappen: “Chiudere in mezzo alle Ferrari su questo circuito mi fa esser molto contento. Avevo Charles 5-6 secondi davanti e ho cercato di eguagliare il suo tempo giro dopo giro ma nel secondo stint ho avuto un problema alle gomme posteriori. Il motore Honda? E’ andato meglio ma abbiamo bisogno di qualcosa di più. Sapevamo che il guadagno con questo upgrade sarebbe stato piccolo ma abbiamo comunque bisogno di maggiore potenza”

Sebastian Vettel: “Hamilton ha avuto un’altra gara facile, ma è colpa nostra, perché la nostra macchina non è abbastanza forte. Io però so che a Maranello tutti lavorano duramente, con pressione e passione, quindi spero che in Austria possa andare un po’ meglio. Penso che possiamo salvare il terzo posto di Charles, ma senza le difficoltà che ha avuto Bottas nel finale, non avevamo il passo per battere le Mercedes”.

Carlos Sainz: Sono molto felice. Ho fatto una buona partenza, e una volta stabilizzato in sesta posizione ho controllato la gara e il ritmo, guidando sul target che la squadra mi stava dando per gestire le gomme. Da quel punto di vista è stata una corsa semplice: è stata una di quelle giornate in cui siamo rimasti tutti concentrati producendo il miglior risultato possibile. Siamo stati la quarta forza in pista, complimenti al team per il duro lavoro svolto, dobbiamo continuare così per migliorare gara dopo gara”.

Daniel Ricciardo“Chiaramente, è deludente uscire dalla zona punti con una penalità post gara, specialmente nella gara di casa del team. Quel giro è stato divertente, abbiamo lottato e mi sono divertito. Ho preferito correre il rischio, piuttosto che non provarci affatto e sono sicuro che i tifosi in circuito e quelli a casa, avranno apprezzato. E’ un peccato essere penalizzati per questo ma cercheremo di passare oltre il più rapidamente possibile. Per quanto riguarda la gara, credo di essermi perso un po’ all’inizio, nonostante un buono slancio alla partenza. Ho frenato troppo presto alla curva 1 e guardando indietro, è stato troppo conservativo. Questo ha reso difficile il lavoro in gara ma da lì in poi tutto è stato tranquillo. Ci sono comunque delle note positive e cercheremo il riscatto in Austria”.

Please follow and like us:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.